Agosto 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

ELEOUSA magazine
Agosto '17

L'icona di Vladimir torna a Kiev


In occasione della festa della Protezione della Madre di Dio, che si celebra in tutte le Chiese ortodosse il 14 ottobre, il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha consacrato una copia dell’icona miracolosa della Madre di Dio di Vladimir, che si trova nella chiesa-museo di San Nicola in Tolmachi, presso la Galleria nazionale Tretijakov di Mosca, dove il 12 ottobre 2012 è stato tenuto il rito.
L’iniziativa di creare una copia identica a quella miracolosa è stata sostenuta dal Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill, da Sua Beatitudine il Metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina Vladimir e dall’amministrazione della regione di Kiev.
Nel giorno della festa della Protezione della Madre di Dio la nuova icona è stata portata nel monastero delle Grotte di Kiev, da dove è partita una processione, durata quindici giorni, per le chiese della regione di Kiev, conclusasi a Vyshgorod (Toompea), vicino Kiev. Qui la nuova icona sarà tenuta nel tempio dei Santi Principi Boris e Gleb, dove nel XII secolo venne portata l’icona miracolosa da Costantinopoli.
Sua Santità è stato raggiunto dal segretario della Chiesa Ortodossa Ucraina, arcivescovo di Pereyaslav-Khmelnitsky e Vishnev Aleksandr, dal rettore della chiesa di San Nicola in Tolmachi, arciprete Nikolai Sokolov, e dai chierici della chiesa.
Hanno preso parte al servizio i membri della delegazione ucraina: il governatore della regione di Kiev Aleksandr Prysiazhniuk; il direttore generale dell’amministrazione della regione di Kiev V.I. Koval; il capo del distretto amministrativo di Kiev-Svyatoshin A.V. Zajats; il consigliere del governatore O.M. Shumaev; il presidente del Dipartimento sinodale “Chiesa e cultura” della Chiesa Ortodossa Ucraina, igumena Serafina (Szewczyk). Durante il culto ha cantato il coro sinodale di Mosca, diretto da Aleksij Puzakov.
Prima del rito di consacrazione, l’arcivescovo di Pereyaslav-Khmelnitsky Aleksandr e il rettore del tempio, arciprete Nikolaj Sokolov, hanno celebrato la Divina Liturgia.
Al termine della consacrazione, il Primate della Chiesa Ortodossa Russa si è inchinato dinanzi all’icona della Madre di Dio di Vladimir; poi ha rivolto la parola primaziale. Nel suo discorso il Patriarca ha ricordato la storia dell’icona, che da Costantinopoli è stata portata a Kiev nel XII secolo e da qui a Vladimir e poi a Mosca. Ha ricordato gli eventi storici che hanno caratterizzato la vita della Rus’ in quegli anni, durante i quali la Madre di Dio di Vladimir manifestò tutta la sua speciale Protezione.
“E ora l’icona di Vladimir torna a Kiev per sottolineare l’importanza di questa speciale Protezione per la Santa Rus’, affinché attraverso le preghiere del popolo ucraino il Signore liberi il Paese dai problemi, dalle sofferenze, aiutando il popolo ad essere sempre più forte. Noi crediamo che sotto la Protezione della Regina del Cielo l’unità della Santa Rus’ sarà preservata, come conseguenza non solo della storia comune ma dell’unità di fede e dell’unità della Chiesa”.
Il Patriarca Kirill ha ringraziato il governatore di Kiev e l’arcivescovo Aleksandr, che a loro volta hanno trasmesso i saluti e i ringraziamenti di Sua Beatitudine il Metropolita Vladimir.



<< Torna Indietro

Mosca - Il Patriarca Kirill si inchina dinanzi all'icona della Madre di Dio di Vladimir
Agosto '17