Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


24/05/2022
Russia - Nella festa dei Santi Cirillo e Metodio


Mosca, 24 maggio 2022 - Nel giorno della memoria dei Santi Cirillo e Metodio, pari agli Apostoli, maestri degli Slavi, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha celebrato la Divina Liturgia presso la Chiesa Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca. Questo giorno segna anche la Giornata della letteratura e della cultura slava e l'onomastico di Sua Santità il Patriarca Kirill.

Hanno concelebrato con Sua Santità: il metropolita Juvenalij (Poyarkov); il metropolita Vladimir di Chișinău e tutta la Moldova; il metropolita Aleksandr di Astana e Kazakistan; il metropolita Vikentij di Tashkent e Uzbekistan; il metropolita Varsonofij di San Pietroburgo e Ladoga; il metropolita Pavel di Krutitsij e Kolomna, vicario patriarcale della metropolia di Mosca; il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne (Decr) del Patriarcato di Mosca; il metropolita Veniamin di Minsk e Zaslavl; il metropolita Dionisij di Voskresensk, primo vicario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ per la città di Mosca, direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il metropolita Kliment di Kaluga e Borovsk, presidente del Consiglio editoriale della Chiesa ortodossa russa; il metropolita Sergij di Voronezh e Liski; il metropolita Vladimir di Omsk e Taurida; il metropolita Aleksij di Tula ed Efremov; il metropolita Arsenij di Lipetsk e Zadonsk; il metropolita Ioann di Belgorod e Stary Oskol; il metropolita Panteleimon di Krasnoyarsk e Achinsk; il metropolita Ioann di Yoshkar-Ola e Mari; il metropolita Kirill di Kazan e Tatarstan; il metropolita Iosif di Ivanovo-Voznesensk e Vichuga; il metropolita Aleksandr di Brjansk e Sevsk; il metropolita Daniil di Kurgan e Belozersky; il metropolita Feognost di Kashira, presidente del Dipartimento sinodale per i monasteri e il monachesimo; il metropolita Feodosij di Tambov e Rasskazovo; il metropolita Georgij di Nizhny Novgorod e Arzamas; il metropolita Veniamin di Orenburg e Saraktash; il metropolita Longin di Simbirsk e Novospassky; il metropolita Amvrosij di Tver e Kashin; il metropolita Aristarkh di Kemerovo e Prokopyevsk; il metropolita Nikodim di Novosibirsk e Berdsk; il metropolita Kirill di Stavropol e Nevinnomyssk, presidente del Comitato sinodale per la cooperazione con i cosacchi; il metropolita Tikhon di Oryol e Bolkhov; il metropolita Zinovij di Saransk e Mordovia; il metropolita Artemij di Khabarovsk e Amur; il metropolita Pavel di Khanty-Mansiysk e Surgut; il metropolita Sava di Vologda e Kirillov; il metropolita Ignatij di Saratov e Volsk; il metropolita Kornilij di Arkhangelsk e Kholmogory; il metropolita Vladimir di Vladivostok e Primorsky; il metropolita Sergij di Barnaul e Altaj; il metropolita Nikon di Astrakhan e Kamyzyak; il metropolita Serafin di Penza e Nizhny Lomov; il metropolita Isidor di Smolensk e Dorogobuzh; il metropolita Ferapont di Kostroma e Nerekhta; il metropolita Viktorin di Izhevsk e Udmurtia; il metropolita Grigorij di Ekaterinodar e Kuban; il metropolita Dimitrij di Chita e Petrovsk - Zabaikalsky; il metropolita Tikhon di Pskov e Porkhov, presidente del Consiglio patriarcale per la cultura; il metropolita Antonij di Korsun e dell'Europa occidentale; il metropolita Feodor di Volgograd e Kamyshin; il metropolita Evgenij di Ekaterinburg e Verkhoturye, presidente del Dipartimento sinodale per l’educazione religiosa e la catechesi; il metropolita Aleksij di Chelyabinsk e Miass; il metropolita Sergij di Samara e Novokuibyshevsk; il consiglio dei vescovi della Chiesa ortodossa russa.






Al servizio divino hanno partecipato: il metropolita Nifon di Filippopoli, rappresentante del Patriarca di Antiochia e di tutto l'Oriente presso il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; l'archimandrita Serafim (Shemyatovsky), rappresentante della Chiesa ortodossa delle Terre Ceche e della Slovacchia; l’arciprete Daniel Andreyuk, rappresentante della Chiesa ortodossa in America.

Inoltre hanno concelebrato con Sua Santità: il protopresbitero Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ per la città di Mosca; l'arciprete Mikhail Ryazantsev, decano della Cattedrale di Cristo Salvatore; l'arciprete Nikolaj Balashov, vicepresidente del Decr; l'arciprete Vladimir Vorobyov, rettore dell'Università ortodossa di San Tikhon per le discipline umanistiche; l'archimandrita Aleksij (Turikov), segretario personale di Sua Santità il Patriarca Kirill; l'arciprete Maksim Kozlov, presidente del Comitato educativo della Chiesa ortodossa russa; il sacerdote Dionisij Kazantsev, segretario di Sua Santità il Patriarca per la metropolia di Mosca; lo ieromonaco Ermogen (Burygin), presidente facente funzione del Dipartimento economico e finanziario del Patriarcato di Mosca; il clero metropolitano.

Nel tempio erano presenti: il presidente della Commissione per gli Affari internazionali della Duma di Stato dell'Assemblea Federale della Federazione Russa L.E. Slutskij; il rappresentante plenipotenziario del Presidente della Federazione Russa nel Distretto Federale Centrale I.O. Shchegolev; il deputato della Duma di Stato dell'Assemblea Federale della Federazione Russa, consigliere del sindaco di Mosca, consigliere del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia per le questioni edilizie, curatore del Programma per la costruzione delle chiese ortodosse a Mosca V.I. Resin, il presidente del consiglio di vigilanza del movimento pubblico panrusso «Russia ortodossa» M.M. Ivanov.

Tra coloro che hanno pregato nella Cattedrale di Cristo Salvatore c'erano il presidente del Dipartimento sinodale per i rapporti della Chiesa con la società e i media, capo ad interim del Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ V.R. Legojda, sacerdoti, monaci, igumene e monache dei monasteri femminili, numerosi laici.

Gli inni liturgici sono stati eseguiti dal coro patriarcale della Cattedrale di Cristo Salvatore (diretto da I.B. Tolkachev) e dal coro fraterno della Lavra della Trinità di San Sergio sotto la direzione dello ieromonaco Nestor (Volkov).

La Divina Liturgia patriarcale è stata trasmessa in diretta sui canali televisivi «Unione» e «Il Salvatore», così come sul sito ufficiale della Chiesa ortodossa russa Patriarhiya.ru.

Durante la litania della «supplica intensa» sono state elevate preghiere speciali per l'onomastico di Sua Santità il Patriarca Kirill. Il metropolita Juvenaly ha letto una preghiera di ringraziamento al Signore Gesù Cristo, nostro Dio, per le buone azioni compiute da Sua Santità il Patriarca Kirill nel settantacinquesimo compleanno.

Il sermone prima della comunione ai Santi Misteri di Cristo è stato pronunciato dal presidente del Dipartimento sinodale per la gioventù, vescovo Serafim dell'Istra.

Al termine della Liturgia è stato eseguito il servizio di glorificazione (slavlenie) dei santi Cirillo e Metodio, pari agli Apostoli. Quindi sono stati proclamati molti anni in occasione dell’onomastico di Sua Santità il Patriarca Kirill.

Il metropolita Juvenalij (Poyarkov) ha annunciato il discorso di congratulazioni dei membri del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa a Sua Santità il Patriarca Kirill nel giorno del suo onomastico e del suo 75° compleanno e ha presentato in dono a Sua Santità una panagia e un cesto di rose bianche.

Il Primate della Chiesa ortodossa russa si è rivolto ai partecipanti al servizio divino con la parola primaziale.

A nome del Presidente della Federazione Russa V.V. Putin Sua Santità il Patriarca Kirill Putin ha ricevuto le congratulazioni dal rappresentante plenipotenziario del Presidente della Federazione Russa nel Distretto Federale Centrale I.O. Shchegolev.

Poi si è svolta la consegna dei premi della Chiesa da parte di Sua Santità il Patriarca:

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 65° anniversario della nascita, il metropolita Aleksandr di Astana e del Kazakistan è stato insignito dell’Ordine di Sant'Innokentij, metropolita di Mosca e Kolomna, II grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita, il metropolita Longin di Simbirsk e Novospassk è stato insignito dell’Ordine di San Serafino di Sarov, II grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita, il metropolita Daniil di Kurgan e Belozersky è stato insignito dell'Ordine del Santo Principe Daniele di Mosca, II grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita, l'arcivescovo Justinian di Elista e Calmucchia è stato insignito del diploma patriarcale;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 55° anniversario della sua nascita, l'arcivescovo Mark di Vorkuta e Usinsk è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcivescovile e in occasione del 55° anniversario della sua nascita, l'arcivescovo Ipatij di Anadyr e Chukotka è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita, il vescovo Maksim di Yelets e Lebedyansk è stato insignito dell'Ordine del Santo Principe Daniele di Mosca, II grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 70° anniversario della nascita, il vescovo Adrian di Rzhev e Toropetsk è stato insignito dell’Ordine di San Serafino di Sarov, II grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 60° anniversario della nascita, il vescovo Jakov di Naryan-Mar e Mezen è stato insignito dell’Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 55° anniversario della sua nascita, il vescovo Vladimir di Novokuznetsk e Tashtagol è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della nascita il vescovo Luka di Iskitim e Cherepanov è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della sua nascita, il vescovo Nikolaj di Severobaikalsk e Sosnovo-Ozersky è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della nascita, il vescovo Hilarion di Kineshma e Palekh è stato insignito dell’Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della nascita, il vescovo Stefan di Tikhoretsk e Korenovsk è stato insignito dell'Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della nascita, il vescovo Matfej di Shuya e Teikovo è stato insignito dell’Ordine di San Serafino di Sarov, III grado;

- in considerazione del diligente lavoro per il bene della Santa Chiesa e in connessione con il 50° anniversario della nascita, il vescovo Irinej di Orsk e Guy è stato insignito del diploma patriarcale;

- in considerazione del diligente lavoro arcipastorale e in connessione con il 50° anniversario della nascita, il vescovo Vasilij di Armavir e Labinsk è stato insignito del diploma patriarcale.

In conclusione, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha ammonito tutti i partecipanti al servizio divino: «Ancora una volta mi congratulo con tutti per la vacanza, grazie per le vostre preghiere e invito tutti noi uniti, all'unanimità, con il massimo sforzo delle forze spirituali, e talvolta fisiche, per continuare quel servizio, dal quale oggi, come si è già detto, forse dipende il destino del nostro popolo e della nostra Chiesa. Dobbiamo rispondere alle sfide di un momento difficile con sforzi raddoppiati volti a rafforzare la fede ortodossa e l'unità del nostro popolo. Ancora una volta, mi congratulo con tutti voi per la festa. Cristo è risorto!»

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono