07/07/2021
Russia/Armenia - Incontro tra Putin e Pashinyan


Mosca, 7 luglio 2021 - Al Cremlino, Vladimir Putin ha incontrato il primo ministro ad interim della Repubblica di Armenia Nikol Pashinyan.
Vladimir Putin: Caro Nikol Vladimirovich!
Sono lieto di avere l'opportunità di incontrarVi, per parlare di tutte le questioni che ci interessano. E, naturalmente, vorrei congratularmi ancora una volta, questa volta personalmente, con Voi per i risultati elettorali.

Penso che questo sia importante per tutti, prima di tutto, ovviamente, per l'Armenia, per il popolo armeno, tenendo presente che questioni così complesse, molto acute e delicate che devono essere risolte possono essere risolte solo se c'è l'opportunità per lavorare in modo efficace. E per questo la cosa più importante è avere la fiducia delle persone. Ce l'avete, i risultati delle elezioni lo hanno dimostrato. Questo è molto importante, anzi, questa è la cosa più importante. In tempi così difficili per la vita del Paese, questa è probabilmente la condizione più importante per un ulteriore sviluppo.

Pertanto, mi congratulo sinceramente con Voi. Spero che oggi, sia formalmente che in maniera informale, durante la cena di lavoro, potremo parlare di tutte le questioni che abbiamo discusso in modo così approfondito ultimamente e che richiedono la nostra soluzione.

N. Pashinyan: Grazie mille.

Caro Vladimir Vladimirovich!

Permettetemi innanzitutto di esprimere ancora una volta le mie condoglianze per l'incidente aereo in Kamchatka ed esprimere la mia solidarietà alle famiglie e ai parenti di tutte le vittime.

Grazie per l'invito e congratulazioni. Questa è davvero un'occasione molto importante per discutere tutte le questioni delle nostre relazioni. Questo è il nostro terzo incontro qui quest'anno. Questo, a mio avviso, esprime la dinamica dei rapporti tra i nostri Paesi.

Purtroppo, ultimamente abbiamo discusso molto spesso e molto di questioni legate alla sicurezza, perché la situazione nella nostra regione non è molto stabile. Naturalmente, tutti conoscono i Vostri sforzi personali e gli sforzi della Federazione Russa per raggiungere un cessate il fuoco nella guerra di 44 giorni.

Devo dire che dopo il dispiegamento delle forze di pace russe nel Nagorno-Karabakh, la situazione è stabile, ma di tanto in tanto sorgono focolai di tensione e instabilità. E oggi voglio condividere con Voi le mie valutazioni e opinioni sul perché e come questo sta accadendo. La situazione al confine tra Armenia e Azerbaigian non è ancora molto stabile, e ne abbiamo parlato più volte. Voglio dire che anche qui, purtroppo, abbiamo avuto un focolaio di tensioni costanti negli ultimi due mesi. Spero che saremo in grado di sincronizzare gli orologi su questo problema oggi.

Finora devo dire che, purtroppo, la questione dei prigionieri di guerra non è stata ancora del tutto risolta, anche se qui, fortunatamente, ci sono delle buone notizie: pochi giorni fa sono stati riportati in Patria 15 prigionieri di guerra, e io voglio sottolineare il Vostro ruolo personale in questo e ringraziare. Abbiamo discusso di questo argomento nella nostra conversazione telefonica il 24 giugno e una settimana dopo 15 dei nostri connazionali sono tornati in Patria.

Ci sono buone notizie anche nel campo dell'economia. Spero che ricordate che nel 2019 a Yerevan abbiamo discusso di questioni relative alle attività della Ferrovia del Caucaso meridionale, e devo dire che oggi il rinnovamento dei convogli ferroviari in Armenia è in pieno svolgimento. Questa è davvero una buona notizia, perché è in corso di attuazione un ampio programma di investimenti. Quest'anno crescono anche le esportazioni dall'Armenia verso la Russia dopo un anno di Covid.

Vorrei anche ringraziarVi per il Vostro sostegno nella consegna del vaccino Sputnik-V in Armenia. Oggi abbiamo già ricevuto oltre 100mila dosi. Grazie a Dio, la situazione con il coronavirus in Armenia è abbastanza buona, e in questo contesto c'è già un flusso di turisti russi in Armenia, anche questa è un'ottima notizia.

Oggi, spero, avremo tempo per discutere tutte le questioni delle nostre relazioni bilaterali e sincronizzare gli orologi dopo le elezioni e prima di una nuova tappa nella vita del nostro Paese.

Vladimir Putin: Fantastico.

Il nostro vice primo ministro [Aleksej] Overchuk Vi ha fatto visita di recente?

N. Pashinyan: Sì.

Vladimir Putin: Oggi mi ha fornito un rapporto dettagliato. In generale, mi sembra che le consultazioni tra i ministeri procedano normalmente.

(Fonte: kremlin.ru)



<<Torna Indietro

Mosca – Il presidente Vladimir Putin con il primo ministro ad interim dell'Armenia Nikol Pashinyan.
Mosca - Il primo ministro ad interim della Repubblica di Armenia Nikol Pashinyan.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono