Febbraio 2023
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


23/01/2023
Russia - Armi ucraine nelle centrali nucleari


Mosca, 23 gennaio 2023 – Le forze armate ucraine stanno immagazzinando armi e munizioni fornite dall'Occidente nei territori delle centrali nucleari nella speranza che l'esercito russo non colpisca questi arsenali, ha affermato il capo del Servizio di Intelligence estero russo, Sergej Naryshkin.

Avanzamento dell'operazione speciale

Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, l'artiglieria russa ha attaccato l'esercito ucraino nelle direzioni di Kupyansk, Krasno-Liman, Zaporizhya, Dnipro, due stazioni radar di controbatteria AN/TPQ-50 di fabbricazione statunitense sono stati distrutti e una di AN/TPQ -37, nonché un lanciarazzi multiplo americano HIMARS.
I sistemi di difesa aerea russi hanno abbattuto tre droni ucraini e intercettato 14 razzi HIMARS.
L'insediamento di Krasnopolye è stato liberato nella DPR, ha affermato il Ministero della Difesa russo.
Le truppe ucraine sono state cacciate dal villaggio di Kamenskoye nella regione di Zaporizhya, ha detto il presidente del movimento «Siamo con la Russia», membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporizhya, Vladimir Rogov.
L'esercito ucraino, lasciando Soledar, ha cercato di distruggere le miniere di sale, ha minato le comunicazioni dall'interno, ma tutto sarà ripristinato, ha detto Denis Pushilin, capo ad interim della DPR.
I combattimenti sono in corso nella parte orientale e meridionale di Artemovsk, e presto sarà possibile parlare dell'accerchiamento operativo delle truppe ucraine nella città, ha affermato Apty Alaudinov, comandante delle forze speciali «Akhmat» e vice comandante del 2° corpo d'armata della milizia popolare della LPR.
Il capo del Consiglio europeo, Charles Michel, ha affermato che le prossime 2-3 settimane saranno decisive nel conflitto in Ucraina, determineranno in gran parte il «nostro» futuro.
I terminali satellitari russi per le comunicazioni militari sono stati consegnati a una delle brigate di artiglieria della DPR, sono in fase di test e mostrano buoni risultati, ha affermato Dmitry Rogozin, ex direttore generale di Roskosmos, capo del gruppo di consiglieri militari «Lupi dello zar».
Rogozin ha anche affermato che le immagini satellitari hanno permesso di individuare l'obice da cui è stato effettuato l’attentato a Donetsk il 21 dicembre, il suo equipaggio di combattimento è monitorato e sarà distrutto.

La situazione in Ucraina, Ue e Usa

Il capo del Servizio di Intelligence estero, Sergeij Naryshkin, ha affermato che l'esercito ucraino sta accumulando armi e munizioni occidentali nei territori della centrale nucleare, nell'aspettativa che l'esercito russo non li colpisca. Questo vale per i missili militari ucraini più costosi e carenti dell'MLRS HIMARS e per i sistemi di difesa aerea stranieri, nonché per le munizioni di artiglieria di grosso calibro.
Il deputato della Verkhovna Rada dell'Ucraina Geo Leros ha dichiarato di aver inviato una dichiarazione all'Ufficio nazionale anticorruzione (NABU) in cui accusava il capo dell'ufficio di Volodymyr Zelensky, Andrij Yermak, di appropriazione indebita della quota dell'ex deputato Viktor Medvedchuk in una holding di costruzioni.
Il nuovo capo del Ministero della Difesa tedesco, Boris Pistorius, ha affermato che la Germania non è ancora pronta a fornire carri armati Leopard a Kiev. Secondo il viceministro degli Esteri della Polonia, Arkadiusz Mulyarchik, la Germania andrà in isolamento se non accetterà di fornire carri armati Leopard all'Ucraina.
L'Estonia darà all'Ucraina tutti i suoi obici da 155 mm, ha dichiarato l'ambasciatore estone a Kiev Kaimo Kuusk.
Il Pentagono ha detto che prevede di consegnare il BMP Bradley all'Ucraina nelle prossime settimane.
L'ex ministro degli Esteri polacco, Radoslav Sikorski, ha affermato che nella fase iniziale dell'operazione militare speciale della Russia, Varsavia stava valutando l'opzione di dividere l'Ucraina.
L'Ungheria al Consiglio dei ministri degli Esteri dell'Ue ha chiesto aiuto ai paesi dell'Ue per l'oppressione degli ungheresi in Transcarpazia in Ucraina.

Trattative e mobilitazione parziale

La Russia non rifiuta i negoziati sull'Ucraina, ma più a lungo l'Occidente li evita, più difficile è la situazione, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov.
Non ci sono ora le condizioni per i negoziati tra Russia e Ucraina, né de facto né de jure, ha affermato l'addetto stampa del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov.
Peskov ha anche commentato la mancanza di un documento sul completamento della mobilitazione parziale: oltre alla bozza, che è stata completata, include altri compiti necessari per il Ministero della Difesa, essi sono in fase di attuazione.

Neutralizzazione dei sabotatori

Un cittadino russo con l'identificativo di chiamata «Aleksandro» su istruzioni dei servizi speciali ucraini ha pianificato un attacco terroristico nel Caucaso settentrionale contro agenti di polizia, è stato arrestato e ha confessato, ha detto l'FSB.
Più di 300 kg di esplosivo sono stati trovati dagli agenti di sicurezza in un nascondiglio, attrezzato da un soldato ucraino nel distretto di Kremenskij della LPR, ha detto una fonte delle forze dell'ordine.

(Fonte: RIA Novosti)



<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono