Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

19/05/2022
Russia - 771 militanti arresi oggi ad Azovstal


Mosca, 19 maggio 2022 - Oltre 770 militanti dell'unità nazionalista Azov si sono arresi lo scorso giorno nello stabilimento Azovstal di Mariupol. In totale, 1.730 persone hanno già deposto le armi. Igor Konashenkov, rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa russo, ne ha parlato giovedì ai giornalisti.
«Nelle ultime 24 ore, 771 militanti dell'unità nazionalista Azov si sono arresi presso l'impianto metallurgico bloccato Azovstal a Mariupol. Un totale di 1.730 militanti si sono arresi dal 16 maggio, di cui 80 feriti», - ha detto Konashenkov.
Tutti coloro che necessitano di cure ospedaliere ricevono assistenza nelle istituzioni mediche di Novoazovsk e Donetsk, ha affermato.
Martedì, il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha annunciato l'inizio della resa dei nazionalisti e dei militari ucraini bloccati nello stabilimento di Azovstal.
Le battaglie per la città sono durate quasi due mesi e si sono concluse con la vittoria delle forze russe e di Donetsk. Il 21 aprile, il presidente russo Vladimir Putin si è congratulato con il ministro della Difesa Sergej Shojgu per la completa liberazione di Mariupol. Allo stesso tempo, il Capo dello Stato ha ordinato di abbandonare l'assalto all'impianto e di bloccare l'impresa «affinché la mosca non voli». A quel punto, secondo l'esercito russo, più di 2mila persone erano rimaste ad Azovstal, circa un terzo della guarnigione originaria della città.

(Fonte: TASS)


<<Torna Indietro
Agosto '17