09/06/2021
Russia - Ucraini intelligenti si oppongono a Nato


Mosca, 9 giugno 2021 - Il presidente russo Vladimir Putin ha elogiato il buon senso degli ucraini che si oppongono all'adesione del loro Paese alla Nato, osservando che non vogliono diventare carne da cannone o moneta politica.
«Secondo gli ultimi dati diffusi, almeno il 50% degli ucraini non vuole che il proprio Paese aderisca alla Nato, si tratta di persone intelligenti. Non lo dico ironicamente, non voglio dire che gli altri siano sciocchi. Ma quelli che non lo vogliono capiscono di non volersi trovarsi sulla linea di fuoco, non vogliono diventare moneta politica o carne da macello», ha detto il Presidente in un'intervista sulla tv nazionale.
Il Presidente russo ha inoltre sottolineato che non bisogna ironizzare i piani dell'Ucraina di aderire alla Nato poiché in realtà non ci sono garanzie che Kiev non diventi membro dell'alleanza atlantica.
«Per quanto riguarda la proposta relativa all'adesione dell'Ucraina alla Nato o al piano d'azione per l'adesione, vedo i commenti dei nostri editorialisti, vedo la reazione dei nostri media e dei nostri politici, sono tutti un pò di scherno su Zelensky, dicono che sono chiacchiere, questo non accadrà. Ma ho un'opinione diversa... Ci sono limitazioni formali, ma non ci sono garanzie che l'Ucraina non diventi uno stato membro della Nato», ha detto Putin.
«Dobbiamo tenerlo a mente e dobbiamo strutturare in modo appropriato le nostre relazioni di sicurezza con i nostri partner e vicini e con quelli che controllano la politica estera dall'esterno», ha aggiunto.

A seguito di una conversazione telefonica tra Zelensky e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden all'inizio di questa settimana, la presidenza ucraina ha comunicato che Biden aveva «evidenziato... l'importanza di fornire allo Stato ucraino un piano d'azione per l'adesione alla Nato».
La Casa Bianca ha smentito che Biden abbia fatto questa osservazione.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Bandiere della Nato e dell'Ucraina. © Sputnik. Mikhail Markiv.
Agosto '17