Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

23/05/2022
Russia - Putin incontra Lukashenko a Sochi


Sochi, 23 maggio 2022 – Il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato il presidente della Repubblica della Bielorussia Alexander Lukashenko nella residenza di Bocharov Ruchej a Sochi.
Inizio dei negoziati russo-bielorussi
Vladimir Putin: Caro Alexander Grigorievich!
Ci siamo incontrati a Mosca non molto tempo fa e ho accettato di tenere una riunione separata qui a Sochi, perché, in effetti, le circostanze richiedono una conversazione seria e approfondita. Intendo tutto ciò che riguarda la sicurezza nella regione, la sicurezza dei nostri paesi, ma anche tutto ciò che riguarda l'economia.

Nonostante tutte le difficoltà, vorrei sottolineare che l'economia russa sta resistendo abbastanza bene al colpo delle sanzioni, come dimostrano tutti i principali indicatori macroeconomici. Non li elencherò ora, ma ti dirò cosa sta succedendo nel corso della nostra conversazione.

Sì, certo, le cose non sono così facili e tutto ciò che sta accadendo richiede un'attenzione speciale e sforzi speciali da parte del blocco economico del governo. Nel complesso, vorrei sottolineare che questi sforzi stanno avendo un impatto positivo. Ciò si riflette nei volumi degli scambi tra i nostri paesi. L'anno scorso abbiamo raggiunto il massimo storico: quasi 38,5 miliardi di dollari. Per inciso, anche la conversione in valuta nazionale / pagamenti in rubli nel commercio con i nostri partner si sta facendo sentire. Hai detto molte volte in passato che questo deve essere fatto.

La situazione si è obiettivamente sviluppata in modo tale che ce l'abbiamo fatto e, in generale, non a scapito dei nostri partner, poiché stiamo rispettando tutti i nostri obblighi. Per alcuni gruppi di merci, stiamo passando alla valuta nazionale, ai rubli, e questo contribuisce al rafforzamento del rublo. La Russia e la Bielorussia non vedono nulla di nuovo qui, abbiamo negoziato in valute nazionali per molto tempo e questi volumi si stanno espandendo.

Naturalmente, un'altra questione importante – e probabilmente tutti si aspettano che io dica «energia» – è vero, è importante, ma la cooperazione industriale viene prima di tutto. Tu hai anche più volte sollevato la questione di compiere ulteriori passi avanti in questa sede.

Alexander Lukashenko: In termini di cooperazione.

Vladimir Putin: In termini di cooperazione industriale.

Naturalmente, questo riguarda l'energia e l'agricoltura nel suo insieme. Abbiamo moltissimi ambiti di lavoro congiunto e abbiamo molto di cui discutere. Non sto parlando dei processi successivi legati alla costruzione dello Stato dell'Unione. Come concordato, stiamo facendo tutto con calma e stiamo coordinando ogni passo, in modo che ogni passo rafforzi noi e i nostri sistemi politici, sia all'interno che all'esterno, creando una base fondamentale, corretta e solida per lo sviluppo economico.

Sono molto felice di vederti, benvenuto.

Alexander Lukashenko: Vladimir Vladimirovich, grazie mille. Questo non è un omaggio alla moda. Vi sono davvero grato per questa opportunità di fare un tuffo in mare e di incontrarti e discutere di questioni urgenti.

Sai, questo è un punto molto importante. Una volta hai notato che l'economia in Russia e in generale nella nostra unione [lo Stato dell'Unione] non si limita a rafforzarsi – inaspettatamente, la sua crescita sta diventando intensa – vedi l'inflazione più bassa, vedi la disoccupazione che sta scendendo.

Vladimir Putin: Meno del previsto.

Alexander Lukashenko: Questo è un bene. Il rublo sta diventando più forte a un ritmo frenetico. Non dobbiamo esagerare qui. Quindi, ci sono molte sorprese, ma queste sono sorprese per loro. Noi ce lo aspettavamo, questo è un momento di opportunità. E loro, senza rendersene conto, l'Occidente, ci hanno spinto a occuparci più intensamente della nostra economia.

Abbiamo individuato, cioè i nostri governi su nostra istruzione hanno individuato le principali aree di sostituzione delle importazioni. Hanno anche calcolato molto provvisoriamente quali potrebbero essere i costi. Questo non è molto. Non voglio esprimere queste cifre in pubblico perché sono approssimative, è poca roba. Ma otterremo una buona sostituzione delle importazioni nelle aree principali in cui siamo a corto di pezzi di ricambio e così via.

Non parlo nemmeno di sicurezza. Stiamo facendo un buon lavoro nel campo della sicurezza in termini di produzione di ciò di cui il nostro esercito unito, l'esercito che opera qui, ha bisogno.

Quindi, dovremmo ringraziarli per averci dato uno slancio per sviluppare la nostra economia. Abbiamo un mercato enorme e abbiamo risorse e tecnologia. E cosa sta succedendo con loro? Evidentemente l'hanno sottovalutato. Hanno vissuto leggendo i loro media e hanno avuto inflazione e altre cose. «La colpa è di Putin», dicono. Incolpano Putin di tutto.

Vladimir Putin: Parleremo seriamente con loro.

Alexander Lukashenko: Sì. (Ridendo.) Ecco perché stiamo andando bene qui. Abbiamo fatto la cosa giusta quando abbiamo concordato a Mosca di tenere una riunione separata per discutere un pacchetto di questioni di sostituzione delle importazioni, direzione di lavoro e sicurezza, anche questo non lo abbiamo nascosto, c'è qualcosa di cui parlare, soprattutto in relazione al fatto che la Nato sta concentrando le truppe sui confini occidentali.

Ci sono delle sorprese interessanti in Ucraina, come ben sai. Siamo preoccupati, e credo che lo siate anche voi, per i passi che i politici stanno già facendo per dividere l'Ucraina. Siamo preoccupati che siano pronti – i polacchi e la Nato – a portare via l'Ucraina occidentale, come era prima del 1939. Ma siamo preoccupati non solo per la sicurezza, ma anche perché questa è una strategia per la Bielorussia occidentale. Pertanto, stiamo tenendo gli occhi aperti e, come ho già detto, gli ucraini dovranno ancora chiederci di evitare che la parte occidentale dell'Ucraina e altre parti dell'Ucraina vengano separate. Questa è la mia posizione, ma tu sicuramente lo sai. Lo so.

Quindi, abbiamo molti problemi in questo contesto, ma non sono esattamente i nostri problemi: sono i loro problemi che dovremo risolvere. Prendi, ad esempio, la condotta incomprensibile del presidente Duda ieri a Kiev. A proposito, in Polonia non decide praticamente nulla, ma si limita a inventare questi falsi.

Pertanto, in termini di sicurezza – hai ragione, ti sostengo - abbiamo molti problemi. Sei proprio qui e ti appoggio. Ma li risolveremo, non abbiamo paura di nulla. Come si diceva una volta, la nostra causa è giusta, e prima o poi vinceremo comunque.

Grazie ancora per l'opportunità di discutere questi temi in modo più dettagliato e di monitorare l'adempimento degli impegni e delle istruzioni che abbiamo dato ai nostri governi.

Vladimir Putin: Sono molto felice di vederti.

(Kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Sochi – Vladimir Putin con il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Foto: RIA Novosti.
Sochi – Putin incontra il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Foto: RIA Novosti.
Sochi – Vladimir Putin con il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Foto: RIA Novosti.
Sochi – Vladimir Putin durante l’incontro con il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Foto: RIA Novosti.
Sochi – Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko. Foto: RIA Novosti.
Agosto '17