ELEOUSA magazine
Agosto '17

La Russia come centro logistico globale


N el 2018 ricorrono cinquant'anni dall'inizio delle forniture di gas dall'Unione Sovietica al mercato austriaco. Durante questo periodo, il Paese ha contribuito in modo significativo a garantire la sicurezza energetica dell'intero continente europeo. Pertanto, «il prossimo anniversario conferma in modo chiaro la reputazione della Russia come fornitore affidabile di risorse energetiche». Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin in un incontro con il cancelliere federale della Repubblica d'Austria Sebastian Kurz a Mosca, rilevando che i partner austriaci hanno aderito alla realizzazione di nuove grandi infrastrutture e progetti energetici.
Durante i colloqui sono state discusse iniziative congiunte nel settore dei trasporti e delle infrastrutture logistiche. «Intendo prima di tutto la ferrovia da Košice a Vienna con binari a scartamento largo compatibili con lo standard russo. Questo progetto è stato discusso a lungo, ma ora sembra procedere gradualmente», ha dichiarato Putin, aggiungendo che «il progetto ha ricevuto ampio sostegno in occasione di una recente conferenza internazionale tenutasi a Vienna con la partecipazione di importanti società ferroviarie europee». Già negli anni '60 i collegamenti diretti Roma-Mosca e Torino-Togliatti erano considerati come un esempio di risultati positivi quando le amministrazioni ferroviarie internazionali collaboravano. La ferrovia era di nuovo un terreno di unione, di scambi reciproci e di comprensione, al di là delle cortine di ferro ancora presenti in Europa.
Per ora, «sono in corso i lavori per redigere uno studio di fattibilità e sviluppare meccanismi di finanziamento specifici. Riteniamo che la sezione Košice-Vienna consentirà a lungo termine di collegare efficacemente i mercati europeo e asiatico. Per noi è importante, poiché promuoverà il potenziale di transito della Russia», ha sostenuto Putin.
Una delle priorità della Russia è lo sviluppo e l'attuazione di un sistema integrato di attraversamento delle frontiere per merci e veicoli. «Queste misure specifiche e pratiche devono aiutarci ad attuare uno dei compiti indicati nel messaggio presidenziale, vale a dire accelerare il movimento delle merci all'interno della Russia e rafforzare la posizione della Russia come centro logistico globale», ha sottolineato il capo dello Stato in una riunione del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa.
Durante l'incontro con il cancelliere federale della Repubblica d'Austria sono stati affrontati anche alcuni problemi internazionali e regionali di attualità. Nella seconda metà del 2018, l'Austria presiederà il Consiglio dell'Unione europea. A questo proposito, le parti hanno parlato delle prospettive delle relazioni Russia-Ue, dell'importanza di mantenere piene relazioni sia in politica che nell'economia. Inoltre è stata discussa la situazione in Ucraina e in Medio Oriente, in particolare in Siria. Secondo la comune opinione, gli accordi di Minsk rimangono l’unica base per risolvere la crisi ucraina. Mentre è stata sottolineata l'importanza di unire gli sforzi della comunità internazionale contro il terrorismo, sulla base del ruolo di coordinamento dell'Onu e del diritto internazionale.



<< Torna Indietro

Vladimir Putin riceve al Cremlino il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono