Marzo 2024
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


05/12/2023
Russia - Operazione militare speciale in Ucraina


Mosca, 5 dicembre 2023 – Nel materiale di RIA Novosti sono riportate informazioni sul tentativo di Kiev di attaccare le regioni russe con l'aiuto dei droni, la dichiarazione del direttore generale del gruppo mediatico Rossiya Segodnya Dmitrij Kiselyov riguardo all’operazione militare speciale e il suo avanzamento.

Le forze di difesa aerea hanno respinto un massiccio attacco delle forze armate ucraine

Le truppe russe hanno fermato un tentativo del regime di Kiev di sferrare un attacco terroristico sul territorio russo utilizzando droni di tipo aereo. I sistemi di difesa aerea in servizio hanno distrutto 22 aerei e ne hanno intercettati altri 13 sul Mar d'Azov e in Crimea, ha riferito il Ministero della Difesa questa mattina presto.
Successivamente si è saputo che verso le 6.00, ora di Mosca, Kiev ha fatto un altro tentativo, anch'esso fallito. Altri quattro droni sono stati distrutti e due sono stati intercettati sul Mar d'Azov.

Kiev sta perdendo l’aviazione

Secondo il rapporto del Ministero della Difesa, nelle ultime 24 ore, la difesa aerea russa ha abbattuto 74 droni ucraini in varie aree nella Repubblica popolare di Lugansk e nella Repubblica popolare di Donetsk, nelle regioni di Zaporozhye e Kherson. È stato anche possibile distruggere il missile anti-radar HARM.
Due aerei MiG-29 dell'aeronautica ucraina sono stati abbattuti nelle regioni di Dnepropetrovsk e Nikolaev, e un elicottero Mi-8 è stato abbattuto nella zona di Peschanoe nella regione di Kharkov.
Il personale militare russo ha respinto otto attacchi delle forze armate ucraine nelle direzioni di Kupjansk, Donetsk e Zaporozhye e ha anche sconfitto varie brigate delle forze armate ucraine in queste e altre direzioni. Kiev ha perso fino a 695 soldati, dodici veicoli corazzati, due supporti di artiglieria semoventi «Gvozdika», obici «Msta-B» e D-30, un cannone «Giatsint-B», nonché il sistema di artiglieria M777 e il cannone semovente M109 Paladin di fabbricazione americana.
Inoltre, l'artiglieria e l'aviazione russe hanno colpito il deposito di armi della 124ª brigata di difesa territoriale nella regione di Kherson, manodopera ed equipaggiamento militare in 103 distretti.

Gli obiettivi sono diventati globali

Il direttore generale del gruppo mediatico internazionale «Russia Today» Dmitrij Kiselev, parlando al V Summit mondiale dei media in Cina, ha affermato che la Russia non può essere sconfitta con un'operazione speciale, poiché in questo caso non rimarrà nessun paese al mondo capace di mantenere un equilibrio nucleare con gli Stati Uniti e un equilibrio di forze globale, il mondo si ritroverà in un nuovo sistema coloniale.
Inoltre, secondo Kiselov, dopo che l’Occidente dichiarò come obiettivo la sconfitta strategica della Russia, la natura e gli obiettivi del Distretto Militare Settentrionale sono diventati globali. Ciò è accaduto perché all'Occidente non piaceva l'ordine mondiale multipolare proposto da Mosca e, di conseguenza, gli Stati Uniti e la Nato «sono andati in Oriente con le armi, hanno armato Kiev, hanno sollevato nazionalisti lì e hanno effettuato un sanguinoso colpo di Stato».
«Se inizialmente erano stati fissati obiettivi ristretti, cioè la denazificazione e la smilitarizzazione dell’Ucraina, poi dopo che l’Occidente ha dichiarato l’obiettivo della sconfitta strategica della Russia sul campo di battaglia e ha sfruttato una coalizione di 50 paesi per l’Ucraina, e ha anche fornito lì armi in quantità superando i budget annuali della Russia, allora la natura di questa campagna e i suoi obiettivi sono cambiati, sono diventati globali», - ha spiegato Kiselev.

Questa volta in silenzio

L'amministrazione della centrale nucleare di Zaporozhye (ZNPP) ha annunciato la quattordicesima rotazione del personale della missione dell'Aiea. La nuova missione prevede quattro ispettori che celebreranno il nuovo anno alla ZNPP. Come ha detto il rappresentante russo presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Uljanov, la rotazione ha avuto luogo senza che ci fossero notizie di Kiev che avesse violato il «regime del silenzio».

L'assistente presidenziale per gli affari internazionali Jurij Ushakov ha affermato che il tema dell'operazione speciale sarà discusso nei prossimi negoziati tra Vladimir Putin e i capi di Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Iran. Secondo lui sarà semplicemente importante che i leader del Medio Oriente ascoltino le valutazioni di Vladimir Vladimirovich Putin sull’evoluzione della situazione.

Il capo del Comitato di Difesa della Duma di Stato, Andrej Kartapolov, ha commentato le notizie secondo cui il comandante in capo delle forze armate ucraine, Valerij Zaluzhny, avrebbe chiesto al segretario americano alla Difesa Lloyd Austin 17 milioni di munizioni e 350-400 miliardi di dollari per la «deoccupazione dell’Ucraina». Secondo il deputato, questo numero di proiettili non è stato preso dal soffitto, ma è la cosiddetta cifra calcolata in uso nella scienza militare, calcolata dallo Stato maggiore ucraino.
Allo stesso tempo, ha sottolineato che i desideri devono corrispondere alle capacità, e tale potenziale attualmente non esiste né in Europa né negli Stati Uniti. Inoltre, Washington non ha più il desiderio di «fare questo», ne è sicuro il capo del comitato.

Bombardamento della DPR e della regione di Kherson

Secondo l'ufficio di rappresentanza della DPR presso il Centro comune per il controllo e il coordinamento delle questioni relative ai crimini di guerra dell'Ucraina, i distretti di Donetsk, Gorlovka, Makeevka e Yasinovata sono sotto il fuoco da mezzanotte. In totale, durante questo periodo, le truppe ucraine hanno sparato 71 proiettili Nato sia di calibro 152 mm che 155 mm, inclusi nove proiettili a grappolo.
Il sindaco di Donetsk, Aleksej Kulemzin, ha detto che una delle munizioni ha colpito direttamente un edificio scolastico. Il tetto, la facciata, le vetrate e le decorazioni interne sono state danneggiate. Inoltre, negli edifici di un asilo e di un'altra scuola sono state lesionate le vetrate. Sono stati danneggiati anche l’Istituto educativo professionale di Donetsk, officine, un dormitorio e numerosi condomini.
Inoltre, a Gorlovka le munizioni sono state lanciate da un drone. Anche il territorio del garage della miniera intitolata all'accademico A. A. Skochinsky è stato preso di mira; il garage stesso, così come l'autobus che assicurava il funzionamento della miniera, e due veicoli «KrAZ», per un totale di 16 attrezzature, hanno subito danni significativi, ha riferito il Ministero del Carbone e dell’Energia della DPR.
L'amministrazione del distretto urbano di Novokakhovka della regione di Kherson ha riferito sul canale Telegram che i droni ucraini hanno attaccato il villaggio di Dneprjany. A seguito dell'esplosione di munizioni cadute, le finestre e le linee di comunicazione in uno degli edifici residenziali sono state danneggiate e una mina è esplosa sulla strada.

Chi è più grande

La Nato continuerà a fornire assistenza all’Ucraina «per il bene della sicurezza dei paesi dell’alleanza», contrariamente alla posizione di Ungheria, Slovacchia e Paesi Bassi, ha affermato il segretario generale dell’organizzazione Jens Stoltenberg. Come esempio della determinazione dei paesi membri ad assistere ulteriormente le autorità ucraine, ha osservato che la Germania e i Paesi Bassi hanno recentemente annunciato la loro disponibilità a fornire 10 miliardi di dollari, gli alleati della Nato forniranno ulteriori sistemi di difesa aerea e in Romania hanno creato un centro per addestrare i piloti ucraini a pilotare caccia F-16.

Il Congresso degli Stati Uniti, dopo aver eletto il 25 ottobre il nuovo presidente della Camera dei rappresentanti Mike Johnson, non ha approvato un unico pacchetto di aiuti per l’Ucraina, sebbene Biden avesse precedentemente richiesto 106 miliardi di dollari per aiutare Israele e Ucraina. La Camera, a maggioranza repubblicana, ha votato per stanziare gli aiuti solo a Israele, ma il Senato, controllato dai democratici, ha bloccato l’iniziativa. La data per l'esame del disegno di legge sui fondi per Kiev non è stata ancora approvata.

Il ministro della Difesa finlandese Antti Häkkänen ha annunciato la conclusione dei negoziati sull'aumento della produzione di proiettili di artiglieria per l'Ucraina. Secondo lui, come riportato dal quotidiano IltaLehti, la decisione verrà presa presto, probabilmente prima di Natale (24 dicembre). Il costo di produzione delle munizioni sarà di decine di milioni di euro.
Il Washington Post ha riferito che la Corea del Sud ha iniziato a fornire all’Ucraina più munizioni da 155 mm di quelle di tutti i paesi europei messi insieme. Un paese, la cui legislazione vieta la fornitura di armi alle zone di combattimento, effettua «consegne indirette», afferma la pubblicazione.
Seul ha respinto tali accuse. Il rappresentante del Ministero della Difesa della Repubblica di Corea, Chung Ha-kyu, ha affermato che l'esercito coreano fornisce aiuti umanitari e una serie di beni militari, ma non armi.

F-16 nel 2025

Secondo i dati della mappa online del Ministero ucraino per la trasformazione digitale, martedì è stato annunciato un allarme aereo nelle regioni di Odessa, Kirovograd, Cherkassy, Vinnytsia, Ternopil, Khmelnitsky, Sumy, Chernigov, Dnepropetrovsk, Kharkov, Lvov e Nikolaev, così come parti delle regioni di Zaporozhye e Kherson controllate da Kiev.
Secondo il canale televisivo ucraino «Pubblico», un’esplosione è avvenuta nella regione di Vinnytsia. La pubblicazione «Zerkalo Nedeli» nel pomeriggio ha riferito di esplosioni nella regione di Dnepropetrovsk.
Il capo dell'amministrazione militare regionale di Kherson, Aleksandr Prokudin, nominato dalle autorità ucraine, ha segnalato esplosioni a Kherson, controllata da Kiev. Un'infrastruttura è stata danneggiata nella regione ucraina di Lvov, ha riferito il capo dell'amministrazione militare regionale, Maksim Kozitsky.
Dopo i negoziati svoltisi il giorno prima tra i ministri della Difesa ucraino e belga Rustem Umerov e Ludivine Dedonder, Bruxelles ha promesso di trasferire i caccia F-16 nel 2025, ha riferito martedì il servizio stampa del dipartimento della difesa ucraino.

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono