Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


21/06/2022
Russia - Risposta all'attacco nel Mar Nero


Mosca, 21 giugno 2022 - L'esercito russo, in risposta all'attacco delle forze armate ucraine alle piattaforme minerarie nel Mar Nero, ha attaccato gli arsenali con armi, equipaggiamento militare e droni ucraini, secondo il rapporto del Ministero della Difesa.
«In risposta al sabotaggio da parte del regime di Kiev, i missili da crociera Onyx presso l'aeroporto militare di Shkolny, nella regione di Odessa, hanno distrutto gli hangar con i veicoli aerei senza pilota ucraini Bayraktar-TB2, identificati durante l'operazione da apparecchiature di ricognizione russe», - afferma il documento.
Inoltre, due plotoni di obici americani M-777 da 155 millimetri sono stati distrutti sull'isola di Kubansky. Inoltre, l'Aviazione russa ha distrutto due lanciatori del sistema missilistico antiaereo S-300 nelle regioni di Ochakov e Tuzla, nella regione di Odessa.
Secondo il Ministero della Difesa, l'Ucraina ha deciso di attaccare le piattaforme di gas con droni d'attacco dopo aver fallito di nuovo nella cattura dell'isola dei Serpenti.
«Il 20 giugno, verso le 5.00, il regime di Kiev ha fatto un altro folle tentativo di impossessarsi dell'isola dei Serpenti. Il piano dell'operazione del regime di Kiev era di lanciare massicci attacchi aerei e di artiglieria sull'isola dei Serpenti, seguiti da uno sbarco e dalla sua cattura», - afferma il rapporto.
Secondo il Ministero della Difesa, al raid hanno preso parte più di 15 droni da ricognizione e d'attacco, guidati da due Bayraktar. Inoltre, il drone da ricognizione strategica Global Hawk RQ-4 della US Air Force si trovava nello spazio aereo ad alta quota.
La copertura è stata fornita dai sistemi antiaerei S-300 dalle posizioni di combattimento nell'area di Tuzla e Ochakov. Attacchi di razzi e artiglieria sull’isola dei Serpenti sono stati effettuati da missili balistici Tochka-U, sistemi di razzi a lancio multiplo Uragan e obici M-777 da 155 millimetri.
Il sistema missilistico e cannone antiaereo russo «Pantsir» e il sistema missilistico antiaereo «Tor» hanno distrutto tutte le armi sparate contro l’isola dei Serpenti, sono riusciti ad abbattere 13 droni, quattro missili Tochka-U e 21 proiettili Uragan MLRS in aria, ha concluso il Ministero della Difesa.
Dal 24 febbraio la Russia sta conducendo un'operazione militare speciale per denazificare e smilitarizzare l'Ucraina. Come ha sottolineato il presidente russo Vladimir Putin, il suo obiettivo è «proteggere le persone che sono state oggetto di persecuzione e genocidio da parte del regime di Kiev per otto anni».

(Fonte: RIA Novosti)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono