06/09/2022
Russia - Liturgia patriarcale a Mosca


Mosca, 6 settembre 2022 - Nella festa del trasferimento delle reliquie di san Pietro, taumaturgo, metropolita di Kiev, di Mosca e di tutta la Rus’, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha celebrato la Divina Liturgia nella Cattedrale patriarcale della Dormizione del Cremlino di Mosca.

All'arrivo nella cattedrale, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha venerato le sacre reliquie di san Pietro, che riposano nell'altare.

Sua Santità il Patriarca Kirill ha celebrato con i paramenti realizzati secondo il modello iconografico dei paramenti di san Pietro e con una copia del suo pastorale.

Hanno concelebrato con Sua Santità: il vescovo Siluan di Pavlovo-Posad, vice-direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il vescovo Foma di Sergiev Posad e Dmitrov, vicario della Lavra della Trinità di San Sergio; il protopresbitero Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ per la città di Mosca; l'archimandrita Aleksij (Turikov), segretario personale di Sua Santità il Patriarca Kirill; l'arciprete Alexander Farkovets, decano del decanato del Don della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa della Deposizione della Veste in via Donskaya a Mosca; l'arciprete Sergij Dikij, decano del decanato di Tutti i Santi della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa del Grande Martire Giorgio il Vittorioso nel distretto Koptevo di Mosca; l'arciprete Dimitrij Kuvyrtalov, decano del decanato di Sant’Elia della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa dell'Arcangelo Michele a Letovo di Mosca; l'arciprete Georgij Klimov, decano del decanato della Trinità della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa in onore dell'icona della Madre di Dio «Gioia inaspettata» a Maryina Roshcha a Mosca; l'arciprete Serafim Nedosekin, decano del decanato di San Giorgio della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa del Grande Martire Giorgio il Vittorioso sulla collina Poklonnaya a Mosca; l'arciprete Andrej Shumilov, rettore della Chiesa dell'Arcangelo Michele presso le cliniche di Devichye Pole a Mosca; l'arciprete Vjacheslav Shestakov, rettore delle chiese del podvorje patriarcale di Zaryadye a Mosca, decano della Cattedrale patriarcale della Dormizione e delle chiese del Cremlino di Mosca; i membri del Consiglio diocesano di Mosca e il clero metropolitano.

Gli inni liturgici sono stati eseguiti dal coro del podvorje patriarcale delle Chiese di Zaryadye a Mosca (diretto da D. S. Vedernikov).

Al servizio divino hanno partecipato il deputato della Duma di Stato dell'Assemblea federale della Federazione Russa, N.Yu. Chaplin, e il presidente del Consiglio di vigilanza del Movimento pubblico panrusso «Russia ortodossa» M.M. Ivanov.

Il servizio patriarcale è stato trasmesso in diretta sui canali televisivi «Unione» e «Il Salvatore» e sul sito ufficiale della Chiesa ortodossa russa Patriarhiya.ru.

Durante la litania per i defunti, sono state presentate petizioni per il riposo dell'anima dell'arciprete Nikolaj Teteryatnikov, rettore della Chiesa della Grande Martire Caterina a Murino, nella regione di Leningrado, appena scomparso.

Durante la Liturgia, Sua Santità Vladyka ha ordinato al rango di presbitero il diacono Kirill Voskresensky, chierico della Chiesa degli Apostoli Pietro e Paolo, podvorje patriarcale nel quartiere Troparevo di Mosca.

Il sermone prima della comunione ai Santi Misteri di Cristo è stato pronunciato dallo ieromonaco Onisim (Bamblevskij), presidente del Dipartimento per l’educazione religiosa della diocesi di Mosca, rettore della Chiesa di San Nicola di Myra a Podkopay di Mosca.

Al termine della Liturgia è stato eseguito il servizio di lode (slavlenie) presso le reliquie di San Pietro, taumaturgo, metropolita di Kiev, di Mosca e di tutta la Rus’. Sua Santità il Patriarca Kirill ha letto una preghiera presso l’arca con le reliquie del santo.

Quindi il Primate della Chiesa ortodossa russa si è rivolto ai fedeli con la parola primaziale.

Come dono alla Cattedrale della Dormizione, il deputato della Duma di Stato dell'Assemblea Federale della Federazione Russa N. Yu. Chaplin ha consegnato il Vangelo, che, come ha notato, «con la benedizione di Sua Santità il Patriarca, i migliori gioiellieri russi hanno realizzato in oltre due anni».

Accettando il dono, Sua Santità Vadyka ha ringraziato N.Yu. Chaplin sottolineando che storicamente molti oggetti di valore della Chiesa «erano i contributi di persone facoltose, per le quali il destino della Chiesa, il destino del Paese era il loro stesso destino».

“È molto importante che questa meravigliosa tradizione di buone azioni continui nel nostro paese oggi, e Voi siete una delle personalità iconiche che continuano questa meravigliosa tradizione di buone azioni. Il Signore Vi custodisca e Vi rafforzi sui sentieri della Vostra vita!», - ha aggiunto il Primate rivolgendosi al deputato.

In conclusione, Sua Santità il Patriarca Kirill si è congratulato con tutti i partecipanti al servizio divino per la festa.

_______

Per ordine del deputato della Duma di Stato dell'Assemblea federale della Federazione Russa N. Yu. Chaplin, un gruppo di esperti nel campo dell'arte orafa applicata alla Chiesa, compresi i rappresentanti del clero, ha sviluppato un concetto per il recupero degli utensili perduti del principale tempio storico della Chiesa ortodossa russa: la Cattedrale patriarcale della Dormizione del Cremlino di Mosca. Il primo contributo nella restaurata sagrestia della Cattedrale della Dormizione è stato il Vangelo d'altare. Per realizzarlo, è stato preso come base una copia di quello del XVI - inizio XVII secolo (1613), il prezioso contributo del principe Dmitry Mikhailovich alla sagrestia del Monastero delle Solovki. In futuro, per la Cattedrale della Dormizione verranno realizzati e trasferiti: croci d'altare, incensieri di servizio, un tabernacolo, l'icona della Dormizione della Madre di Dio. Il Vangelo d'altare, così come altri oggetti liturgici, sono realizzati dai maestri della Gioielleria artistica «Apostol».

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono