Febbraio 2023
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


22/11/2022
Russia - Inaugurato il monumento a Fidel Castro


Mosca, 22 novembre 2022 - Vladimir Putin e il presidente cubano Miguel Díaz-Canel Bermudez hanno inaugurato a Mosca il monumento a Fidel Castro. L'opera, dello scultore Aleksey Chebanenko e dell'architetto Andrej Belogo è una figura in bronzo dello statista cubano montato su un piedistallo di granito.

* * *

Interventi alla cerimonia di inaugurazione del monumento a Fidel Castro

Vladimir Putin: Caro signor Presidente! Cari ospiti cubani, moscoviti, amici!

Ci siamo riuniti qui, nella piazza intitolata a Fidel Castro, per scoprire il monumento a questa eccezionale figura statale e politica, il fondatore del moderno Stato cubano.

Fidel Castro ha dedicato tutta la sua vita alla lotta disinteressata per il trionfo delle idee di bontà, pace e giustizia, per la libertà dei popoli oppressi, per una vita dignitosa per la gente comune e l'uguaglianza sociale.

È giustamente considerato uno dei leader più brillanti e carismatici del turbolento e drammatico XX secolo, una personalità davvero leggendaria, simbolo di un'intera epoca: l'era dei movimenti di liberazione nazionale, del crollo del sistema coloniale e della creazione di nuovi stati liberi e indipendenti dell'America Latina e dell'Africa.

Fidel e i suoi associati hanno sempre difeso altruisticamente la sovranità del loro paese natale; non ne hanno permesso la rottura con l'intervento di mercenari, sanzioni, embargo finanziario ed economico, tentativi di isolamento esterno; ha difeso il diritto di Cuba al proprio modello di sviluppo secondo i valori nazionali e non imposti dall'esterno; ha fatto in modo che il mondo tenga conto dell'opinione di Cuba e ne rispetti gli interessi.

Per molte generazioni di nostri concittadini, l'immagine del Comandante è sempre stata ricoperta di gloria romantica, coraggio e vittorie. Nelle parole della famosa canzone sovietica «Cuba - amore mio!» i nostri sinceri ed entusiasti sentimenti si sono riflessi non solo per l'Isola della Libertà e per l'intero popolo cubano, ma anche direttamente per Fidel, la cui forza, energia e volontà inflessibile ha attratto e attrae ancora come una calamita.

Ho avuto la fortuna, cari amici, di incontrare Fidel Castro in diverse occasioni e nella mia memoria rimangono molte ore di conversazioni con lui, in particolare la nostra ultima conversazione nel luglio 2014.

Ha parlato di cose sorprendentemente in sintonia con il tempo – il tempo della formazione di un ordine mondiale multipolare: che l'indipendenza e la dignità non si scambiano, che ogni nazione ha il diritto al libero sviluppo, a scegliere la propria strada, e in un mondo veramente giusto non dovrebbe esserci spazio per la dittatura, il saccheggio e il neocolonialismo. La sua conoscenza enciclopedica, la profonda comprensione dell'essenza degli eventi, l'acutezza mentale, l'accuratezza delle valutazioni erano sorprendenti.

Fidel era un vero amico del nostro Paese, veniva spesso da noi e nel 1963 viaggiò per quasi tutta l'Unione Sovietica. Era sempre un gradito ospite di Mosca e amava moltissimo la nostra capitale, amava questa città. Come disse lo stesso Fidel, era pronto a venire in Russia in qualsiasi momento: estate e inverno, con o senza neve.

Il nostro paese ha sempre sostenuto il popolo cubano amante della libertà e la leadership della repubblica. E sappiamo che questo è reciproco. Cuba è stata, è e, ne sono certo, sarà sempre il nostro coerente partner strategico e alleato negli affari mondiali.

Cari amici!

L'amicizia russo-cubana, lasciataci in eredità da Fidel Castro, è l'eredità comune dei nostri popoli. E Voi, signor Presidente, che rappresentate la nuova generazione di leader cubani, state dando un enorme contributo allo sviluppo di relazioni amichevoli e di fiducia tra i nostri Paesi.

Insieme rafforzeremo ulteriormente la nostra alleanza e insieme difenderemo i grandi valori di libertà, uguaglianza e giustizia.

Grazie per l'attenzione.


Miguel Díaz-Canel Bermudez (come tradotto): Stimato e caro compagno Vladimir Vladimirovich Putin, Presidente della Federazione Russa! Cari amici russi!

È un grande onore per me prendere parte all'inaugurazione del monumento al leader storico della Rivoluzione cubana, il comandante in capo Fidel Castro Ruz.

Desidero innanzitutto ringraziare per la partecipazione a questo solenne evento il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, che ha avuto l'onore di conoscere personalmente Fidel e di intrattenere lunghe conversazioni con lui durante le sue visite a Cuba nel dicembre 2000 e poi nel luglio 2014 .

Sono anche grato ai membri della Società storica militare russa, alla Duma della città di Mosca, e in particolare allo scultore Aleksej Dmitrievich Chebanenko per una così nobile iniziativa.

Cari amici!

La personalità del Comandante in Capo è strettamente connessa con l'amicizia che si è instaurata tra i nostri popoli e governi per più di 60 anni. Fidel ha capito molto bene l'essenza dei rapporti di fratellanza che uniscono i nostri paesi. Ha sempre avuto rapporti cordiali con i leader sovietici e russi. Conosceva e ammirava Yuri Gagarin e Valentina Tereshkova, i grandi cosmonauti russi. Ha sempre ammirato l'enorme forza d'animo del popolo sovietico durante la Grande Guerra Patriottica, il suo eroismo e la capacità di sacrificarsi per salvare l'umanità dal fascismo.

Fidel ha visitato per la prima volta l'Unione Sovietica nel 1963 e ha viaggiato per oltre 40 giorni nelle città più importanti, tra cui Leningrado, una città che ha onorato per il suo epico blocco di 900 giorni da parte dell'esercito nazista.

Questa storica visita ha rafforzato l'amore del nostro leader storico per questo paese fraterno e la nascente amicizia tra i nostri popoli, che continua ancora oggi.

Negli anni successivi visitò molte volte l'Urss, l'ultima volta nel novembre 1987 per partecipare ad eventi in occasione del 70° anniversario della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre.

Fino alla fine della sua vita, ha seguito con particolare interesse ciò che accadeva in questo grande Paese, si è tenuto aggiornato su ogni evento, ogni notizia relativa alla Russia e ha attribuito particolare importanza al suo ruolo nella politica mondiale.

A questo proposito, possiamo dire che questo monumento è anche un omaggio all'amicizia tra Russia e Cuba, che ha basi molto solide.

Cari amici, compagni!

Voglio ricordare con profonda gratitudine le parole che il presidente Vladimir Vladimirovich Putin scrisse a nome del popolo russo quando Fidel morì sei anni fa. Cito: «Fidel Castro era un vero amico della Russia, di cui potevamo fidarci. Ha dato un enorme contributo alla formazione e allo sviluppo delle relazioni russo-cubane, una stretta cooperazione strategica in tutti i settori». Fine della citazione.

Oggi, davanti a Voi, confermiamo che le nuove generazioni di cubani, che occupano in modo coerente e organizzato incarichi pubblici e di governo nel Paese, sono impegnate a continuare l'amicizia e la solidarietà con la Federazione Russa.

Posso parlarVi a nome del popolo e del governo cubano della nostra lealtà all'eredità di Raul e Fidel riguardo all'amicizia che hanno costruito per tanti anni con l'Urss e poi con la Federazione Russa. I legami che uniscono Russia e Cuba sono indissolubili. Fidel ha gettato le basi, ha sviluppato queste relazioni: dobbiamo mantenerle e continuarle. La Russia sa che può continuare a contare su Cuba.

Gloria eterna al leader storico della Rivoluzione Cubana, il Comandante in Capo Fidel Castro Ruz!

Grazie mille.

(Fonte: kremlin.ru)




<<Torna Indietro

Mosca – Vladimir Putin con il presidente di Cuba Miguel Díaz-Canel Bermudez alla cerimonia di inaugurazione del monumento a Fidel Castro. Foto: Sergej Guneev, RIA Novosti.
Mosca – Vladimir Putin con il presidente di Cuba Miguel Díaz-Canel Bermudez alla cerimonia di inaugurazione del monumento a Fidel Castro. Foto: Sergej Guneev, RIA Novosti.
 Mosca – Vladimir Putin con il presidente di Cuba Miguel Díaz-Canel Bermudez alla cerimonia di inaugurazione del monumento a Fidel Castro. Foto: Sergej Savostyanov, TASS.
Mosca – Vladimir Putin e il presidente di Cuba Miguel Díaz-Canel Bermudez partecipano alla cerimonia di inaugurazione del monumento a Fidel Castro. Foto: Sergej Savostyanov, TASS.
 Mosca – Il monumento a Fidel Castro. Foto: Sergej Savostyanov, TASS.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono