Agosto 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

ELEOUSA magazine
Agosto '17

Sulle orme dei santi isoapostoli Cirillo e Metodio. Visita del metropolita Hilarion di Volokolamsk in Ungheria


Con la benedizione di Sua Santitŕ il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill e su invito del vice primo ministro ungherese Zsolt Semjén, il presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca (Decr), metropolita Hilarion di Volokolamsk, ha compiuto una visita di lavoro in Ungheria dal 14 al 16 dicembre 2013. Il metropolita Hilarion č stato per sei anni vescovo della diocesi di Budapest e Ungheria del Patriarcato di Mosca, dal 7 maggio 2003 al 31 marzo 2009, data in cui č stato nominato dal Sacro Sinodo della Chiesa ortodossa russa presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca e membro permanente del Sacro Sinodo, con il titolo di «vescovo di Volokolamsk, vicario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’».Il 21 agosto 2013, č stato celebrato a Zalavár, in provincia di Zala, il 1150° anniversario dell’inizio della missione dei santi isoapostoli e fratelli Cirillo e Metodio, maestri degli slavi, in quella che era la Grande Moravia, una regione storica formatasi nell’Europa centrale intorno all’833, che continuň a sussistere come entitŕ politica e territoriale fino al X secolo e che comprendeva i territori appartenenti a quelle che oggi sono la Slovacchia, la Repubblica Ceca, l’Ungheria, e in parte la Romania, la Polonia, la Serbia, l’Austria, la Germania, la Slovenia, la Croazia e l’Ucraina. Essa rappresenta la prima forma di realtŕ statale a cui diedero vita le popolazioni appartenenti al ceppo degli Slavi occidentali. Nella cittŕ di Zalavár č stata trovata la prima stesura dell’alfabeto creato dai santi apostoli Cirillo e Metodio, che qui predicarono prima del regno di San Stefan (969-1038), colui che č considerato il fondatore dello Stato e della Chiesa ungheresi. In ricordo di questo importante evento storico, č stato costruito a Zalavár un complesso memoriale, che include il monumento ai Santi Cirillo e Metodio, il museo e la chiesa cristiana, costruita secondo le tradizioni architettoniche del Medioevo.

Al suo arrivo nella cittŕ di Budapest, il presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, metropolita Hilarion di Volokolamsk, ha incontrato il capo di gabinetto J. Semjén Zoltan Challokezi, il rappresentante del Ministero degli affari esteri dell’Ungheria, Marta Linke ,e l’addetto per la cultura dell’Ambasciata russa a Budapest V. Platonov.
Durante la visita di lavoro in Ungheria, il metropolita Hilarion č stato accompagnato dall’assistente del presidente del Decr, diacono Alexander Karzai, dal direttore esecutivo della Fondazione «San Gregorio il Teologo», L.M. Sevastyanov, e dal dipendente del Segretariato per l’estero del Decr, M.H. Palasio.
Lo stesso giorno, il presidente del Decr ha avuto una riunione con il sindaco del V distretto di Budapest, Antal Rogán, che č anche capo del gruppo parlamentare Fidesz - Unione Civica Ungherese, attualmente il maggiore partito politico del Paese. Durante l’incontro, le parti hanno discusso questioni internazionali, con particolare attenzione alla situazione in Siria, alla cooperazione russo-ungherese e alla questione delle radici cristiane dell’Europa.
Antal Rogán ha espresso la sua disponibilitŕ a fornire assistenza finanziaria per il completamento dei lavori di restauro della guglia della Cattedrale della Dormizione a Budapest della diocesi ungherese della Chiesa ortodossa russa, situata nel V distretto della capitale ungherese.

Divina Liturgia a Budapest
Il 15 dicembre, Sua Eminenza Hilarion ha celebrato la Divina Liturgia nella Cattedrale della Dormizione a Budapest, dove viene accuratamente conservata e sviluppata l’originale tradizione spirituale e liturgica dell’ortodossia ungherese. Con l’arcipastore hanno concelebrato il sagrestano della Cattedrale, arciprete Stefan Madjar, il rettore della parrocchia in onore dell’icona della Madre di Dio «Sorgente di vita» a Hevez, arciprete Nikolaj Kim, il rettore della parrocchia della Santa Trinitŕ di Budapest, sacerdote Dimitrij Kornilov, e il clero diocesano.
Al termine del servizio, il vescovo Hilarion ha salutato i fedeli, trasmettendo loro le congratulazioni e la benedizione di Sua Santitŕ il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill, «che piů volte ha visitato questo tempio santo e ha celebrato la Divina Liturgia quando era metropolita e presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne», - ha ricordato il gerarca della Chiesa ortodossa russa.
L’arciprete Stefan Madjar ha rivolto parole di benvenuto al presidente del Decr, rilevando in particolare che per sei anni «Voi avete servito come vescovo della diocesi, ed č vivo in noi questo ricordo. Ricordiamo come Voi avete affrontato il piccolo gregge locale, quelli che Voi conoscevate e quelli che sono arrivati dopo, e ricordiamo il Vostro amore per tutti. Con questi pensieri, vorrei augurare a Voi le benedizioni del Signore nel Vostro difficile ministero».

Visita al Parlamento ungherese
Il 16 dicembre, Sua Eminenza ha incontrato presso il palazzo del Parlamento ungherese il vice primo ministro ungherese Zsolt Semjén.
Il metropolita Hilarion ha ringraziato Zsolt Semjén per l’invito a visitare l’Ungheria. Le parti hanno avuto uno scambio di opinioni su una vasta gamma di questioni concernenti le relazioni tra la Russia e l’Ungheria, nonché tra la Chiesa ortodossa russa e le altre confessioni cristiane.
Al termine della conversazione, si č svolta la cerimonia di consegna al metropolita Hilarion dell’ordine della Gran Croce - una delle piů alte onorificenze dello Stato ungherese. Il premio č stato conferito con decreto del presidente János Áder, in particolare per il contributo al rafforzamento del dialogo intercristiano e per la protezione dei cristiani nel mondo contemporaneo.
Nel suo discorso prima della premiazione, il vice primo ministro ha evidenziato che «il metropolita Hilarion č unito all’Ungheria da stretti legami spirituali. Quando guidň la diocesi ungherese della Chiesa ortodossa russa, ha curato il restauro della torre della Cattedrale della Dormizione in piazza Petőfi, distrutta durante la seconda guerra mondiale. Č stata restaurata la chiesa-tomba della granduchessa martire Alexandra in Irem, dove sono stati trasferiti i resti della granduchessa Alexandra Pavlovna, moglie dell’arciduca Giuseppe d’Asburgo, nel loro luogo di riposo originario».
L'alto rappresentante del Parlameno ungherese ha inoltre sottolineato che «l’arcivescovo Hilarion ha promosso l’avvicinamento dei due popoli. Grazie agli sforzi compiuti dal metropolita Hilarion, le relazioni tra la Chiesa cattolica in Ungheria e la Chiesa ortodossa russa hanno raggiunto un livello qualitativamente nuovo».
Alla riunione erano presenti l’assistente del presidente del Decr, diacono Alexander Karzai, il direttore esecutivo della Fondazione «San Gregorio il Teologo», L.M. Sevastyanov, il consigliere del presidente della societŕ «Reti russe», D.E. Malyshev, il dipendente del Segretariato del Decr per l’estero, M.H. Palasio, i deputati del Parlamento e i rappresentanti dei media ungheresi. Al termine dell’incontro, Zsolt Semjén ha dato un pranzo in onore dell’illustre ospite.
Nel corso della sua visita a Budapest, il metropolita Hilarion ha incontrato il primo ministro ungherese Viktor Orbán.
All’inizio della riunione, vladyka ha sottolineato l’importanza dell’adozione da parte del Parlamento della nuova Costituzione, che contiene la menzione di Dio e che parla dell’Ungheria come parte dell’Europa cristiana. Il presidente del Decr ha elogiato la posizione del Governo ungherese contro la legalizzazione dell’aborto, sottolineando che in Russia questo argomento č tra le prioritŕ della cooperazione tra Stato e Chiesa. L’arcipastore ha parlato della rinascita della vita della Chiesa in Russia dopo vice primo ministro ungherese Zsolt Semjén.
Il metropolita Hilarion ha ringraziato Zsolt Semjén per l’invito a visitare l’Ungheria. Le parti hanno avuto uno scambio di opinioni su una vasta gamma di questioni concernenti le relazioni tra la Russia e l’Ungheria, nonché tra la Chiesa ortodossa russa e le altre confessioni cristiane.
Al termine della conversazione, si č svolta la cerimonia di consegna al metropolita Hilarion dell’ordine della Gran Croce - una delle piů alte onorificenze dello Stato ungherese. Il premio č stato conferito con decreto del presidente János Áder, in particolare per il contributo al rafforzamento del dialogo intercristiano e per la protezione dei cristiani nel mondo contemporaneo.
Nel suo discorso prima della premiazione, il vice primo ministro ha evidenziato che «il metropolita Hilarion č unito all’Ungheria da stretti legami spirituali. Quando guidň la diocesi ungherese della Chiesa ortodossa russa, ha curato il restauro della torre della Cattedrale della Dormizione in piazza Petőfi, distrutta durante la seconda guerra mondiale. Č stata restaurata la chiesa-tomba della granduchessa martire Alexandra in Irem, dove sono stati trasferiti i resti della granduchessa Alexandra Pavlovna, moglie dell’arciduca Giuseppe d’Asburgo, nel loro luogo di riposo originario».
L'alto rappresentante del Parlameno ungherese ha inoltre sottolineato che «l’arcivescovo Hilarion ha promosso l’avvicinamento dei due popoli. Grazie agli sforzi compiuti dal metropolita Hilarion, le relazioni tra la Chiesa cattolica in Ungheria e la Chiesa ortodossa russa hanno raggiunto un livello qualitativamente nuovo».
Alla riunione erano presenti l’assistente del presidente del Decr, diacono Alexander Karzai, il direttore esecutivo della Fondazione «San Gregorio il Teologo», L.M. Sevastyanov, il consigliere del presidente della societŕ «Reti russe», D.E. Malyshev, il dipendente del Segretariato del Decr per l’estero, M.H. Palasio, i deputati del Parlamento e i rappresentanti dei media ungheresi. Al termine dell’incontro, Zsolt Semjén ha dato un pranzo in onore dell’illustre ospite.
Nel corso della sua visita a Budapest, il metropolita Hilarion ha incontrato il primo ministro ungherese Viktor Orbán.
All’inizio della riunione, vladyka ha sottolineato l’importanza dell’adozione da parte del Parlamento della nuova Costituzione, che contiene la menzione di Dio e che parla dell’Ungheria come parte dell’Europa cristiana. Il presidente del Decr ha elogiato la posizione del Governo ungherese contro la legalizzazione dell’aborto, sottolineando che in Russia questo argomento č tra le prioritŕ della cooperazione tra Stato e Chiesa. L’arcipastore ha parlato della rinascita della vita della Chiesa in Russia dopo il crollo dell’Unione Sovietica e del servizio della Chiesa ortodossa russa oggi.
Da parte sua, Viktor Orbán ha espresso profonda soddisfazione per la visita del metropolita Hilarion. Le parti hanno discusso una serie di questioni concernenti le relazioni tra i popoli della Russia e dell’Ungheria, cosě come problemi di attualitŕ internazionale, tra cui la questione della persecuzione dei cristiani in Medio Oriente.
Poi il metropolita Hilarion ha incontrato il presidente dell’Assemblea Nazionale (Parlamento) dell’Ungheria László Kövér.
Egli ha calorosamente salutato il presidente del Decr presso la sede dell’Assemblea Nazionale, lo ha ringraziato per il suo lavoro, svolto quando era a capo della diocesi di Budapest e Ungheria del Patriarcato di Mosca, e si č congratulato con lui per aver ricevuto l’ordine della Gran Croce.
Il capo del Parlamento ungherese ha sottolineato l’importanza dello sviluppo delle relazioni con la Russia, richiamando l’attenzione sul fatto che tra i popoli della Russia e dell’Ungheria č sempre esistita una reciproca fiducia.
Da parte sua, il presidente del Decr ha ringraziato László Kövér per l’incontro e ha osservato che il Parlamento ungherese ha approvato di recente la nuova Costituzione, che si rifŕ alle radici cristiane del Paese, dando buon esempio per tutta l’Europa.
Lo stesso giorno, Sua Eminenza si č incontrato con l’arcivescovo cattolico di Esztergom e Budapest, cardinale Peter Erdë. La riunione si č incentrata sulla collaborazione cattolico-ortodossa, in particolare tra la Chiesa ortodossa russa e la Chiesa cattolica romana in Ungheria.
Nel concludere la visita di lavoro a Budapest, il metropolita Hilarion ha incontrato anche l’ambasciatore della Federazione Russa in Ungheria, Alexander Tolkač. Le parti hanno discusso questioni di cooperazione russo-ungherese e la situazione della diaspora russa in Ungheria.
Poi,il presidente del Decr ha incontrato il sottosegretario per gli affari con la Chiesa in Ungheria Gyorgy Helveni. L’arcivescovo ha osservato l’alto livello della collaborazione tra il Patriarcato di Mosca e il Governo ungherese. A sua volta, il signor Helveni ha parlato dei rapporti Stato-Chiesa in Ungheria.
La sera stessa vladyka č tornato a Mosca.



<< Torna Indietro

Icona dei Santi Cirillo e Metodio - Sagrestia della Laura della Santa Trinitŕ di San Sergio a Sergiev Posad
Corona di San Stefan, primo re di Ungheria
Vladyka Hilarion al Parlamento ungherese
Agosto '17