Luglio 2022
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


ELEOUSA magazine
Agosto '17

Bryansk, la forza dell'unità


Il presidente del Dipartimento per le Relazioni ecclesiastiche esterne della Chiesa ortodossa russa, metropolita Hilarion è stato in visita in Ucraina dal 10 al 17 novembre 2010 con la benedizione del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kyrill. La visita ha interessato le città di Donetsk, Sviatogorsk, Severodonetsk, Lugansk, Kharkov, Poltava, Cherkasy, Kiev e Chernigov e ha avuto un carattere missionario. L’ultimo giorno, il 17 novembre, nel viaggio di ritorno a Mosca, il metropolita Hilarion si è fermato a Bryansk, al confine tra le tre nazioni - Russia, Bielorussia, Ucraina.
Nel 1975, per commemorare il 30° anniversario della vittoria dei popoli fratelli nella Grande Guerra Patriottica, in questo luogo è stato eretto il monumento all’"Amicizia". Le persone del luogo chiamano il memoriale le "Tre sorelle". Presso il monumento, ogni ultima domenica di giugno, si svolge la festa dell’ "unità slava". Sul territorio russo, presso la stele commemorativa c’è la Croce devozionale, progettata dallo scultore VM Klykov. Dinanzi alla Croce, si trova una pietra con una scritta in russo e lingua slava: "Con la benedizione del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Alessio II, per la fondazione della Chiesa della Santissima Trinità, nell'anno del Signore 1995, nel giorno di Tutti i Santi che hanno brillato nella Terra russa”.
In questo luogo, il metropolita Hilarion ha tenuto un servizio di preghiera e di adorazione della Croce, coadiuvato dall'arcivescovo di Chernigov e Novgorod-Seversky Ambrogio, dal vescovo di Bryansk e Sevsky Teofilatto e dal vicario della Diocesi mons. Leonid Gomel Rechitsa, i quali hanno pregato per la prosperità dei tre popoli.
A conclusione della preghiera, il presidente del Decr ha detto: “Siamo nel punto di confine di tre nazioni sovrane - Russia, Bielorussia e Ucraina. Questa terra è neutrale, quindi non è sottoposta alla giurisdizione canonica dei vescovi locali - sia ucraini, bielorussi o russi. Così, è la terra sotto la giurisdizione del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, Kyrill, il Primate della Chiesa, che unisce i popoli della Russia, dell'Ucraina e della Bielorussia, così come le persone in altri paesi dell'ex Unione Sovietica. Questo spazio che noi chiamiamo sacro ha il nome di Santa Russia.
Santa Russia - queste due parole ci parlano non solo della nostra storia comune, ma anche del nostro oggi e del nostro futuro. I popoli di Bielorussia, Ucraina e Russia sono inestricabilmente legati, e li unisce la fede, la Chiesa ortodossa. Tutti e tre questi popoli una volta erano una nazione, una sola lingua. Essi sono stati battezzati da San Vladimir sul fiume Dnepr, hanno una storia comune. E oggi, anche se i confini politici ci dividono, l'unità spirituale lega i nostri popoli.
Mi auguro che questo posto diventi il simbolo di unità dei tre popoli slavi, che qui hanno costruito un tempio che simboleggia questa unità, la chiesa della Santa Trinità. Mi auguro che Sua Santità si recherà in visita in questo luogo straordinario e pregherà insieme con i credenti ortodossi che si riuniscono qui ogni anno per stare insieme e pregare, socializzare con gli altri. E noi - vescovi, clero e laici - dobbiamo fare di tutto per rafforzare l'unità. Questi sforzi possono essere espressi nella preghiera comune, in progetti comuni e pellegrinaggi. I nostri tre popoli non devono mai dimenticare che insieme costituiscono un'unica nazione, che si chiama Santa Russia”.



<< Torna Indietro

Le tre nazioni sovrane
La regione di Bryansk (in verde chiaro)
Bryansk - Il metropolita Hilarion
La croce commemorativa della Chiesa russa
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono