Agosto 2021
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


11/01/2021
Russia - Incontro tra Putin e Aliyev


Mosca, 11 gennaio 2021 - Vladimir Putin ha incontrato al Cremlino il presidente della Repubblica dell'Azerbaigian Ilham Aliyev.
Vladimir Putin: Caro Ilham Heydarovich!
Ancora una volta Vi do il benvenuto a Mosca e ancora una volta desidero ringraziarVi per aver accettato l'invito e per essere venuto nella capitale della Russia.
Naturalmente, l'evento più importante dello scorso anno è stata la difficile situazione e il suo difficile corso nel Nagorno-Karabakh. Ma voglio esprimere la mia soddisfazione per il fatto che siamo riusciti a porre fine alle ostilità e allo spargimento di sangue. E, poiché abbiamo appena parlato dei risultati del lavoro di oggi, la missione di mantenimento della pace sta adempiendo alla sua funzione e la situazione nel suo insieme sta gradualmente tornando alla normalità. E il fatto che oggi siamo giunti alla firma di una Dichiarazione congiunta, che si basa sul desiderio di risolvere la situazione a lungo termine, a mio avviso è estremamente importante.

Ma al di fuori del contesto degli eventi legati alla risoluzione del Nagorno-Karabakh, abbiamo anche un'agenda bilaterale. E a questo proposito, vorrei sottolineare ancora una volta ed esprimere la mia gratitudine per il lavoro congiunto, che è legato al modo in cui abbiamo celebrato il 75° anniversario della Vittoria nella Grande Guerra Patriottica. Questo è stato un evento molto luminoso per tutti i nostri Paesi, per tutti i Paesi nello spazio post-sovietico, perché a quel tempo tutti abbiamo preso parte alla lotta per la libertà e l'indipendenza della nostra Patria comune.

Oggi, le relazioni tra Russia e Azerbaigian si stanno sviluppando con successo. Ciò vale principalmente per la componente economica. Abbiamo molte aree di lavoro congiunto e molti interessi coincidenti in questo settore - nel settore dell'economia.

Mi auguro vivamente che il lavoro per risolvere la situazione nel Caucaso meridionale in generale trarrà vantaggio, come ho appena detto, dalle nostre relazioni bilaterali. Partendo dal fatto che questo accordo ci permetterà di costruire le nostre relazioni ancora più strette, in modo ancora più sistematico, non solo in ambito economico, ma anche in ambito umanitario.

Ancora una volta voglio ringraziarVi per essere stato a Mosca oggi.

Ilham Aliyev: Grazie, caro Vladimir Vladimirovich.

È sempre un piacere essere nella capitale della Russia, e desidero esprimere ancora una volta la mia gratitudine per l'invito, nonché per l'iniziativa di tenere un incontro trilaterale. Si è rivelato molto utile e, credo, fruttuoso, perché al termine dell'incontro siamo giunti alla firma della Dichiarazione.

Questa è la seconda Dichiarazione firmata due mesi dopo la fine della guerra e, in sostanza, traccia una linea sotto quanto accaduto l’anno scorso.
La Dichiarazione mira a creare una situazione completamente nuova nella nostra regione, sbloccando le comunicazioni di trasporto. Questo è di grande importanza per noi, perché in questo modo, dopo più di 30 anni, l'Azerbaigian avrà un collegamento con la Repubblica autonoma di Nakhichevan della Repubblica dell'Azerbaigian mediante le comunicazioni di trasporto attraverso il territorio dell'Armenia. L'Armenia avrà un collegamento ferroviario con Russia e Iran attraverso il territorio dell'Azerbaigian. Avremo anche accesso al mercato turco attraverso la Repubblica autonoma di Nakhichevan. E saranno collegate anche le arterie ferroviarie turche e russe. Cioè, questa Dichiarazione apre grandi prospettive.

Sono sicuro che il gruppo di lavoro che abbiamo creato oggi lavorerà in modo efficace e ci riferirà periodicamente sull'attuazione dei progetti. Non c'è un progetto, ma diversi. Sono sicuro che verranno implementati tutti.

Vorrei esprimere ancora una volta la mia gratitudine per la Vostra partecipazione personale alla cessazione delle ostilità e alla firma della Dichiarazione del 9 novembre. Credo che Voi, in qualità di leader della Russia, come vicino di Armenia e Azerbaigian, abbiate dimostrato ancora una volta volontà, determinazione e saggezza. E l'incontro di oggi su Vostra iniziativa mostra ancora una volta quanta attenzione prestate a questo tema. Naturalmente, questo ci rende molto felici, perché la dinamica positiva dell'evoluzione della situazione nell'intera regione dipenderà in gran parte dalla risoluzione del conflitto tra Armenia e Azerbaigian, che è già rimasto nella storia. Si aprono prospettive completamente nuove, che prima non potevamo nemmeno immaginare.

Per quanto riguarda le relazioni bilaterali, nonostante un anno difficile legato alla pandemia, il calo del fatturato commerciale non è molto significativo. Sono certo che quest'anno compenseremo tutto questo. Un'agenda molto ampia e vasta, anche nella sfera economica. In ambito politico, Azerbaijan e Russia sono da tempo partner strategici, e la partecipazione attiva della Russia alla fine della guerra, così come alla missione di peacekeeping, parla proprio del fatto che si tratta di rapporti di partenariato strategico, di lungo periodo, che hanno dinamiche molto buone.

Avete sottolineato la cooperazione umanitaria tra i nostri Paesi. Si è sempre contraddistinta per grande sincerità, efficienza e attenzione anche a risultati specifici. E in tutte le altre aree, ci impegniamo per una cooperazione molto efficace quest'anno e negli anni successivi.

E la situazione che si è sviluppata tra Armenia e Azerbaigian e si è evoluta nel corso degli anni è stata finalmente risolta, e sono sicuro che non ci saranno tentativi da parte armena di rivedere la Dichiarazione del 9 novembre in modo che entrambi i popoli trovino la volontà e la saggezza per pensare al futuro e alla riconciliazione.

Grazie ancora per l'invito e per questa iniziativa.

Vladimir Putin: Grazie.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Mosca - Vladimir Putin incontra al Cremlino il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev.
Mosca - Incontro con il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono