22/06/2021
Russia - Il coraggio del popolo sovietico


Mosca, 22 giugno 2021 - Alle 4.15 (ora di Mosca) del 22 giugno 1941, il tedesco Wehrmacht ha attaccato la fortezza di Brest senza preavviso. Alle 9.00 di quel giorno, la fortezza era completamente circondata. Secondo fonti sovietiche, la battaglia durò fino al 20 luglio, senza che nessuno si arrendesse ai tedeschi.
L’Armata Rossa continuava a combattere fino all’ultimo soldato alla fortezza di Brest e in una moltitudine di altri luoghi oggi ignoti, piccoli villaggi, cittadine e incroci stradali. Riuscì a salvarsi dagli accerchiamenti per riprendere poi posizione o per scomparire tra le foreste e le paludi bielorusse e ucraine dove organizzò le prime unità partigiane, che attaccarono la Germania alle spalle.
Durante un viaggio in diverse parti del fronte orientale, Hitler e Mussolini visitarono la fortezza il 26 agosto 1941.
Questa narrazione divenne una testimonianza della resilienza e del coraggio dell'Armata Rossa e del popolo sovietico. La difesa di questa cittadella, ora al confine occidentale della Bielorussia, rappresenta una delle pagine più gloriose dell’Armata Rossa nella lotta contro i nazisti.

(Fonte: it.sputniknews.com)





<<Torna Indietro

La fortezza di Brest: testimonianza della resistenza e del coraggio del popolo sovietico. @ Sputnik.
Agosto '17