Agosto 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

ELEOUSA magazine
Agosto '17

Una straordinaria figura della Chiesa russa


Nel 200° anniversario della nascita del fondatore della Palestina russa, archimandrita Antonin (Kapustin), capo della Missione ecclesiastica russa nella Città Santa di Gerusalemme negli anni 1865-1894, il Patriarca di Mosca e di tutta la Ru' Kirill ha visitato la metropolia di Kurgan, dove nella città natale di padre Antonin, il villaggio di Baturino, nella regione di Kurgan, ha preso parte alla cerimonia di inaugurazione del monumento in suo onore. L’archimandrita Antonin è nato il 12 (24) agosto 1817. Nella piccola patria di questa straordinaria figura della Chiesa russa, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha visitato la Chiesa della Trasfigurazione del Signore, dove dal 1765 i Kapustin hanno svolto il ministero sacerdotale. Durante il periodo sovietico nell’edificio della chiesa in tempi diversi ci sono stati una banca, una stazione di gasolio, una tipografia, una scuola, un deposito di macchine e trattori, e durante la Grande Guerra Patriottica il campanile divenne una torre per paracadutisti. Ora sono iniziati i lavori di restauro del tempio. Attualmente, i servizi si svolgono nella Chiesa inferiore in onore dell’icona di Kazan' della Madre di Dio.
Il busto in bronzo, realizzato dallo scultore Stanislav Goloshapov, si trova in un frutteto di mele sul lato meridionale della chiesa.
Dopo aver benedetto l'opera, Sua Santità il Patriarca Kirill ha detto in particolare: «Già durante la formazione nelle scuole religiose padre Antonin cominciò a rivelare sorprendenti talenti studiando facilmente le antiche e nuove lingue e mostrando grande interesse per la storia, inclusi i documenti storici, le fonti antiche. Non era solo un eminente scienziato, ma anche un meraviglioso praticante, e quando fu nominato in Terra Santa fece un miracolo: in condizioni in cui le leggi locali vietavano agli stranieri di comprare un terreno, acquistò i migliori siti della Palestina storica. Tra i suoi assistenti ci fu un residente locale, al quale furono registrate queste terre, che poi passarono alla Missione ecclesiastica russa a Gerusalemme».
«Il talento di padre Antonin come ricercatore e studioso si manifestò lì in pieno, - ha proseguito il Primate. - Ha iniziato ad impegnarsi in scavi scientifici, archeologici, e fu in grado di scoprire la cosiddetta Soglia della Porta del Giudizio, chiamata così perché attraverso di essa si arrivava al luogo dove veniva eseguita la pena di morte. E questo posto era una piccola collina fuori dalle mura di Gerusalemme, che sappiamo essere il Golgota. Padre Antonin si era imposto la missione di fare gli scavi nelle fondamenta dell’antico muro di Gerusalemme vicino al Golgota. Lo ha fatto, e ha trovato la soglia di questa porta, chiamata la nave, attraverso la quale le persone condannate a morte venivano portate sul luogo dell’esecuzione. Più tardi vi fu costruito il Compound della Chiesa ortodossa russa in onore di Alexander Nevskij, che esiste ancora oggi». Davanti a questa soglia fu trovata la roccia del Calvario, dove fu crocifisso Gesù.
È singolare che quest’anno ricorra anche il 135° anniversario della fondazione della Società imperiale ortodossa di Palestina.
Fondata il 3 giugno 1882 con decreto dell'imperatore Alessandro III su iniziativa di figure dello Stato e della Chiesa e rappresentanti della Casa Romanov, la Società in tutta la sua storia ha svolto compiti umanitari ed educativi, di mantenimento della pace e missioni scientifiche, volti a preservare i legami spirituali tra la Russia e la Terra Santa, l'eredità della Palestina russa, a rafforzare la presenza ortodossa russa nella regione biblica, così come a sviluppare relazioni amichevoli con i paesi e le popolazioni che abitano in una regione così importante per il destino del mondo. Il programma d'azione della Società è stato implementato con successo in Medio Oriente. Le tradizioni storiche vengono conservate e moltiplicate nella situazione attuale, i diritti dei cristiani vengono difesi, e l'attività di pellegrinaggio ed editoriale continua.



<< Torna Indietro

Monumento a padre Antonin Kapustin
Agosto '17