19/06/2021
Russia - Sputnik V non compromette la fertilità


Mosca, 19 giugno 2021 – Dal centro Gamaleya arrivano alcuni chiarimenti sulla possibilità di effetti avversi del vaccino contro il Covid-19 Sputnik V.
Il vaccino Sputnik V contro il coronavirus non compromette la fertilità dei vaccinati, poiché si basa su adenovirus con cui l'umanità convive da tempo. Lo ha spiegato a Sputnik il direttore del Centro russo di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, Alexandr Gintsburg.
«Né in termini evolutivi, né in termini di osservazioni più vicine della medicina moderna, il vaccino non ha effetti negativi», ha detto Gintsburg.
Il direttore ha spiegato che i componenti del farmaco si basano sui tipi di adenovirus umani 26 e 5, apparsi nella popolazione umana da molto tempo.
«Si sa che in quel periodo l'umanità si è moltiplicata fino a raggiungere i 7,5 miliardi e nessuno ha mai avuto sospetti su questi due virus, che sono presenti nei nostri corpi e che abbiamo contratto decine di volte», ha sottolineato.
Lo Sputnik V, sviluppato dal Centro di epidemiologia e microbiologia Nikolaj Gamaleya di Mosca in collaborazione con il Fondo russo per gli investimenti diretti, è stato registrato in Russia nell'agosto 2020 e ha un'efficienza del 97,6%, in base a quanto riportato da uno studio che ha coinvolto quasi quattro milioni di persone.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Il vaccino russo Sputnik V contro Covid-19. © Sputnik.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono