02/09/2022
Russia - L'offensiva fallita di Kiev


Mosca, 2 settembre 2022 - Le forze armate ucraine (AFU) continuano a subire perdite significative a Nikolaev-Krivoy Rog e in altre direzioni, cercando di creare l'illusione tra i curatori occidentali della capacità delle forze armate ucraine di condurre un'offensiva, ha affermato venerdì il ministro della Difesa Sergej Shojgu in una teleconferenza nel dipartimento.
Il ministro ha anche parlato delle perdite ucraine nell'ultimo mese, ha toccato la situazione nella centrale nucleare di Zaporozhya, ha riassunto i risultati del forum «Armja-2022» e della Conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale e ha affermato che la Russia sta sviluppando un nuovo complesso terrestre per l'aviazione navale, dove verranno testate, tra le altre cose, le catapulte elettromagnetiche.

TASS ha raccolto le principali dichiarazioni di Shojgu.

Sulla situazione in Ucraina

L'esercito ucraino continua a tentare un'offensiva a Nikolaev-Krivoy Rog e in altre direzioni, nonostante le perdite significative: «Questa azione è stata pianificata dall'ufficio del [presidente ucraino Volodymyr] Zelensky con il solo scopo di creare un'illusione tra i curatori occidentali sulla capacità delle forze armate ucraine di condurre un'offensiva».
Nella direzione Kherson-Nikolaev, i militari russi hanno raggiunto il confine della regione di Nikolaev nella regione di Aleksandrovka e hanno liberato il villaggio di Blagodatnoye, nel Donbass hanno preso il controllo di un grande centro di difesa ucraino a Peski. Lì, durante la ritirata, l'esercito ucraino ha abbandonato un gran numero di armi e feriti, che sono stati curati dai medici russi.
«Continuiamo la liberazione del Donbass e la creazione di condizioni che garantiscano la sicurezza della Federazione Russa».

A proposito di perdite ucraine

Solo nell'ultimo mese l'Ucraina ha perso 601 pezzi di armi pesanti e artiglieria, per lo più di fabbricazione occidentale, 19 aerei e sei elicotteri, oltre a 188 droni. I sistemi di difesa aerea russi hanno intercettato un totale di 226 sistemi di missili a lancio multiplo Himars, che Washington ha fornito a Kiev.
Inoltre, l'esercito russo ha effettuato attacchi su 174 posti di comando dei livelli di brigata e battaglione in un mese.
Sullo sfondo delle elevate perdite delle forze armate ucraine, l'afflusso di mercenari stranieri in Ucraina sta diminuendo: dall'inizio dell'operazione russa, il loro numero è diminuito di oltre tre volte e mezzo. Secondo il Ministero della Difesa, la perdita di persone uccise tra i mercenari ha raggiunto la cifra di 2.831 persone.

Sulla situazione alla centrale nucleare di Zaporizhya

L'esercito ucraino, nonostante l'arrivo di specialisti dell'Aiea, continua a sparare contro la centrale nucleare di Zaporozhya e giovedì ha tentato di catturarla. Tali «azioni sconsiderate» sono incoraggiate dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea, che «mettono a tacere deliberatamente la situazione intorno alla stazione».
Da metà luglio, le forze armate ucraine hanno bombardato la centrale nucleare 29 volte, sparando 120 proiettili di artiglieria e 16 droni kamikaze.
Le autorità di Kiev «mentono palesemente» sul fatto che l'esercito russo stia bombardando le posizioni ucraine, nascondendosi dietro gli impianti energetici: «Dichiaro responsabilmente che non abbiamo armi pesanti sul territorio della centrale nucleare e nelle aree circostanti. Spero che la commissione dell'Aiea ne sarà convinta personalmente».
«Ci aspettiamo che i risultati oggettivi delle attività della missione dell'Aiea siano portati all'attenzione della comunità mondiale. Vorrei sottolineare che in caso di ulteriori provocazioni, tutta la responsabilità di eventuali emergenze spetta interamente alle autorità ucraine».

A proposito di eventi internazionali

La Conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale ha mostrato l'inutilità dei tentativi dell'Occidente di isolare la Federazione Russa: «Ha riunito più di 700 delegati da 70 Paesi e sei organizzazioni internazionali. <...> I capi dei dipartimenti militari che sono intervenuti al forum hanno dichiarato il loro sostegno alla linea di politica estera della leadership russa e alla cooperazione tecnica con la Russia.
Al forum «Armja-2022, a cui hanno partecipato delegazioni militari di 85 Paesi, sono stati successivamente firmati 36 contratti statali con imprese della difesa per oltre 525 miliardi di rubli. Sono stati inoltre firmati accordi di esportazione per 592,65 milioni di dollari e 1,77 miliardi di rubli.
I Giochi internazionali dell'esercito tenuti contemporaneamente al forum «per la prima volta <...> hanno coperto i territori di tre continenti». Vi hanno preso parte più di 5,3 mila militari provenienti da 34 Paesi, più di mille pezzi di equipaggiamento, aerei, portaerei e navi.
Inoltre, nell’ambito del forum «Armja» si è tenuto il primo Congresso internazionale antifascista, che ora diventerà regolare: «Dato <...> il grande interesse per esso da parte del grande pubblico, si è deciso di tenere tali incontri annuali».

A proposito di catapulte elettromagnetiche

In Russia sono in corso i lavori di sviluppo per creare un nuovo «complesso di addestramento di prova a terra per l'aviazione navale»: «Questo sito di prova è progettato per testare velivoli navali, apparecchiature aeronautiche navali, scaricatori e catapulte elettromagnetiche avanzate. Inoltre, sarà abituato alla riqualificazione pratica del personale di volo e di ingegneria dell'aviazione navale per le nuove attrezzature aeronautiche.

(Fonte: Tass)


<<Torna Indietro

Il ministro della Difesa della Federazione Russa.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono