Febbraio 2023
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


22/01/2023
Russia - Conquistate nuove posizioni a Zaporizhya


Mosca, 22 gennaio 2023 - L'esercito russo ha effettuato operazioni offensive nella direzione di Zaporizhya e ha preso posizioni e linee più vantaggiose lì, distruggendo fino a 85 soldati ucraini e 6 pezzi di equipaggiamento, ha detto domenica il Ministero della Difesa russo.
Inoltre, secondo il Ministero della Difesa russo, i militari e i volontari russi hanno inflitto danni da fuoco alle unità nemiche nelle aree di quattro insediamenti nella DPR, distruggendo più di 80 soldati ucraini, e nelle direzioni di Kupyansk e Krasno-Liman, Kiev ha perso più di 130 persone al giorno. Durante il giorno, i sistemi di difesa aerea russi hanno abbattuto un aereo d'attacco ucraino Su-25, 9 droni, due proiettili di MLRS HIMARS e un missile anti-radar HARM.
Allo stesso tempo, un rappresentante dei servizi di emergenza di Kherson ha affermato che gli artiglieri hanno attaccato una base di riparazione allestita da militanti ucraini nella zona industriale e hanno anche distrutto un mortaio da 120 mm e una stazione radar per il combattimento di controbatteria delle truppe ucraine nel villaggio di Sadovoe, eliminati 8 soldati ucraini, feriti 9 di stanza lì. Inoltre, il Ministero della Difesa russo ha riferito che l'aviazione russa, le truppe missilistiche e l'artiglieria hanno colpito il posto di comando della 128ª brigata d'assalto di montagna delle truppe ucraine nella regione di Zaporizhya, nonché la forza lavoro e le attrezzature in 119 distretti.

Bombardamenti da parte delle truppe ucraine

Domenica notte, le truppe ucraine hanno continuato a bombardare il distretto di Kiev di Donetsk, sparando tre proiettili «Nato» di calibro 155 millimetri, ha segnalato l'ufficio di rappresentanza della Repubblica popolare di Donetsk presso il Centro congiunto per il controllo e il coordinamento delle questioni relative ai crimini di guerra dell'Ucraina ( JCCC). Successivamente, il centro ha riferito che le truppe ucraine hanno sparato anche contro Ilovaysk di notte, sparando un missile operativo-tattico «Tochka-U».
A sua volta, un rappresentante dei servizi di emergenza di Kherson ha affermato che le truppe ucraine hanno sparato di notte contro cinque insediamenti nella regione, sparando almeno 40 proiettili contro città e villaggi. A seguito dei bombardamenti di artiglieria delle truppe ucraine, l'edificio dell'ospedale Novokakhovskaya è stato danneggiato, ha riferito in seguito il Ministero della Salute della regione di Kherson.
A mezzogiorno, le truppe ucraine hanno sparato di nuovo contro il distretto di Kiev di Donetsk, sparando due proiettili «Nato» di calibro 155 millimetri. Secondo il JCCC, un civile è rimasto ferito a causa dei bombardamenti. Successivamente, le truppe ucraine hanno anche bombardato Staromikhaylovka e il distretto Petrovsky di Donetsk, sparando 10 proiettili «Nato» di calibro 155 millimetri in meno di un'ora.
Le autorità del distretto urbano di Novokakhovka hanno riferito che i bombardamenti delle truppe ucraine sono stati effettuati vicino a Nova Kakhovka, i danni alle linee elettriche hanno portato a un blackout in otto villaggi della zona. L'amministrazione di Nova Kakhovka ha successivamente annunciato che gli edifici residenziali della popolazione civile di Nova Kakhovka nella regione di Kherson sono stati sottoposti a nuovi bombardamenti da parte delle truppe ucraine e che attualmente sono in corso lavori di salvataggio.
Dopo pranzo, le truppe ucraine hanno sparato altri cinque proiettili «Nato» di 155 millimetri contro il distretto Kuibyshevskyi di Donetsk.

Riguardo all'operazione speciale

Il presidente della Duma di Stato Vjacheslav Volodin ha affermato che la fornitura di armi offensive da parte dell'Occidente a Kiev porterebbe a una catastrofe globale e misure di ritorsione russe utilizzando armi più potenti.
Il deputato della Duma di Stato della regione della Crimea, Mikhail Sheremet, ha dichiarato a RIA Novosti che l'espansione dei confini dell'operazione speciale in Ucraina dipenderà, tra le altre cose, dalle azioni e dal sostegno delle autorità di Kiev da parte dei paesi occidentali.
Il leader del movimento francese «Patrioti», Florian Filippo, ha definito una vergognosa farsa la situazione in cui Volodymyr Zelensky richiede forniture di armi dalla Francia, e ha auspicato che questa «farsa» finisca.
Il vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani ha affermato che l'importo totale dell'assistenza militare italiana all'Ucraina ammonta a circa un miliardo di euro, aggiungendo che l'assistenza sarà continuata. Ha rilevato che è attualmente in preparazione un sesto pacchetto di aiuti e ha confermato che l'Italia, in collaborazione con la Francia, sta completando i lavori per l'invio del sistema di difesa aerea Samp/T. Inoltre, ha detto, «ci sono altre attività su cui stiamo lavorando in modo confidenziale».
L'alto rappresentante dell'Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell ha dichiarato in un'intervista al quotidiano El Diario che la Germania è un paese che per molti versi non consente all'Ue di prendere decisioni sulla fornitura di carri armati all'Ucraina. Allo stesso tempo, ha osservato che nonostante il fatto che la fornitura di armi offensive possa essere una decisione molto rischiosa, che può portare a un'escalation, i paesi dell'Ue devono ora assumersi questo rischio. In questo contesto, ha spiegato che la controversia sulla fornitura di aerei da combattimento è già stata risolta. I Paesi dell'Unione stanno invece fornendo armi antiaeree, che hanno dimostrato la loro efficacia nel contesto del conflitto.

Il comandante delle forze congiunte delle forze armate ucraine, il tenente generale Serhiy Naev, ha dichiarato alla CNN che gli ucraini stanno creando nuove unità in previsione di una nuova assistenza militare dall'Occidente, anche nella speranza di una fornitura di carri armati moderni. Si noti che i comandanti ucraini stanno cercando di addestrare unità su un certo tipo di armi, comprese nuove armi e attrezzature inviate dai paesi occidentali, per poi integrarle nelle formazioni esistenti.
Francia e Germania continueranno a fornire assistenza all'Ucraina in tutti i settori, ha detto domenica il presidente francese Emmanuel Macron parlando alla Sorbona in occasione del 60° anniversario della firma del trattato franco-tedesco.
Il primo ministro giapponese Fumio Kishida sta valutando la possibilità di visitare Kiev a metà febbraio in circostanze favorevoli per incontrare Volodymyr Zelensky, ha scritto il quotidiano Yomiuri. Si presume che, a seguito dei risultati dell'incontro, le parti possano rilasciare una dichiarazione congiunta di condanna della Russia. Inoltre, Kishida, in qualità di leader del paese che presiede il G7 quest'anno, intende riaffermare la sua intenzione di continuare a fornire assistenza all'Ucraina.

(Fonte: RIA Novosti)



<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono