ELEOUSA magazine
Agosto '17

L'Università ortodossa San Tikhon di Mosca


L’Università San Tikhon è un ateneo di istruzione superiore della Chiesa ortodossa russa che si pone come obiettivo la formazione di specialisti nei seguenti ambiti: teologia ortodossa, storia della Chiesa, slavistica e russistica, lingue e letterature straniere, storia della Russia, pedagogia, economia, studi sociali, musica liturgica e arte sacra.
L’idea di creare un'università ortodossa per i laici si deve a celebri nomi dell’alta prelatura russo-ortodossa, quali il metropolita Vladimir (Bogojavlenskij) e l’arcivescovo Fedor (Pozdejevskij). Agli inizi del XX secolo solo i seminaristi potevano ricevere una vera e propria istruzione teologica nei seminari e nelle accademie. Agli inizi degli anni Venti il Patriarca Tikhon diede la sua benedizione per l’apertura di una università ortodossa a Mosca, ma realizzare il suo progetto durante il periodo sovietico si rivelò impossibile.
La storia dell’università inizia nel 1990 quando vennero istituiti i primi corsi di teologia per i missionari laici nella parrocchia di San Nicola a Kuzneckaja Sloboda, un quartiere di Mosca. Nel 1992 i corsi vennero riorganizzati, dando vita all’Istituto Teologico Ortodosso San Tikhon, con la benedizione di Sua Santità il Patriarca Alessio II. Nel 1998 l'Istituto fu riconosciuto ufficialmente dal Ministero dell’Istruzione e nel 2004 guadagnò lo status giuridico di università.
Il Senato accademico, la più alta autorità dell’ateneo, coordina la vita spirituale ed amministrativa dell’università ed è diretto dal rettore, il reverendissimo prof. Vladimir Vorob’ev. L’ateneo è suddiviso in dieci facoltà: Teologia, Missioni, Storia, Filologia, Pedagogia, Arti Sacre, Canto Liturgico, Scienze Sociali, Informatica e Matematica. I curricula di tutte le facoltà prevedono lo studio di Teologia.
A partire dal 2015 la sede centrale dell’università si trova nell’ex Palazzo diocesano di Mosca, in vicolo Lichovyi, inaugurato in occasione dell’1000° anniversario della morte di san Vladimir, pari agli Apostoli, con la consacrazione della Chiesa superiore in onore del battista della Rus' da parte di Sua Santità il Patriarca Kirill dopo i lavori di ricostruzione su vasta scala dell’intero edificio, che hanno riconsegnato alla storia un’altra pagina... crudelmente strappata.
La lotta per la riconsegna dell’ex Palazzo diocesano alla Chiesa ortodossa russa è durata più di dieci anni. Sono stati affrontati 30 processi. Solo nel 2004, grazie allo sforzo congiunto della Chiesa e del Consiglio dell’Università ortodossa San Tikhon, all’appoggio del Patriarca Alessio II e con la partecipazione del Presidente Vladimir Putin, il palazzo è stato riconsegnato alla Chiesa ortodossa russa e dato in uso all’Università San Tikhon.
L’università ha all'attivo vari progetti accademici ed educativi con istituzioni statali, istituti stranieri e fondazioni accademiche. Lavora in stretta collaborazione con centri di ricerca e di educazione in Bielorussia, Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Romania, Serbia, Svizzera, Siria e Stati Uniti. Il sistema di insegnamento delle discipline teologiche è organizzato in conformità alle tradizioni dei seminari e delle scuole teologiche ortodosse. La commissione per le tesi post-laurea coordina la discussione di tesi di dottorato nei diversi settori disciplinari.
Pubblica diverse collane di testi, tra cui manuali teologici e di storia moderna.



<< Torna Indietro

Mosca - Università San Tikhon nell'ex Palazzo diocesano
Agosto '17