Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


07/06/2022
Bielorussia - Incontro tra Kirill e Lukashenko


Minsk, 6 giugno 2022 - Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha incontrato il Presidente della Repubblica di Bielorussia Alexander Grigoryevich Lukashenko al Palazzo dell'Indipendenza a Minsk. All'incontro ha partecipato l'esarca patriarcale di tutta la Bielorussia, il metropolita Veniamin di Minsk e Zaslavl.

Rivolgendosi a Sua Santità il Patriarca Kirill, A.G. Lukashenko ha detto: «Non è un momento facile. Ed è un bene che Voi siate venuto nella Vostra terra. Non è estranea per Voi. Questo è un buon segno per la nostra gente. Un segno di unità, di solidarietà davanti a queste forze del male, come dice nostro Vladyka. Credetemi, la verità è dalla nostra parte. Voi siete sempre più forte. E resisteremo a qualsiasi pressione su di noi, qualunque essa sia, anche sotto forma di ribellione o qualche tipo di guerra ibrida, o anche calda. Sopporteremo. Non può esserci pianeta senza la nostra civiltà».





«Sappiate che qui siete sempre a casa, nella Vostra terra», - ha aggiunto il Presidente, sottolineando di essere felice di vedere Sua Santità il Patriarca in buona salute e di buon umore.

A.G. Lukashenko ha detto di aver seguito in televisione gli eventi tenuti a Polotsk in onore del 1030° anniversario dell'Ortodossia nelle terre bielorusse. «È stato molto bello vedere la processione. Sono venute molte persone. Inoltre, dalla Russia», - ha detto il Capo dello Stato, sottolineando che le celebrazioni a Polotsk sono molto importanti per il popolo bielorusso, poiché «la nostra Ortodossia è iniziata da lì».

Il Presidente ha invitato il Primate della Chiesa ortodossa russa a continuare ad andare nella Repubblica di Bielorussia in qualsiasi momento.

A sua volta, Sua Santità il Patriarca Kirill ha detto: «Grazie, Alexander Grigorievich! Essendo in Bielorussia, sento sempre di essere tra la mia gente. E ora sono dal Capo dello Stato con cuore leggero, perché so che sto incontrando una persona vicina, che si è assunta un'enorme responsabilità per la sicurezza e la conservazione del suo popolo, per la sua identità».

«Nel contesto della globalizzazione, volta a garantire che ogni identità scompaia e tutto sul pianeta Terra sia costruito secondo gli stessi standard, una tale lotta per l'identità diventa una lotta per la sopravvivenza della nazione, - ha continuato Sua Santità Vladyka. - Forse non in senso fisico, ma in senso spirituale e culturale, questa è sopravvivenza, e saranno guai per il genere umano se tutti saranno trattati allo stesso modo, quando le persone saranno governate secondo standard sviluppati al di fuori della loro partecipazione in determinati centri, quando la politica, la cultura e l'intera vita delle persone sarà adattata a questi standard».

«Pertanto, la sovranità oggi è più di una semplice sovranità politica. Questa è la libertà del popolo e sono lieto di testimoniare che la Bielorussia appartiene agli Stati che possono essere definiti sovrani», - ha affermato Sua Santità il Patriarca.





Poi Sua Santità ha avuto una conversazione personale con il Presidente, dopo di che Sua Santità il Patriarca Kirill ha raccontato ai media i suoi risultati.

«C'è stata una conversazione molto significativa in cui vorrei evidenziare due componenti. Il primo, piuttosto inaspettato, forse per la stampa, è di natura ideologica, - ha osservato il Primate della Chiesa russa. - Insieme abbiamo cercato di rispondere a una serie di domande relative a un problema molto complesso e, forse, non ancora compreso da tutti, della sopravvivenza della civiltà umana. Dove sta andando il mondo? Cosa succede alle persone? Cosa sta succedendo alla civiltà umana?»

Secondo Sua Santità, oggi è importante parlare «non solo delle sfide legate al tema dei conflitti, della guerra e della pace».

«Naturalmente, anche l'ecologia nel senso ampio del termine occupa un posto molto importante, non solo come protezione dell'ambiente, ma anche come prevenzione dei pericoli per la persona umana, - ha aggiunto Sua Santità il Patriarca. - Dopotutto, se una persona perde le linee guida morali, cessa di essere una persona nel pieno senso della parola. Il compito del diavolo è far perdere alla persona la distinzione tra bene e male. Non appena ciò accade, una persona diventa gestibile e lo sviluppo della civiltà umana diventa completamente incontrollabile. Perché dove c'è il male, c'è la morte, c'è la distruzione; e dove c'è il bene, c'è la vita».

«Qui, in poche parole, vi ho trasmesso questa conversazione filosofica, - ha continuato Sua Santità Vladyka. – Essa è stata molto importante perché vi hanno preso parte sia il Patriarca che il Capo dello Stato. Vorrei sottolineare l'unanimità che è stata riscontrata in questa conversazione. Sono lieto che il Capo dello Stato bielorusso sia preoccupato per queste questioni globali. E se una persona è preoccupata per i problemi globali, allora, ovviamente, prima di tutto, concentra la sua preoccupazione sulla propria agenda relativa alla prosperità del popolo bielorusso, con la soluzione dei compiti che ora devono affrontare il presidente, il governo e l'intero popolo bielorusso».

«E, naturalmente, dal momento che il contesto politico generale in Europa oggi è inquieto, allarmante e la Bielorussia si trova proprio nella zona di confine dell'Europa, tra, si potrebbe dire, l'Est e l'Ovest (sebbene, ovviamente, appartenga all'est stesso), quindi, non abbiamo ignorato il tema del significato e del posto della Bielorussia nell'architettura moderna dell'Europa», - ha concluso il Primate della Chiesa russa.

(Fonte: Servizio stampa de Patriarca di Mosca e di tutta a Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Incontro di Sua Santità il Patriarca Kirill con il Presidente della Repubblica di Bielorussia A. G. Lukashenko.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono