16/09/2021
Russia - Consiglio di sicurezza collettiva Csto


Novo Ogaryovo, 16 settembre 2021 - Il presidente russo Vladimir Putin ha preso parte in videoconferenza alla sessione del Consiglio di sicurezza collettiva dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva.
A seguito della sessione, è stato adottato un pacchetto di documenti, tra cui la Dichiarazione del Consiglio di sicurezza collettiva della Csto.

Emomali Rakhmon: Cari colleghi!
Sono sinceramente lieto di darVi il benvenuto nella capitale del Tagikistan.

Consentitemi di dichiarare aperti i lavori della sessione del Consiglio di sicurezza collettiva dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva.





La sessione odierna completa il ciclo di attività degli organi statutari della Csto nell'ambito della presidenza tagika.

Vorrei sottolineare che la presidenza del Tagikistan nell'Organizzazione è coincisa con un periodo di sfide e minacce straordinarie affrontate dalla nostra regione di sicurezza collettiva. Tuttavia, il nostro Paese, con il supporto dei partner Csto, ha coerentemente svolto le funzioni di presidente secondo le aree prioritarie espresse.

Cogliendo questa opportunità, esprimo la mia gratitudine agli Stati membri della Csto per il lavoro congiunto sull'attuazione del piano d'azione che abbiamo concordato per attuare le decisioni adottate nelle sessioni del Consiglio di sicurezza collettiva e l'attuazione delle aree di attività prioritarie proposte dalla Repubblica del Tagikistan.

Riassumendo i risultati del nostro lavoro congiunto, vorrei sottolineare che, prima di tutto, siamo riusciti a mantenere generalmente un alto livello di interazione politica e a garantire il coordinamento delle posizioni di politica estera.

In secondo luogo, abbiamo continuato la pratica di adottare dichiarazioni congiunte su questioni di attualità nell'agenda internazionale e regionale.

In terzo luogo, l'interazione interparlamentare si è ampliata. Nel luglio di quest'anno, Dushanbe ha ospitato con successo una sessione in lovo del Consiglio dell'Assemblea parlamentare della Csto.

In quarto luogo, abbiamo completato il lavoro sull'adozione di un piano per dotare le forze collettive di reazione rapida della Csto. Questo è un traguardo molto importante. La decisione corrispondente sarà presa oggi.

In quinto luogo, è stato mantenuto un alto livello di prontezza delle forze di sicurezza collettive a svolgere i compiti come previsto. Ciò è estremamente importante data la situazione di tensione nel vicino Afghanistan.

Sesto, si sono ampliati i contatti con le organizzazioni internazionali. La Csto è ampiamente rappresentata in sedi internazionali.

E infine, abbiamo compiuto progressi qualitativi nello sviluppo del potenziale di mantenimento della pace della Csto.

È ovvio che il complesso del lavoro congiunto svolto contribuirà all'ulteriore rafforzamento del potenziale della Csto. Naturalmente, il Segretariato della Csto ha svolto un ruolo importante in questo lavoro. Ringrazio il Segretario Generale e tutti coloro che hanno la responsabilità di assicurare il pieno lavoro dell'Organizzazione nelle attuali difficili condizioni.

Vladimir Putin: Caro Emomali Sharipovich, Cari amici!

Prima di tutto, vorrei unirmi ai mie colleghi per ringraziare il Presidente del Tagikistan e tutti i nostri amici tagiki per l'attivo lavoro svolto durante la presidenza dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva, nonché per la preparazione dell'incontro di oggi.

Sapete che purtroppo ho dovuto cancellare la mia visita a Dushanbe all'ultimo momento, mi dispiace molto, ma questo è dovuto al fatto che, come sapete, sono stati individuati casi di coronavirus nella mia cerchia ristretta e non a uno o due persone ma a diverse dozzine. E ora dobbiamo osservare il regime di autoisolamento per diversi giorni.

Purtroppo, non posso stringere la mano a ciascuno di Voi, abbracciarVi, ma, naturalmente, siamo interessati a partecipare - anche se a distanza - alla discussione dei compiti chiave della nostra Organizzazione.

Come già notato, la situazione nella zona di responsabilità della Csto e ai confini esterni degli Stati membri non è solo instabile, ma comporta anche nuove sfide e rischi davvero acuti per la sicurezza dei nostri Paesi.

Subito dopo il ritiro precipitoso, per usare un eufemismo, delle truppe statunitensi e dei loro alleati dall'Afghanistan e l'avvento al potere del Movimento talebano, ci siamo incontrati per un vertice straordinario della Csto e ci siamo confrontati sui pericoli connessi alla situazione radicalmente mutata in quel Paese. All’epoca, tutti sostenevano la conclusione che, nelle condizioni attuali, era più che mai necessario garantire il più stretto coordinamento possibile degli Stati membri della Csto e la loro coesione. Abbiamo anche convenuto che era essenziale essere pronti in qualsiasi momento a sfruttare appieno il potenziale difensivo e politico della CSTO al fine di garantire la sicurezza e mantenere la pace e la stabilità nei nostri paesi. Abbiamo anche convenuto che è necessario essere pronti in qualsiasi momento a utilizzare appieno il potenziale di difesa e politico della Csto per garantire la sicurezza, mantenere la pace e la stabilità nei nostri Paesi.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Il presidente del Tagikistan Emomali Rahmon durante la sessione del Consiglio di sicurezza collettiva dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva. Foto: Tass.
Sessione del Consiglio di sicurezza collettiva dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva. Foto: Tass.
Il presidente russo Vladimir Putin alla sessione del Consiglio di sicurezza collettiva dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva. Foto: Tass.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono