Agosto 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

14/05/2022
Slovacchia - Profanato monumento all'Armata Rossa


Bratislava, 14 maggio 2022 - Il procuratore generale slovacco Maros Zilinka ha condannato aspramente la profanazione di un monumento ai soldati sovietici nella città di Piestany e ha affermato che sarà condotta un'indagine sull'estremismo.
Sabato l' Ambasciata russa a Bratislava ha riferito di un atto di vandalismo contro un monumento ai soldati-liberatori sovietici nella città di Piešťany, nella Slovacchia occidentale. I vandali hanno messo un simbolo sul monumento, che è l'emblema del reggimento ucraino neonazista Azov (sono stati aperti procedimenti penali contro i suoi combattenti in Russia).
«L’applicazione sul lato anteriore del monumento ai liberatori di un simbolo runico: un uncino da lupo modificato, utilizzato durante la Seconda guerra mondiale dalla 2ª divisione Panzer nazista «Reich», e successivamente dalla 34ª divisione di fanteria volontaria delle SS olandese «Landstorm Nederland», e che è attualmente sullo stendardo e sull'emblema del Battaglione Azov ucraino - questa non è solo dissacrazione, ma l'applicazione di simboli usati da gruppi estremisti e radicali, e in un contesto del tutto ovvio», - ha scritto Zhilinka sulla rete sociale.
A questo proposito, l'indagine cercherà segni di estremismo nel crimine, ha aggiunto.
Come ha sottolineato il procuratore generale della Slovacchia, tali azioni sono del tutto inaccettabili e non possono essere coperte da una sorta di falsa solidarietà con l'Ucraina .
«Inoltre, nel tempo attuale, già teso, tali azioni hanno il potenziale per provocare passioni o aumentare l'odio»,- ha concluso Zhilinka.
Recentemente sono diventati più frequenti i casi di profanazione di monumenti ai soldati sovietici in Europa. Le autorità lettoni hanno approvato un disegno di legge che pone fine all'articolo dell'accordo lettone-russo sulla conservazione delle strutture commemorative, quindi hanno una base giuridica per lo smantellamento del monumento ai soldati-liberatori nel parco di Riga.
Allo stesso tempo, all'inizio di maggio, ignoti vandali hanno profanato un monumento nel cimitero dei soldati sovietici in una città della Lituania nordoccidentale; i monumenti ai soldati sovietici nelle città del paese sono stati ripetutamente profanati.
Il 9 maggio, i vandali hanno profanato il cimitero commemorativo dei soldati sovietici in via Zhvirki e Wigura a Varsavia (Polonia). Anche i monumenti in Estonia, Bulgaria, Germania e altri paesi sono stati profanati.

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17