02/02/2019
Russia - Uscita dal Trattato Inf


Mosca, 2 febbraio 2019 – La Russia risponderà in modo speculare al ritiro statunitense dall’accordo sull’eliminazione dei missili a medio e corto raggio (Inf). Lo ha annunciato oggi il presidente russo Vladimir Putin.
«Gli americani hanno annunciato che si ritireranno dal trattato, allora ci ritiriamo anche noi; dicono di essere impegnati nella ricerca e nello sviluppo, e faremo lo stesso», ha detto Putin durante una riunione con il ministro degli Esteri Sergej Lavrov e il ministro della Difesa Sergej Shojgu.
Il Presidente ha sottolineato che la risposta di Mosca alla decisione statunitense sul Trattato Inf sarà speculare.





«Procederemo come segue: la nostra risposta sarà speculare», ha spiegato.
Putin ha aggiunto che tutte le proposte avanzate in precedenza da Mosca rimangono valide, ma stavolta si aspetterà che il primo passo lo facciano gli Usa.
«Le porte per i negoziati rimangono aperte, ma chiedo ad entrambi i ministeri di non avviare più negoziati su questa tematica. Aspettiamo che i nostri partner maturino per condurre un dialogo equo e significativo con noi su questo importante argomento. Sia per noi, sia per i nostri partner che per il mondo intero», ha dichiarato Putin.
Egli ha ricordato che Mosca ha per molti anni sollevato la questione dei negoziati sul disarmo e sotto tutti gli aspetti.
«E negli ultimi anni vediamo che le nostre iniziative non sono supportate dai partner. Al contrario, per tutto il tempo si cercano alcuni pretesti per smantellare il già affermato sistema di sicurezza internazionale», ha evidenziato.
In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che avrebbe avviato la procedura di uscita dal Trattato Inf il 2 febbraio. Il processo sarà completato in sei mesi, se la Russia non distruggerà il suo nuovo missile 9M729, la cui portata, secondo Washington, viola le disposizioni del trattato.
Mosca ha ripetutamente definito queste accuse infondate e ha dichiarato di rispettare rigorosamente tutte le condizioni del Trattato Inf. La scorsa settimana, il Ministero della Difesa ha tenuto una conferenza stampa per divulgare tutti i dati sul nuovo missile, ma gli Stati Uniti hanno rifiutato di parteciparvi e hanno continuato a chiedere la distruzione del 9M729.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Mosca – Il presidente Vladimir Putin con il ministro degli Esteri Sergej Lavrov (a sinistra) e il ministro della Difesa Sergej Shojgu.
Mosca - Il presidente Vladimir Putin con il ministro degli Esteri Sergej Lavrov.
Mosca - Con il ministro degli Esteri Sergej Lavrov.
Mosca - Il ministro della Difesa Sergej Shojgu.
Mosca – Con il ministro degli Esteri Sergej Lavrov (a sinistra) e il ministro della Difesa Sergej Shojgu.
Mosca - Il presidente Vladimir Putin con il ministro della Difesa Sergej Shojgu.
Agosto '17