Agosto 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

26/11/2021
Russia - Dichiarazione congiunta sul Karabakh


Sochi, 26 novembre 2021 – Mosca, Baku e Yerevan hanno concordato di procedere verso la creazione di una commissione bilaterale sulla delimitazione del confine tra Azerbaigian e Armenia con la sua successiva demarcazione, mentre la Federazione Russa fornirà loro assistenza su richiesta delle parti. Lo affermano in una dichiarazione congiunta il presidente russo Vladimir Putin, il presidente azero Ilham Aliyev e il primo ministro armeno Nikol Pashinyan a seguito dei colloqui a Sochi.
«Abbiamo convenuto di adottare misure per aumentare il livello di stabilità e sicurezza al confine tra Azerbaigian e Armenia e condurre le questioni verso la creazione di una commissione bilaterale per la delimitazione del confine di stato tra la Repubblica dell'Azerbaigian e la Repubblica di Armenia con la sua successiva demarcazione con l'assistenza consultiva della Federazione Russa su richiesta delle parti», si afferma nel documento pubblicato venerdì.
Inoltre, la Russia continuerà a fornire tutta l'assistenza necessaria per normalizzare le relazioni tra l'Azerbaigian e l'Armenia, creare un'atmosfera di fiducia e relazioni di buon vicinato tra di loro.
«La Federazione Russa continuerà a fornire tutta l'assistenza necessaria nell'interesse della normalizzazione delle relazioni tra la Repubblica dell'Azerbaigian e della Repubblica di Armenia, creando un'atmosfera di fiducia tra i popoli azero e armeno, oltre a costruire relazioni di buon vicinato nella regione», si legge nel documento.
Inoltre, i capi di Stato hanno confermato l'intenzione di continuare con coerenza e fermezza ad attuare tutte le disposizioni delle due precedenti dichiarazioni trilaterali nell'interesse di garantire stabilità, sicurezza e sviluppo economico del Caucaso meridionale. Hanno inoltre convenuto di intensificare gli sforzi congiunti per affrontare quanto prima le restanti sfide.

Progetti per lo sviluppo del Karabakh

Putin, Aliyev e Pashinyan hanno anche sottolineato che è necessario avviare quanto prima progetti concreti per sbloccare il potenziale economico del Nagorno-Karabakh.
Durante l’incontro sono stati discussi i progressi nell'attuazione della dichiarazione del 9 novembre 2020 sul cessate il fuoco completo e di tutte le ostilità nella zona del conflitto del Nagorno-Karabakh, nonché la dichiarazione dell'11 gennaio 2021 sullo sblocco di tutti i collegamenti economici e di trasporto nella regione. Si rileva che i leader «hanno molto apprezzato le attività del gruppo di lavoro trilaterale istituito in conformità con la dichiarazione dell'11 gennaio 2021, sotto la presidenza congiunta dei vice Primi Ministri della Repubblica dell'Azerbaigian, della Repubblica di Armenia e del vice Primo Ministro della Federazione Russa per sbloccare tutti i collegamenti economici e di trasporto nella regione». «Abbiamo sottolineato la necessità di avviare quanto prima progetti specifici al fine di sbloccare il potenziale economico della regione», - si afferma nel messaggio.
Putin, Aliyev e Pashinyan hanno concordato di adottare misure per aumentare il livello di stabilità e sicurezza al confine azero-armeno. Essi intendono anche creare una commissione bilaterale sulla delimitazione del confine di Stato tra i Paesi con la sua successiva demarcazione. Allo stesso tempo, la Federazione Russa fornirà assistenza consultiva su richiesta delle parti.

(Fonte: Tass)


<<Torna Indietro

Il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev, il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin e il primo ministro dell'Armenia Nikol Pashinyan. © Mikhail Klimentiev / Servizio stampa del Presidente della Federazione Russa / Tass.
Agosto '17