Aprile 2020
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

23/02/2020
Russia - Usa nell'instabilità in Medio Oriente


Mosca, 23 febbraio 2020 - Alcune forze dell'establishment statunitense sono interessate al mantenimento dell'instabilità in Medio Oriente per «pescare in acque agitate», ha dichiarato il viceministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov.
«A volte sembra che alcune forze dell'élite americana non siano interessate alla normalizzazione, ma al contrario alla destabilizzazione dell'area mediorientale. Con lo scopo di sfruttare l'incertezza politica ed i conflitti perenni, come si suol dire pescare in acque agitate. In questo contesto è da inquadrare l'uccisione di Soleimani che, per inciso, ha dato un contributo significativo alla lotta contro il terrorismo, in particolare alla sconfitta dell'Isis», ha dichiarato Bogdanov in un'intervista al settimanale greco To Vima.
D'altra parte, ha osservato Bogdanov, negli Stati Uniti si sentono dichiarazioni di altro genere, come ad esempio quando il presidente americano Donald Trump ha parlato in un discorso al Congresso della volontà di «porre fine alle guerre in Medio Oriente» e di ritirare o almeno ridurre la presenza delle forze armate statunitensi nei punti caldi.
«La realizzazione di questi piani migliorerebbe sicuramente la situazione nella regione», ha sottolineato Bogdanov.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Estrazione di petrolio in Siria. © AP Photo / Hussein Malla. Da: it.sputniknews.com.
Agosto '17