07/09/2022
Russia - Attacco delle forze ucraine a Melitopol


Mosca, 7 settembre 2022 - A Melitopol è stata fatta saltare in aria la sede del movimento «Siamo insieme alla Russia», i dettagli delle vittime sono stati specificati, ha affermato il presidente dell'organizzazione e membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporizhzhya Vladimir Rogov nel canale Telegram.
«L'Ucraina ha nuovamente commesso un attacco terroristico, il quartier generale di Melitopol è stato fatto saltare in aria – lungo via Lomonosov, 234», - ha scritto.

Come ha notato Rogov, le forze armate ucraine hanno aperto il fuoco su Melitopol e Berdyansk dopo la pubblicazione dei risultati di un sondaggio sul sostegno dei residenti della regione per il voto sull'adesione alla Russia.

Mercoledì scorso, l'Istituto repubblicano di Crimea per la ricerca politica e sociologica (Ripsi) ha pubblicato i dati del sondaggio dal 1 al 2 settembre. Lo studio ha mostrato che l'83% degli intervistati nella regione di Zaporizhya è pronto a prendere parte al voto, mentre l'86% degli intervistati è favorevole all'adesione della regione alla Russia, ha spiegato il membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporizhzhya.

Andrey Turchak, segretario del consiglio generale del partito Russia Unita, ha affermato che il voto nel Donbass e nei territori liberati dovrebbe tenersi nel Giorno dell'Unità nazionale - 4 novembre, poiché questa data unisce tutti nello spazio del «mondo russo».
«ER»ha aperto a metà agosto la sede di «Siamo insieme alla Russia» a Melitopol. I suoi volontari forniscono assistenza umanitaria mirata ai residenti locali.

Dal 24 febbraio, la Russia sta conducendo un'operazione militare speciale per denazificare e smilitarizzare l'Ucraina. Come ha affermato Vladimir Putin, il suo obiettivo finale è la liberazione del Donbass e la creazione di condizioni che garantiscano la sicurezza della stessa Russia.
Durante l'operazione speciale, l'esercito russo ha preso il controllo della parte Azov della regione di Zaporizhya e dell'intera regione di Kherson, occupando città come Kherson, Melitopol e Berdyansk, e tagliando l'ex repubblica sovietica dal Mar d'Azov. Nuove amministrazioni sono state formate nelle regioni, canali televisivi e radiofonici russi stanno trasmettendo, vengono ripristinati i collegamenti commerciali e di trasporto con la Crimea. Le regioni hanno annunciato l'intenzione di entrare a far parte della Russia.

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono