Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


12/06/2022
Russia - Nella Giornata della Russia


Mosca, 12 giugno 2022 - Nella Giornata della Russia, il Ministero degli Esteri ha pubblicato un'immagine sull'esito dei tentativi dell'Occidente di espandersi verso est.
Il Ministero degli Esteri ha pubblicato una foto di congratulazioni per la Giornata della Russia. Il post corrispondente è apparso sul canale Telegram del dipartimento.
L'immagine mostra gli elmi usati dagli eserciti nemici di epoche diverse. Quindi, il primo della lista è l'elmo cavalleresco topfhelm, che ovviamente simboleggia l'Ordine Livoniano durante la Battaglia del Ghiaccio. Segue un elmo polacco di un ussaro alato del Periodo dei guai del 17° secolo, un cappello napoleonico e l‘elmo di un soldato della Wehrmacht. La riga termina con un quadrato vuoto.
Sopra i copricapi c'è la scritta «Abbiamo gentilmente chiesto loro di non espandersi ad est».
Il 12 giugno si celebra la Giornata della Russia.

Espansione della Nato

L' ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, ha ricordato che la Federazione Russa ha sempre sostenuto un sistema di uguale sicurezza per tutti. «Tuttavia, le nostre giuste e giustificate richieste di garanzie di sicurezza sono state costantemente ignorate in Occidente. Come risultato della continua espansione a est, la Nato ha raggiunto i confini russi», - ha affermato.
In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l'ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato non rappresenterebbe una minaccia per il Paese.
Ma l'espansione delle infrastrutture militari in questo territorio causerà la nostra risposta, quale sarà: decideremo in base a quali minacce saremo esposti.
Nel complesso, ha osservato Putin, l'alleanza viene utilizzata come strumento della politica estera di un paese, ma ciò viene fatto in modo abbastanza persistente, artificiale e aggressivo. Tutto ciò aggrava il difficile contesto di sicurezza, ha concluso Putin.

Conseguenze per i nuovi arrivati nell'alleanza

Dopo aver presentato domanda di adesione alla Nato, Svezia e Finlandia devono prepararsi a «camminare in formazione». Lo ha affermato in un'intervista a Lenta.ru il capo del dipartimento per la cooperazione paneuropea (DOS) del Ministero degli Esteri russo Nikolaj Kobrinets. Il diplomatico ha osservato che, dopo aver deciso di aderire alla Nato questi due paesi del nord Europa hanno detto addio alla loro sovranità. «La richiesta di Finlandia e Svezia di aderire all'alleanza è una ricevuta di dipendenza dagli Stati Uniti», - ha sottolineato.
Kobrinets ha esortato gli «stati in prima linea» a prestare attenzione al fatto che saranno i primi a diventare vittime in caso di un duro confronto tra Nato e Russia. Secondo lui, agli Stati Uniti non interessa quali costi politici, militari ed economici potrebbero sostenere questi paesi in uno scenario del genere.
Un parere simile è stato espresso dal segretario del Consiglio di Sicurezza, Nikolaj Patrushev. Egli ha notato che la leadership degli Stati Uniti non è interessata alla volontà di altri popoli, sebbene molti cittadini di questi paesi capiscano in che tipo di «avventura vengono spinti». Inoltre, l'adesione alla Nato implica il trasferimento da parte del paese di una parte significativa della sua sovranità agli Stati Uniti, ha concluso.
Finlandia e Svezia hanno ufficialmente presentato domanda di adesione alla Nato il 18 maggio. Successivamente si è saputo che i due paesi nordici parteciperanno anche al vertice della Nato a Madrid alla fine di giugno.

(Fonte: Lenta.ru)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono