07/04/2021
Russia - Putin incontra il Primo Ministro armeno


Mosca, 7 aprile 2021 - Vladimir Putin ha ricevuto al Cremlino il primo ministro della Repubblica di Armenia Nikol Pashinyan.
Vladimir Putin: Caro Nikol Vladimirovich,
Sono molto lieto di vedervi e di ricevervi di nuovo a Mosca.
Sono grato che Voi abbiate accettato l'invito, perché, ovviamente, abbiamo qualcosa di cui parlare in termini di costruzione di relazioni bilaterali e, naturalmente, di problemi più urgenti e acuti, quali la normalizzazione della situazione nel Nagorno-Karabakh e dintorni.

Quanto alle relazioni bilaterali, non elencherò tutto e parlerò di quanto siano profonde le nostre relazioni, che sono di natura veramente strategica. Non elencherò tutte le piattaforme internazionali in cui collaboriamo. Tuttavia, considero importante menzionare che il 40% di tutti gli investimenti di capitale nell'economia armena sono di origine russa.

Abbiamo un fatturato solido. Allo stesso tempo, nell'ultimo anno, per vari motivi, ma soprattutto, ovviamente, legati all'epidemia di coronavirus, stiamo assistendo ad una leggera diminuzione. Sono sicuro che in un futuro molto prossimo non solo potremo ripristinare questo volume, ma anche andare avanti.

Vedo che la commissione intergovernativa che abbiamo creato sta lavorando attivamente da entrambe le parti. Voi sostenete le sue attività nel modo più attivo e il nostro vice primo ministro Overchuk viene in visita regolarmente a Yerevan. Recentemente l'avete ricevuto, Vi ha anche riferito di come viene vista la traiettoria dell'interazione nella regione nel suo insieme, riferendosi allo stato del dopoguerra. Abbiamo discusso questo argomento molte volte.

Naturalmente, la componente più importante è la possibilità di ripristinare i legami commerciali ed economici e le rotte di trasporto nella regione, in modo che l'Armenia riceva nuove opportunità per lo sviluppo del Paese. Secondo me, questa è una cosa estremamente importante.

Tutti questi temi, così come altri legati alla situazione attuale, con prospettive di sviluppo, spero, potremo discutere con Voi oggi durante la conversazione, e poi in un pranzo di lavoro.

Nikolai Pashinyan: Caro Vladimir Vladimirovich!

Sono molto lieto di vederVi.

Prima di tutto, lasciate che Vi ringrazi per l'invito a visitare Mosca. Certo, siamo infatti in costante comunicazione, ma tali incontri sono molto importanti per la sincronizzazione degli orologi, come si suol dire.

Abbiamo già convenuto che oggi avremo un'agenda abbastanza ricca, comprese le questioni di natura strategica.

Prima di tutto, vorrei sottolineare che la presenza delle forze di pace russe nel Nagorno-Karabakh sta diventando un importante fattore di stabilità e sicurezza nella regione e, in questo senso, spero oggi di discutere con Voi le vostre opinioni sull'architettura di sistemi di sicurezza nella nostra regione - nel Nagorno-Karabakh, intorno ad esso, in Armenia e in generale nella nostra regione nel suo insieme.
Spero che oggi discuteremo alcune delle sfumature delle attività del gruppo di forze congiunte russo-armeno. Abbiamo anche un sistema di difesa aerea regionale unificato e ci sono alcune sfumature che speriamo di poter chiarire oggi.

Ancora una volta, desidero sottolineare il Vostro personale contributo alla stabilizzazione nella nostra regione, soprattutto dopo la guerra, dopo la firma con Voi della nostra dichiarazione congiunta con il Presidente dell'Azerbaigian.

Vorrei sottolineare che in questo contesto c'è una questione molto importante che non è stata ancora risolta: questa è la questione dei prigionieri di guerra, degli ostaggi e di altri detenuti. Come abbiamo più volte discusso, secondo la dichiarazione del 9 novembre, tutti gli ostaggi, i prigionieri di guerra e gli altri detenuti dovrebbero essere rimpatriati, ma, sfortunatamente, abbiamo ancora detenuti in Azerbaigian. Sono molto lieto che non abbiamo disaccordi sulla soluzione di questo problema.

È anche molto importante discutere i nostri punti di vista sulla risoluzione del problema del Nagorno-Karabakh, perché, purtroppo, il problema non è stato risolto, e dobbiamo anche parlarne, discutere le nostre opinioni sul futuro.

E naturalmente, come Voi avete già detto, anche le questioni della cooperazione economica sono molto importanti per noi. Spero che oggi discuteremo alcune questioni relative agli investimenti strategici, e in questo senso, oggi vorrei discutere con Voi le possibilità di costruire una nuova centrale nucleare nella Repubblica di Armenia.

Abbiamo lavorato a stretto contatto e stiamo collaborando a stretto contatto per contrastare la pandemia Covid-19. Domani riceveremo il primo lotto del vaccino russo. Questo primo lotto è, si potrebbe dire, un lotto simbolico, ma speriamo di acquistare una grande quantità di vaccino russo, perché ha dimostrato la sua efficacia nella pratica, ed è molto importante per noi che la Repubblica di Armenia abbia l'opportunità di acquistare questo vaccino.

Ovviamente abbiamo una vasta gamma di domande. Spero e sono fiducioso che oggi avremo negoziati molto efficaci.

Vladimir Putin: Certo, discuteremo tutte queste questioni nel modo più dettagliato, considereremo attentamente tutte le questioni che considerate necessarie per la discussione, incluso il vaccino, ovviamente. Vi siete già registrato?

Nikol Pashinyan: Sì, domani arriverà il primo lotto in Armenia. È vero, solo 15mila dosi, ma ne servono più di un milione. Capisco che ora in Russia c'è anche un grandissimo bisogno del vaccino.

Vladimir Putin: La nostra produzione è stata promossa. Stiamo anche parlando di un volume abbastanza ampio di produzione di questo farmaco. Quindi penso che risolveremo questo problema.

Nikol Pashinyan: Grazie.

Vladimir Putin: Questo non andrà a scapito dei cittadini russi, dei consumatori russi. La scala della nostra produzione soddisfa la domanda interna perché non tutti vogliono essere vaccinati subito. Mentre la campagna di vaccinazione va avanti, sempre più persone sono disposte a farlo. La scala di produzione generalmente corrisponde al numero di persone che vogliono ottenere il vaccino. L'offerta supera anche leggermente la domanda, ma cresce anche la scala di produzione, quindi discuteremo di questo problema.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Mosca – Vladimir Putin incontra al Cremlino il primo ministro armeno Nikol Pashinyan.
Mosca - Vladimir Putin con il primo ministro armeno Nikol Pashinyan.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono