09/10/2021
Russia - Liturgia patriarcale a Peredelkino


Peredelkino, 8 ottobre 2021 - Nel giorno del riposo di san Sergio, igumeno di Radonezh, taumaturgo (1392), Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha celebrato la Divina Liturgia nella Chiesa del santo principe Alexander Nevsky nell’omonimo skit vicino a Peredelkino.
Il giorno prima, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha inviato un messaggio di congratulazioni al vicario della Lavra della Santa Trinità di San Sergio, vescovo Foma di Sergiev Posad, agli abitanti e ai pellegrini del monastero.
Al termine del servizio presso lo skit di Alexander Nevsky, il Primate della Chiesa russa ha pronunciato un sermone.





«Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo!

Oggi ricordiamo il santo reverendo e nostro padre Sergio, portatore di Dio, igumeno di Radonezh. Il santo, che è al primo posto tra tutti i monaci russi. Fu proprio il monaco Sergio a gettare, infatti, le basi di quel monachesimo russo, al quale appartiene l'attuale generazione di monaci. Questa tradizione monastica ha centinaia di anni e ha resistito alle prove del tempo, anche le più dure. Sappiamo che durante i tempi delle più severe persecuzioni che hanno colpito la nostra Chiesa e il nostro popolo nel crudele XX secolo, molti hanno perso l'orientamento della vita, molti hanno abbandonato la fede per paura, ma la maggioranza assoluta dei monaci è rimasta fedele al Signore fino alla morte.
Noi veneriamo san Sergio di Radonezh in un modo molto speciale. Ha davvero stabilito la tradizione del monachesimo russo, che vive ancora oggi, e molte persone accorrono a lui. E sorge spontanea la domanda: perché il popolo continua ad andare dai santi, che sono separati da noi da secoli, ma la gente non va dagli eroi più eccezionali, dagli statisti più eccezionali? Ed è per questo che succede. Il reverendo Sergio ha compiuto molte gesta meravigliose nella sua vita, ma anche altri lo hanno fatto! Tuttavia, l'azione più grande che compie oggi nella vita dei nostri contemporanei è che quando arrivano alla tomba di san Sergio nella Lavra della Trinità di san Sergio si imbattono in un miracolo.
Cos'è questo miracolo? Questo miracolo sta nella speciale connessione spirituale del credente, che scorre alla tomba del reverendo, con il grande santo di Dio. Il miracolo sta anche nel fatto che, nonostante le circostanze storiche più difficili, abbiamo preservato la nostra fede nel Signore e Salvatore - indubbiamente attraverso le preghiere di San Sergio, intercessore per la nostra terra. Ma molti miracoli furono compiuti durante la vita del santo attraverso la sua preghiera. Non fu un miracolo la battaglia di Kulikovo, in cui, sotto tutti i punti di vista, i russi potevano subire una schiacciante sconfitta e la nostra terra sottomettersi completamente a una forza straniera? Ma il reverendo benedice Dmitry Donskoy e l'esercito russo assesta il primo colpo schiacciante alla potenza militare che aveva conquistato le vaste distese dell'Eurasia. Quello che è successo sul campo di Kulikovo si può spiegare in qualsiasi modo, ma non è un caso che san Dmitry Donskoy sia andato dal monaco Sergio per chiedergli la sua benedizione per questa battaglia e, naturalmente, grazie alle preghiere del monaco, unite alla più grande impresa militare dei nostri guerrieri, fu ottenuta questa storica vittoria.

Quindi oggi le persone si recano dal reverendo. Proviamo a fare almeno il nome di un politico, capo militare, figura culturale, al quale migliaia di persone sarebbero venute per inchinarsi alle sue spoglie, per venerare la sua tomba, per pregare su questa tomba per se stessi, per i propri parenti e amici. E cos'è un tranquillo monaco, che viveva nella foresta, di fronte a principi, re, ai più grandi comandanti? Ma fino ad ora, veniamo al santo starets della terra russa con la preghiera e con la fiducia che in risposta alla preghiera sincera aiuterà - e aiuta! Ecco perché la gente va. Come dice il proverbio, non viene ad un pozzo vuoto per l'acqua, e se non ci fosse stato l'aiuto del reverendo, non ci sarebbero stati migliaia di pellegrini che si sarebbero riversati alla Lavra di San Sergio.

Di solito in questo giorno svolgo il servizio divino con il reverendo, ma le circostanze attuali me lo hanno impedito. Certo, ne parlo con grande dispiacere, ma vista l'epidemia, su richiesta categorica dei medici, è stato proposto quest'anno di astenersi dal far visita al reverendo.

Chiedo a tutti voi di pregare per me affinché il Signore rafforzi le mie forze fisiche e spirituali, ma soprattutto chiedo a tutti voi e in generale a tutti i cristiani ortodossi della nostra terra di pregare per la nostra Chiesa, per il nostro popolo, in modo che la fede ortodossa si rafforzi nei nostri cuori, in modo che nessuna circostanza della vita, tentazioni, possano scuotere la fede del nostro popolo nel Signore e Salvatore, nell'intercessione dei santi al Suo cospetto. E uno dei più luminosi tra loro era e rimane per tutti noi il reverendo Sergio, portatore di Dio, igumeno di Radonezh, taumaturgo.

Attraverso le sue preghiere, possa il Signore proteggere la nostra terra, il nostro popolo dalle tentazioni, divisioni, aiutare tutti noi a preservare la fede ortodossa, attraverso la quale è preservata la coscienza storica del nostro popolo. E possa questa fede, nonostante le molte sfide del mondo moderno, rafforzarsi nei nostri cuori e aiutarci a percorrere il nostro cammino di vita con dignità e rettitudine, in modo che il cammino storico del nostro popolo sia degno e giusto. Amin».

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nel giorno della memoria di san Sergio di Radonezh nello skit di Alexander Nevsky.
Agosto '17