Agosto 2020
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

17/05/2020
Iran - Navi cisterna dirette in Venezuela


Teheran, 17 maggio 2020 - L'Iran ha inviato cinque navi cisterna cariche di carburante in Venezuela. Washington, tramite un funzionario dell'esercito, ha definito non gradito l'invio delle navi.
La nave cisterna Faxon ha attraversato domenica pomeriggio lo stretto di Gibilterra. Nei giorni scorsi cinque petroliere, per una capacità totale di 1,5 milioni di barili, hanno lasciato l'Iran. La stampa statunitense ritiene che siano dirette in Venezuela per portare carburante.
Oltre alla Faxon, altre tre imbarcazioni battenti bandiera iraniana, Petunia, Fortune e Forest, solcano l'atlantico, mentre la Clavel, una nave di medio cargo, ha lasciato il canale di Suez e naviga in direzione di Gibilterra, secondo quanto si evince dai tracciati di localizzazione marittima.

La crisi petrolifera in Venezuela

Le sanzioni Usa hanno paralizzato le capacità del Venezuela di raffinare il proprio petrolio, bloccando l'intero settore estrattivo ed energetico e causando una crisi di carburante.
Gli Usa avevano accusato Teheran di chiedere in cambio di oro delle riserve venezuelane. Sia Teheran che Caracas hanno rigettato le accuse definendole prive di fondamenta.
La marina Usa ha inviato alcune navi da guerra in pattugliamento nel mar dei Caraibi, probabilmente con un intento dissuasivo. Sull'account Twitter della Us Navy sono state pubblicate alcune foto di cinque navi militari dispiegate durante un'operazione di sicurezza marittima nell'area caraibica.

Il botta e risposta con gli Usa

Giovedì una fonte anonima dell'esercito Usa ha riferito all'agenzia Reuters che l'amministrazione di Trump stava prendendo in considerazione delle possibili azioni nei confronti delle cinque petroliere.
«Se gli Stati Uniti, proprio come i pirati, intendessero creare insicurezza sulle rotte di navigazione internazionale, si assumerebbero un pericoloso rischio e il loro gesto non sarà sicuramente senza ripercussioni», così ha informato oggi l'agenzia iraniana Nour News, citando alcuni rapporti secondo cui navi militari statunitensi starebbero tentando di intercettare la rotta delle petroliere nei Caraibi.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Una petroliera viene vista al largo del porto di Bandar Abbas, nel sud dell'Iran. © AFP 2020 / ATTA KENARE.
Agosto '17