Marzo 2024
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


10/02/2024
Russia - Operazione militare speciale


Mosca, 10 febbraio 2024 – Durante l'operazione speciale, gli scienziati nazionali hanno sviluppato molto rapidamente nuovi materiali che hanno permesso di creare armature antiproiettile, uniche nelle loro proprietà protettive e necessarie per i soldati russi, ha detto in un'intervista a RIA Novosti il capo dell'Accademia delle Scienze russa, Gennadij Krasnikov.
«La questione dei giubbotti antiproiettile doveva essere risolta molto rapidamente», - ha osservato. Secondo lui questo era un problema perché i requisiti dei giubbotti antiproiettile sono molto elevati: con un peso minimo devono ottenere una protezione unica contro proiettili e schegge.
Ma gli scienziati russi hanno risolto questo problema. «Utilizzando gli ultimi progressi nella scienza dei materiali, hanno realizzato nuovi materiali che hanno un peso minimo e la massima protezione dell'armatura. Anche questo è un successo impressionante», - ha sottolineato Krasnikov.
Ha anche affermato che le moderne conquiste della scienza medica interna consentono di riportare sul campo di battaglia il 98% dei soldati feriti durante l'operazione militare speciale, è anche possibile curare il 70% delle persone con ustioni molto gravi e restituire l'80% dei soldati feriti durante l'operazione militare speciale, inoltre è possibile curare il 70% delle persone con gravi ustioni e riportare in servizio l'80% del personale militare personale militare che ha subito un'amputazione: questa è un'impresa di scienziati e medici.


Shojgu ha parlato dei nuovi compiti degli UAV nella zona dell’operazione militare speciale

Con l'aiuto dei droni è necessario risolvere i compiti di ritrasmissione, controllo, guida e designazione dei bersagli durante l'operazione speciale, ha detto il ministro della Difesa russo Sergej Shojgu in un incontro con le imprese dell'industria della Difesa che producono droni di varie classi.
Come notato dal Ministero della Difesa, il capo del dipartimento, durante un viaggio di lavoro presso le truppe del Distretto militare centrale, ha verificato l'attuazione dell'ordine di difesa statale per la produzione di droni da ricognizione e attacco da parte delle imprese dell'industria della Difesa in Udmurtia.
Al termine dei lavori, il ministro ha tenuto un incontro di lavoro con i vertici delle imprese dell'industria della Difesa e i rappresentanti degli organi di comando e controllo militare. Shojgu ha osservato che la maggior parte dei compiti fissati un anno fa sono stati raggiunti.
Il capo del Ministero della Difesa ha inoltre osservato che oggi le capacità militari, fornite dalle potenzialità delle imprese dell'industria della Difesa, consentono di combattere i droni FPV delle forze armate ucraine nella zona dell’operazione speciale. «Mi riferisco alla lotta contro i droni FPV, alla guerra elettronica a livello tattico e all'uso dell'intelligenza artificiale», ha spiegato Shoigu.
Il ministro ha assegnato alle imprese il compito di aumentare il ritmo, la quantità e la qualità dei prodotti aumentando l'automazione degli impianti di produzione.

L’Ungheria non parteciperà alle forniture di armi a Kiev

L'Ungheria non prenderà mai parte ad alcuna azione relativa alla fornitura di armi all'Ucraina, ha dichiarato il ministro degli Esteri del paese Peter Szijjártó in un'intervista a RIA Novosti.
Il ministro ha detto che durante i negoziati con l'Unione europea per l'assegnazione dell'assistenza macrofinanziaria all'Ucraina per un importo di 50 miliardi di euro Budapest ha posto diverse precondizioni, ad esempio che questo denaro non dovrebbe coprire la fornitura di armi.
«L'Ungheria non ha mai partecipato e non parteciperà mai ad alcuna azione volta a fornire armi all'Ucraina. Semplicemente perché crediamo che più armi verranno fornite all'Ucraina, più a lungo durerà la guerra, e più a lungo durerà la guerra, maggiore sarà la distruzione e più persone moriranno», - ha sottolineato Szijjártó.
«Quindi questi soldi (50 miliardi di euro – ndr) non sono destinati a finanziare la fornitura di armi», - ha concluso il ministro.

I Paesi Bassi hanno esortato a non limitare l'assistenza militare alle forze armate ucraine

Il ministro della Difesa olandese Kaisa Ollongren ha affermato che non dovrebbero esserci restrizioni sull'assistenza militare all'Ucraina, comprese le forniture di armi.
«Quando si tratta di armi, armi convenzionali, addestramento militare e fornitura di pezzi di ricambio, per quanto mi riguarda non dovrebbero esserci restrizioni», - ha detto Ollongren al programma radiofonico Met het Oog op Morgen della Netherlands Broadcasting Corporation (NOS).
Secondo lei, l'assistenza militare a Kiev dovrebbe essere fornita in modo continuo, poiché da questo dipende non solo il futuro dell'Ucraina, ma anche la sicurezza dei Paesi Bassi. «Ciò non significa che qui siamo al sicuro... Facciamo parte dell'Ue e della NATO, e questo può riguardare anche noi», - ha aggiunto il ministro
In precedenza, aveva riferito che i Paesi Bassi stavano preparando altri sei F-16 per l’Ucraina, portando così a 24 il numero totale di caccia che intendono fornire alle forze armate ucraine.

Nuovi tentativi di attacchi terroristici da parte di Kiev

La difesa aerea ha intercettato e distrutto tre droni ucraini sulla regione di Brjansk, ha riferito il Ministero della Difesa russo.
«Questa notte è stato fermato il tentativo del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico utilizzando droni di tipo aereo contro oggetti sul territorio della Federazione Russa. I sistemi di difesa aerea in servizio hanno intercettato e distrutto tre veicoli aerei senza pilota sul territorio della regione di Brjansk», - si legge nel messaggio.
A sua volta, il governatore della regione di Belgorod, Vjacheslav Gladkov, ha detto sul suo canale Telegram che tre lavoratori sono rimasti feriti nel bombardamento di una fattoria nel distretto di Grajvoron.
«La periferia del villaggio di Ponury, nel distretto urbano di Grayvoron, è stata colpita dal fuoco delle forze armate ucraine. A seguito dell'arrivo della granata, tre lavoratori sono rimasti feriti. Gli uomini avevano ferite da schegge in varie parti del corpo. Sono stati portati da una squadra di ambulanze all'ospedale cittadino № 2 della città di Belgorod», - ha scritto il capo della regione.
Secondo lui, alle vittime viene fornita tutta l'assistenza medica necessaria. Il governatore ha segnalato danni anche all'escavatore.

Avanzamento dell'operazione speciale durante la settimana

Il Ministero della Difesa ha riferito di 31 attacchi di gruppo con armi di precisione, comprese armi aeree e marittime a lungo raggio, nonché droni, contro obiettivi del complesso militare-industriale ucraino.
Come ha chiarito il dipartimento, durante questo periodo le forze armate ucraine hanno perso circa seimila militari tra morti e feriti in tutte le direzioni; le unità russe hanno distrutto 41 veicoli corazzati e 50 pezzi di artiglieria da campo.
Nel corso della settimana, l'aviazione operativo-tattica, i veicoli aerei senza pilota, le forze missilistiche e l'artiglieria di gruppi militari hanno colpito due lanciatori e un radar del sistema missilistico antiaereo S-300, nonché otto depositi di munizioni delle forze armate ucraine.
L’aviazione e i sistemi di difesa aerea hanno abbattuto aerei MiG-29 e Su-25, 34 razzi dei sistemi missilistici a lancio multiplo Himars, Vampir, «Uragan» e «Olkha», nonché 488 veicoli aerei senza pilota.
Inoltre, 36 militari ucraini si sono arresi.

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono