06/09/2022
Russia - Operazione militare speciale in Ucraina


Mosca, 6 settembre 2022 - L'Aiea martedì ha pubblicato un rapporto sui risultati dell'ispezione alla centrale nucleare di Zaporizhya la scorsa settimana. Nel rapporto, l'agenzia ha chiesto un cessate il fuoco e la creazione di una zona di protezione intorno alla stazione, ma non ha nominato il colpevole degli attacchi.
Allo stesso tempo, Kiev ha continuato a bombardare Energodar e la centrale nucleare di Zaporizhya, dopo il bombardamento, lo sfondo delle radiazioni rimane normale.

L'Aiea ha pubblicato un rapporto sulla centrale nucleare di Zaporizhya

Martedì pomeriggio l'Aiea ha pubblicato un rapporto sui risultati dell'ispezione presso la centrale nucleare di Zaporizhya. Il rapporto dell'agenzia rileva che tutte le parti hanno bisogno di un accordo per creare una zona di protezione attorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhya al fine di evitare danni, che tutte le ostilità che potrebbero influenzare i sistemi di alimentazione dell'impianto devono essere interrotte e che sono necessarie esercitazioni per mettere in pratica una risposta efficace in caso di emergenza presso la centrale e la missione è pronta ad aiutare.
Va notato che, sebbene i bombardamenti in corso non abbiano portato a un'emergenza nucleare, continuano a rappresentare una minaccia continua per la sicurezza nucleare con potenziale impatto su funzioni critiche che potrebbero avere con potenziali implicazioni radiologiche.
Allo stesso tempo, il rapporto dell'agenzia non contiene informazioni su di chi è la colpa del bombardamento della centrale nucleare di Zaporizhya.
Il capo della commissione per gli affari internazionali della Duma di Stato e leader del Partito liberaldemocratico, Leonid Slutsky, commentando il rapporto, ha affermato che tutte le richieste di cessate il fuoco dovrebbero essere rivolte rigorosamente a Kiev.
Volodymyr Rogov, membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporizhzhya, ha affermato che la zona di sicurezza intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhya è stata assicurata, le minacce terroristiche provengono solo dalle autorità di Kiev e la delegazione dell'Aiea ha chiuso un occhio sulla situazione con il bombardamento della centrale nucleare da parte dell'Ucraina e si è ritirata dalle sue funzioni ufficiali.
Il rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Ulyanov, ha detto a RIA Novosti che Mosca crede che il direttore generale dell'Aiea Rafael Grossi concretizzerà la sua idea di creare una zona di protezione presso la centrale nucleare di Zaporizhya, dopo di che sarà chiaro come procedere.

Allo stesso tempo, martedì, Kiev ha sparato 15 volte contro la città di Energodar e la centrale nucleare di Zaporizhya, 20 proiettili sono stati sparati dall'area dell'insediamento di Marganets, nella regione di Dnepropetrovsk, di cui tre nel territorio della centrale nucleare, le unità di artiglieria ucraine sono state soppresse dal fuoco di risposta dell'esercito russo, ha detto martedì il Ministero della Difesa della Federazione Russa.

La situazione nella centrale nucleare di Zaporizhya dopo che i bombardamenti da parte ucraina sono stati controllati, lo sfondo delle radiazioni è normale, ha affermato il presidente del movimento «Siamo insieme alla Russia» Vladimir Rogov, membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporozhya.

Avanzamento dell'operazione

Martedì, le Forze Aerospaziali russe hanno distrutto fino a 100 militanti della 65ª brigata meccanizzata ucraina nella regione di Zaporizhya, ha affermato il Ministero della Difesa russo.
Le truppe russe stanno effettuando attacchi di alta precisione contro unità e riserve delle truppe ucraine, che hanno continuato di tentare di attaccare in sezioni separate della direzione Nikolaev-Krivoy Rog, ha aggiunto il ministero.

Nelle ultime 24 ore, le navi della Marina russa hanno colpito un grande impianto di stoccaggio di carburante ucraino nella regione di Dnepropetrovsk, che ha fornito carburante a un gruppo di truppe ucraine nella direzione Nikolaev-Krivoy Rog, con un attacco di missili «Kalibr».

L'esercito russo ha distrutto fino a 250 militari ucraini della 54ª e 93ª brigata meccanizzata nella Repubblica popolare di Donetsk (DPR) con armi lanciate dall'aria ad alta precisione e i sistemi di difesa aerea russi hanno abbattuto 11 razzi di HIMARS MLRS ucraini nell'area della centrale idroelettrica di Kakhovskaya.

Le truppe russe hanno distrutto tre magazzini ucraini con armi e munizioni nella regione di Mykolaiv e hanno anche attaccato i punti di schieramento temporaneo della 61ª brigata di fanteria, della 35ª brigata di marina e della 17ª brigata di carri armati dell'esercito ucraino.
Due residenti di Kharkov Izyum, tra cui un veterano di 95 anni della Grande Guerra Patriottica, sono morti a causa di massicci bombardamenti, è stato riferito a RIA Novosti dal servizio stampa dell'amministrazione regionale. Secondo l'agenzia, martedì mattina, Izyum è stata oggetto di massicci bombardamenti da parte ucraina. Si noti che gli attacchi riguardavano il settore privato, per questo i militari hanno utilizzato il sistema a razzo a lancio multiplo MLRS.

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono