Luglio 2020
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
LINK
COMMUNITY
PASSAPAROLA
SPONSOR
CONTATTI

ELEOUSA magazine
Agosto '17

Al cuore del ministero patriarcale c'è la Croce. Terzo anniversario di intronizzazione del Patriarca Kirill


Nel terzo anniversario di intronizzazione di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill, è stata celebrata il 1 febbraio 2012 nella Cattedrale di Cristo Salvatore una solenne Liturgia.
Il Patriarca è stato raggiunto dai gerarchi della Chiesa ortodossa russa, dai rappresentanti delle Chiese ortodosse locali a Mosca, dai vicari dei monasteri e dal clero di Mosca: metropolita di San Pietroburgo e Ladoga Vladimir; metropolita di Minsk e Slutsk Filaret; metropolita di Krutitsy e Kolomna Juvenalij; metropolita di Chisinau e di tutta la Moldavia Vladimir; metropolita di Astana e Kazakistan Alexander; metropolita dell’Asia centrale Vincent; metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca; metropolita di New York e America orientale Hilarion, primo Gerarca della Chiesa russa all’estero; metropolita di Odessa e Izmail Agafangel; metropolita di Zugdidi e Tsaishsky Gerasim; vescovo della Karpasia Nectarios; metropolita Atanasij Kirinsky; arcivescovo di Filippopoli Niphon; archimandrita Stefan (Dispirakis); archimandrita Teoctist (Dimitrov); arciprete Aleksej Yushchenko; shiarhimandrita Eli (Nozdrin); archimandrita Isidor (Minaev), presidente della Missione ecclesiastica russa a Gerusalemme; arciprete Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia a Mosca; arciprete Mikhail Ryazantsev, decano della Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca; arciprete Aleksandr Ganaba, segretario dell’amministrazione diocesana di Mosca; arciprete Dimitrij Smirnov, presidente del Dipartimento sinodale per la cooperazione con le Forze Armate e le Forze dell’Ordine; arciprete Vsevolod Chaplin, presidente del Dipartimento sinodale per i rapporti tra la Chiesa e la società; arciprete Nikolaj Balashov, vice presidente del Decr; abate Filaret (Bulekov), vice presidente del Decr, ieromonaco Antonij (Sevryuk), abate del tempio patriarcale di Santa Caterina a Roma.
Hanno preso parte al culto il rettore della Cattedrale dell’Epifania a Mosca, arciprete Mattew Stadnyuk, le badesse dei conventi, i sacerdoti e i membri dei consigli parrocchiali.
Oltre a numerosi fedeli, erano presenti nella Cattedrale il presidente ad interim della Repubblica di Moldova MI Lupu, il vice capo dell’Amministrazione presidenziale della Federazione Russa AD Beglov, il primo vice presidente del Comitato della Duma di Stato per gli Affari esteri LE Slutsky, l’ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Repubblica di Moldova nella Federazione russa AK Negutsa e il sindaco di Mosca Sobyanin,
che si è congratulato con il Patriarca.
Al termine della Liturgia, il metropolita di Krutitsy e Kolomna Juvenalij ha fatto una preghiera di ringraziamento. Poi il metropolita di San Pietroburgo e Ladoga Vladimir ha letto il messaggio di congratulazioni del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa e ha dato in dono a Sua Santità l’Icona di Nostra Signora di Kazan.
“Dopo la Divina Liturgia e la preghiera che abbiamo cantato insieme a Voi, ai vescovi e ai sacerdoti nel Duomo - la Cattedrale di Cristo Salvatore, - a nome del Santo Sinodo, del clero e dei laici lasciate che Vi rivolga parole di benvenuto e di congratulazioni per questo importante evento ecclesiale - la celebrazione della Vostra intronizzazione Patriarcale.
Con la Provvidenza misericordiosa di Dio e l’elezione del Concilio Locale della Chiesa ortodossa russa, tre anni fa siete salito al trono Patriarcale di Mosca. In quell’ora benedetta tutta la pienezza della Chiesa ha gioito, perché il Signore ha messo al livello più alto del sacerdozio un uomo buono, saggio, generoso e dotato di diversi talenti.
Il giorno dell’elezione, quando sotto il tetto di questo magnifico tempio è risuonato il Vostro nome, Voi, con timore spirituale e riconoscenza, profeticamente avete detto: “Al cuore del ministero Patriarcale c’è la Croce”.
Ora, in piedi sullo stesso luogo sacro, e guardando con gli occhi della mente il ministero primaziale svolto, Voi potete testimoniare davanti a Dio e agli uomini che il peso della croce è veramente grande, e che se non ci fossero l’aiuto dall’alto e le preghiere di tutti i credenti, è improbabile avere la forza umana per sopportarlo. Questa croce è costituita da preoccupazioni di ogni giorno per la Chiesa, da una grande responsabilità per ogni parola e azione, dalla forza di volontà e dal dolore del Patriarca.
Dio Vi ha destinato a guidare la Santa Chiesa in un momento in cui sembrava non ci fossero urgenze amministrative per svolgere la sua missione salvifica. Tuttavia, vediamo come il nemico insidioso e sofisticato del genere umano cerca di allontanare l’uomo dalla vera via, attraverso la potente industria del consumo e del divertimento. Ma Voi, Santità, alzando costantemente la voce, in modo chiaro e convincente, in un linguaggio semplice, proclamate la Verità di Dio ai nostri contemporanei, parlate della cosa più importante, mettete in guardia contro le menzogne e le vanità di questo mondo. Voi parlate come chi detiene il potere, la Vostra parola è un parlare sempre con grazia, condito di sapienza, per sapere come rispondere a ciascuno (Col 4,6). Per questo, milioni di persone danno ascolto a Voi, sia nello spazio canonico del Patriarcato di Mosca che in altri paesi in tutto il mondo.
Oggi, Voi siete un leader spirituale, le cui parole sono coniugate a ogni caso specifico. Tutto quello che avete fatto in questi tre anni insieme al clero e ai fedeli, è veramente sorprendente e ha una dimensione sistemica. Non c’è nessuna regione esclusa dal servizio della Chiesa, ovunque è diretto
il Vostro sguardo di Primate. La riorganizzazione dell’amministrazione della Chiesa e delle strutture sinodali, la creazione di nuove diocesi e la costruzione di templi, le attività missionarie, educative e sociali, il lavoro con i bambini e i giovani, l’istruzione e la catechesi, tutto questo e altro è al centro della Vostra attenzione.
Con entusiasmo e regolarmente svolgete il servizio, e fuori del tempio Voi continuate la liturgia, tutta la Vostra vita è un servizio, tutto il ministero è rivolto alla gloria di Dio e per il bene della Santa Chiesa.
Cantare al Signore, benedire il Suo nome, annunziare di giorno in giorno la Sua salvezza (Sal 95, 2), è per Voi anche non dimenticare molte questioni sociali del nostro tempo. Saggiamente, con il diritto di intercedere del Patriarca, Voi condividete con la gente, con chi è al potere i Vostri pensieri sui concetti chiave per il popolo come la giustizia, l’onestà e la responsabilità. E in questo dialogo, come in tutte le altre attività e opere, il Signore Vi illumina.
Ci rallegriamo di avere dinanzi a noi un esempio luminoso di ministero instancabile e fruttuoso, al meglio delle Vostre capacità cercate di realizzare le Vostre grandi idee, il cui scopo è alto ed eterno - salvare, educare e santificare ogni uomo che viene nel mondo (Gv 1,9). Sì, il Signore rafforzi la Vostra forza fisica e spirituale per continuare il servizio primaziale per il bene della Chiesa ortodossa russa, e così Vi mantenga in buona salute per gli anni a venire”.
I membri del Santo Sinodo:

Metropolita di Kiev e Ucraina Vladimir
Metropolita di San Pietroburgo Vladimir
Metropolita di Minsk e Slutsk Filaret
Metropolita di Krutitsy e Kolomna Juvenalij
Metropolita di Chisinau e Moldavia Vladimir
Metropolita di Astana e Kazakistan Aleksandr
Metropolita dell’Asia centrale Vincent
Metropolita di Saransk e Mordovia Varsonofij
Metropolita di Volokolamsk Hilarion
Metropolita di Lutsk e Volinskij Niphon
Metropolita di Ufa e Sterlitamak Nikon
Metropolita di Ryazan e San Michele Pavel
Vescovo di Maikop e Adyghe Tikhon
Vescovo di Kemerovo e Novokuznetsk Aristarch




<< Torna Indietro

Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill
Mosca - Cattedrale di Cristo Salvatore. Solenne Liturgia
Mosca - Il metropolita di San Pietroburgo rivolge gli auguri al Patriarca Kirill
Agosto '17