07/06/2021
Russia - Telefonata tra Putin e Michel


Mosca, 7 giugno 2021 – Il presidente Vladimir Putin ha avuto un colloquio telefonico con Charles Michel, presidente del Consiglio europeo.
Sono state esaminate a fondo le questioni delle relazioni tra la Russia e l'Unione europea, nonché una serie di urgenti problemi internazionali.
Come ha sottolineato Vladimir Putin, sebbene Russia e Unione europea rimangano partner molto significativi l'una per l'altra nel campo del commercio e degli investimenti, tuttavia, lo stato attuale delle relazioni Russia-Ue non può essere considerato soddisfacente. È stato osservato che tornare alla cooperazione in modo pragmatico e rispettoso soddisferebbe gli interessi comuni. È stata espressa un'opinione reciproca sull'importanza di migliorare l'interazione in aree specifiche come l'assistenza sanitaria, l'agenda per il clima e la risoluzione dei conflitti regionali.

Sono state toccate le questioni della lotta alla diffusione dell'infezione da coronavirus, comprese le prospettive per la certificazione nell'Ue del farmaco russo «Sputnik V» e la garanzia delle condizioni per i viaggi reciproci dei cittadini soggetti a restrizioni anti-epidemia.

È stata discussa la situazione attuale intorno al Nagorno-Karabakh, tenendo conto dell'importanza di un'ulteriore attuazione coerente delle dichiarazioni dei leader di Russia, Azerbaigian e Armenia del 9 novembre 2020 e dell'11 gennaio 2021. Tra i compiti prioritari ci sono lo sblocco dei collegamenti economici e di trasporto nella regione e la soluzione dei problemi umanitari della popolazione. Charles Michel ha espresso sostegno al lavoro svolto, anche attraverso i copresidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce (Russia, Usa, Francia).

In relazione alle ulteriori misure di pressione sanzionatoria contro la Bielorussia adottate dall'Unione europea, Vladimir Putin ha sottolineato la controproduttività di questo approccio, nonché di qualsiasi tentativo di interferire negli affari interni di questo Stato sovrano in generale.

Durante lo scambio di opinioni sulla crisi interna ucraina, è stato affermato da entrambe le parti che il «pacchetto di misure» di Minsk del 2015 rimane la base incontrastata per la soluzione. Il Presidente della Russia ha sottolineato la necessità che le autorità di Kiev attuino rigorosamente tutti gli accordi precedentemente raggiunti, principalmente l'instaurazione di un dialogo diretto con Donetsk e Lugansk e la legalizzazione dello status speciale del Donbass.

Durante la discussione sulla situazione in Libia, Vladimir Putin e Charles Michel si sono espressi a favore di un'ulteriore assistenza nell'avanzamento del processo politico e del sostegno alle autorità costituite durante il periodo di transizione.


(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Il presidente russo Vladimir Putin. © Sergej Ilyin / Servizio stampa del Presidente della Federazione Russa / Tass.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono