10/01/2021
Serbia - In arrivo 500mila dosi di Sputnik V


Belgrado, 10 gennaio 2021 – La Serbia riceverà 500mila dosi del vaccino russo Sputnik V per avviare nel Paese la vaccinazione di massa, ha affermato il primo ministro Ana Brnabic.
Oggi, Brnabic ed il segretario di Stato del Ministero della Salute Mirsad Djerlek hanno assistito all'inizio della vaccinazione del personale medico alla University Children's Clinic di Belgrado.
Secondo quanto dichiarato dal capo del governo, entro la fine di gennaio la Serbia avrà circa 2 milioni di dosi di vaccini da diversi produttori, compresi i volumi ricevuti a fine dicembre, e a febbraio è atteso l'arrivo di circa un altro milione e mezzo di vaccini.
«Sono convinta che riusciremo a completare l'immunizzazione di massa in Serbia entro la prima metà dell'anno, e questo è il nostro obiettivo. Abbiamo accordi per 8 milioni di dosi di vaccini per 4 milioni di persone», ha dichiarato ai giornalisti il primo ministro.
«Domani riceveremo una quantità aggiuntiva di vaccino Pfizer, 18.525 dosi. Una notizia importante per i cittadini della Serbia è che le autorità competenti della Repubblica popolare di Cina hanno emesso l'autorizzazione per esportare il vaccino Sinopharm in Serbia. Inoltre, attendiamo circa 500.000 dosi del vaccino Sputnik V, quindi ci sono tutte le premesse per l'avvio della vaccinazione di massa», ha sottolineato Brnabic.

Il vaccino Sputnik V in Serbia

Djerlek ha dichiarato che le autorità serbe intendono completare la prima fase di vaccinazione contro Covid-19 per circa 720mila cittadini con i preparati della produzione americano-tedesca Pfizer/BioNTech ed il russo Sputnik V.
Lo stesso segretario di Stato, il ministro degli Interni Aleksandar Vulin e il presidente del parlamento Ivica Dacic sono stati vaccinati con il vaccino russo lo scorso mercoledì. Il governo serbo lo stesso giorno ha confermato la consegna di un grande lotto dello Sputnik V nel prossimo mese.
Sul profilo Twitter degli sviluppatori del vaccino è stato annunciato che il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) e il governo serbo hanno stretto un accordo sulla fornitura di 2 milioni di dosi del vaccino al Paese. Il primo lotto di 2,4 mila dosi del vaccino è stato consegnato a Belgrado il 30 dicembre 2020.

La campagna di vaccinazione in Serbia

La campagna di vaccinazione in Serbia è stata avviata lo scorso 24 dicembre con un farmaco americano-tedesco prodotto da Pfizer e BioNTech, le cui prime 4.875 dosi sono state consegnate in aereo all'aeroporto di Belgrado e poi inviate all'Istituto di ricerca Torlak. In questo mese sono previste consegne di volumi maggiori.
In precedenza il presidente serbo Aleksandar Vucic aveva promesso che lui, il primo ministro Ana Brnabic e il ministro del Lavoro e della Protezione sociale Darija Kisic Tepavcevic avrebbero ricevuto vaccini dai diversi produttori al fine di «incrementare la fiducia dei cittadini nei vaccini». Brnabic è stata la prima funzionaria nel Paese a ricevere un vaccino Pfizer.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Il vaccino russo Sputnik V. © Foto: Rdif. Da: it.sputniknews.com.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono