Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


04/06/2022
Bielorussia - Alla Rappresentanza patriarcale


Minsk, 4 giugno 2022 – Al termine della cerimonia di deposizione di una corona di fiori al Monumento della Vittoria a Minsk, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha visitato la Rappresentanza del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ nell'Esarcato bielorusso.
La Rappresentanza patriarcale a Minsk è stata aperta con decisione del Sinodo dell'Esarcato bielorusso nel febbraio 2014 in uno degli edifici superstiti dell'ex podvorje dei vescovi di Minsk.
L'edificio della Chiesa e del Museo archeologico, che faceva parte del complesso del podvorje dei vescovi, era chiamato nella letteratura storica la «Casa del Giubileo», poiché fu eretto nel 1913 in occasione del 300° anniversario del regno della dinastia dei Romanov. È stato creato in stile neo-russo dagli architetti Struev e Fomin con le donazioni di chierici e credenti della diocesi di Minsk. Nel 2013 è stata presa la decisione di restaurare la Casa del Giubileo con la costruzione di una chiesa parrocchiale in onore dei Santi Metodio e Cirillo uguale agli Apostoli, maestri degli Slavi.

Sua Santità il Patriarca Kirill ha celebrato il rito della piccola consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguale agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale.

Al servizio hanno partecipato: il metropolita Veniamin di Minsk e Zaslavl, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia; il metropolita Dionisij di Voskresensk, direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il sacerdote Viktor Kulaga, rettore del podvorje del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill a Minsk; il sacerdote Andrej Lomakin, chierico della Cattedrale dello Spirito Santo a Minsk.

Nel tempio erano presenti: il commissario per gli affari religiosi e le nazionalità della Repubblica di Bielorussia A.A. Rumak; il presidente del Dipartimento sinodale per i rapporti della Chiesa con la società e i media, capo ad interim del Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia V.R. Legojda; filantropi e benefattori del podvorje.

Al termine del servizio, il metropolita Veniamin, rivolgendosi al Primate della Chiesa ortodossa russa con un discorso di benvenuto, in particolare, ha detto: «Siamo lieti di darVi il benvenuto, siamo lieti che abbiate consacrato la chiesa, dedicata ai santi Illuminatori degli Slavi – Cirillo e Metodio uguale agli Apostoli.

Questa casa, che storicamente era destinata ai vescovi di Minsk per rimanere qui, ora è progettata per Voi, Santità, per fermarsi, pregare, rilassarsi, trascorrere del tempo nel modo che preferisce, qui nella capitale della Bielorussia.

Siamo lieti di accoglierVi e ringraziarVi per la consacrazione di questa chiesa domestica».

Sua Santità il Patriarca Kirill si è rivolto ai presenti nel tempio con un breve discorso: «Vostra Eminenza, ringrazio sinceramente Voi e tutti coloro che hanno lavorato duramente per costruire questa chiesa e questa casa!

Sono commosso dal fatto che sul suolo bielorusso, nel centro della città di Minsk, siano stati creati questo tempio e il podvorje, dove il Patriarca può soggiornare. Non credo di stancarvi spesso con le mie visite, ma il fatto stesso dell'esistenza di questo podvorje ha un grande significato spirituale e simbolico. Perché attraverso questo tempio, attraverso questo luogo, si manifesta visibilmente la nostra unità, l'unità della Santa Rus’. La stessa unità, grazie alla quale si è formata la psicologia della persona russa.

Quando dico “russo”, intendo bielorussi, ucraini, tutti coloro che sono usciti dal fonte battesimale di Kiev. Inoltre, attraverso questa unità, si è formato un sistema di valori, che ha contribuito al fatto che il nostro popolo, popolo storicamente unito, si è rivelato in grado di superare enormi prove storiche. E, probabilmente, la Grande Guerra Patriottica è stata la prova più terribile di tutta la storia per il nostro popolo. E la Bielorussia è diventata il luogo in cui questa lotta è stata particolarmente feroce. E in quei luoghi dove il nemico ha stabilito visibilmente il suo potere, sappiamo che, mettendo a rischio la propria vita, mettendo in pericolo se stessi e i propri cari, molti fedeli figli della Bielorussia si sono recati nelle foreste, hanno organizzato un movimento partigiano, che per molti versi ha contribuito ad indebolire l’assalto degli invasori e ha contribuito a raggiungere la vittoria.

Tutto questo - la nostra storia eroica, il sangue versato insieme, un sistema unificato di valori formato principalmente da postulati morali e sermoni morali, l'impresa morale dell'Ortodossia - ha davvero creato quel carattere del nostro uomo e quella forza di spirito che è stata in grado di spezzare il terribile nemico, e allo stesso tempo compiere la grande impresa di restaurare un grande paese. E quando guidi per Minsk, vedi splendidi edifici e capisci che tutto questo è stato costruito dopo la guerra, dopo la distruzione totale, dopo il dominio di una forza straniera.

Pertanto, ovviamente, ogni volta che visito Minsk, sono felice di avere l'opportunità di deporre una corona di fiori al monumento in onore dei difensori caduti della Patria e ricordo questa storia storica ed eroica di Minsk, della Bielorussia e di tutta la nostra terra.

Il Signore ci aiuti, prima di tutto, a mantenere l'unanimità. Perché il nemico del genere umano sta ora agendo con forza, cercando di distruggere l'unità spirituale della Santa Rus’. Ma sono proprio i rapporti della Chiesa ortodossa russa con la Chiesa bielorussa che sono, in un certo senso, una garanzia dell'unità spirituale dei nostri popoli.

Pertanto, con speciale gioia, ho consacrato oggi la Chiesa in onore dei Santi uguai agli apostoli Cirillo e Metodio della residenza patriarcale nella città di Minsk».

Come dono alla Chiesa appena consacrata, Sua Santità il Patriarca Kirill ha presentato l'immagine di Cristo Salvatore. «Ancora una volta esprimo la mia gratitudine a voi, a tutte le autorità secolari che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto, a tutti coloro che hanno lavorato davvero duramente. Possa la benedizione di Dio dimorare sulla Bielorussia, sul suo popolo coraggioso e pio!» - ha detto Sua Santità Vladyka.

Poi si è svolta la consegna dei premi della Chiesa. In considerazione del contributo allo sviluppo della cooperazione e dell'assistenza all'Esarcato bielorusso, sono stati premiati: il vicedirettore della società «BelinginiringstroyInvest» D.V. Stankevich con la medaglia dell'Ordine del principe Daniele di Mosca; i rappresentante del dipartimento di costruzione di Minsk n. 217 A.V. Krivosheev e il project manager dell'impresa «Belengineeringstroyinvest» P.M. Kuzmitsky con il diploma patriarcale.

«Ringrazio ancora una volta tutti coloro che hanno lavorato alla creazione di questo luogo, che hanno investito le loro risorse materiali, il loro tempo, le loro forze. Il risultato di questi sforzi congiunti è un bellissimo edificio nel centro di Minsk. Ancora una volta, grazie mille!», - ha detto in conclusione Sua Santità Vladyka.

Quindi Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha visitato i locali della rinata Casa del Giubileo.

______

Il podvorje dei vescovi di Minsk, costruito a metà del XIX secolo, comprendeva la casa del vescovo con due annessi, fino al 1922 era la residenza dell'arcivescovo di Minsk. Nello stesso edificio c'era una chiesa domestica in onore dell'Intercessione della Santissima Madre di Dio, dove pregava l'arcivescovo. La chiesa fu costruita intorno al 1885. La casa vescovile e la chiesa non furono conservate, le cupole furono demolite e le pareti furono usate come muri a telaio durante la costruzione a metà degli anni '30 della casa dell'Armata Rossa, oggi la Casa centrale degli ufficiali delle Forze Armate della Repubblica di Bielorussia.

Il complesso del podvorje vescovile comprendeva altri due edifici. Il primo era occupato dal concistoro spirituale, cioè dall'amministrazione diocesana. Ora ospita l'Istituto di Teologia dell'Università statale bielorussa. C'è una targa commemorativa sul muro in memoria del primo metropolita di Minsk e della Bielorussia Melkizedek (Paevsky).

Il secondo edificio è la Casa del Giubileo, una torre in pietra a tre piani in stile neo-russo costruita per l'anniversario della dinastia dei Romanov. In primo luogo, ospitò la Chiesa e il Museo Archeologico, creato tre anni prima. Esponeva reperti etnografici e religiosi, libri antichi e manoscritti. La parte superstite di quell'esposizione è ora nel Museo storico nazionale della Repubblica di Bielorussia.

La Casa del Giubileo è stata utilizzata sia direttamente come museo che come luogo conveniente per riunioni del clero della diocesi di Minsk e altri eventi. Dopo la Rivoluzione d'Ottobre, essa, come l'intero complesso del podvorje dei vescovi, fu nazionalizzata e iniziò ad adattarsi alle esigenze dello Stato sovietico. Per qualche tempo qui si trovava la Casa del Popolo, allora deposito della Biblioteca statale e universitaria bielorussa. Dal 1963 l’edificio restaurato è stato registrato come Casa Repubblicana degli Artisti.

Nel 1999 l'edificio della Casa del Giubileo è stato restituito alla Chiesa ortodossa bielorussa. Sfortunatamente, a causa della mancanza di fondi per le riparazioni, era in uno stato deplorevole. È stato possibile mantenere in ordine solo la facciata principale, che si affaccia sul Viale dell'Indipendenza.

Nel 2013 si è deciso di restaurare questo complesso architettonico con la costruzione di una Chiesa parrocchiale in onore dei Santi Metodio e Cirillo uguale agli Apostoli.

E il 14 agosto 2015, nella festa dell'Origine del Santo Albero della Croce vivificante del Signore, si è svolto il rito di consacrazione e l’erezione della croce sulla cupola della Casa del Giubileo.

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
 Visita patriarcale nella Repubblica di Bielorussia. Consacrazione della Chiesa dei Santi Metodio e Cirillo uguali agli Apostoli presso la Rappresentanza patriarcale a Minsk.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono