12/10/2020
Russia - Liturgia patriarcale a Peredelkino


Peredelkino, 11 ottobre 2020 - Nella diciottesima domenica dopo la Pentecoste, giorno della memoria del santo schemamonaco Cirillo e della santa schemamonaca Maria (morti nel 1337), genitori di San Sergio di Radonezh, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha celebrato la Divina Liturgia nella Chiesa del Santo Principe Alexander Nevsky nello skete omonimo vicino a Peredelkino.

Al temine del servizio divino, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha pronunciato un sermone: «Mi congratulo con tutti voi per la domenica, così come per il giorno del ricordo dei santi Cirillo e Maria, genitori di San Sergio.





L'esempio di questi santi di Dio testimonia che il dovere dei genitori non è solo quello di insegnare a un bambino, di metterlo in piedi, di dargli un "inizio nella vita", ma prima di tutto di influenzare l'anima e la mente di una persona in crescita, in modo che possa davvero trovare la via della salvezza e seguire questa strada.

Non è un caso che il monaco Sergio sia diventato un asceta. Non a caso, avendo la possibilità di trovare un'altra strada nella vita, ha abbandonato tutto ed è andato nel deserto, in una foresta impenetrabile, dove c'erano tanti pericoli e nessuna comodità, per vivere lì ed essere salvato lì. Se non fosse stato per i suoi pii genitori, allora, molto probabilmente, San Sergio non avrebbe acquisito un tale zelo per Dio dalla sua adolescenza. Questo è il motivo per cui l'esempio dei santi Cirillo e Maria è così importante per i genitori moderni.

Molto spesso i genitori, anche quelli che inizialmente hanno investito grandi sforzi per crescere il proprio figlio, non affrontano l'influenza dell'ambiente su di lui e si ritirano da lui, così che diventa davvero una facile preda di forze oscure che hanno un effetto distruttivo sull'anima di un giovane. L'esempio dei genitori di San Sergio di Radonezh dovrebbe convincere oggi ogni genitore dell'importanza di crescere i propri figli, della necessità di non staccare mai, in nessuna circostanza, la mano dall'aratro che coltiva l'anima di un giovane.

Possa Dio concedere che i genitori moderni, in particolare gli ortodossi, i credenti, i devoti, non si tirino mai indietro e non rinuncino alle loro posizioni di genitore, non dicano mai con un gesto della mano: "Cosa posso fare?"; ma che l'esempio dei santi Cirillo e Maria li aiuti fino alla fine a lottare per le anime dei loro figli e a non rinunciare mai all'enorme responsabilità che volontariamente hanno accettato diventando genitori di una nuova vita.

Pertanto, oggi la nostra preghiera è per tutti i genitori che devono adempiere il loro dovere con dignità e, prima di tutto, allevare un figlio in saggezza, amore, purezza, fede, perché sono queste qualità che possono aiutare una persona a percorrere la strada della vita. E possa il Signore aiutare i genitori, così come molti che desiderano sposarsi e formare una famiglia, a comprendere con l'esempio dei santi Cirillo e Maria e a portare il grande frutto della loro scelta di vita sotto forma di figli che hanno ricevuto un'istruzione dignitosa e sono stati educati nella fede, nella pietà e nella purezza. Amin».

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)



<<Torna Indietro

Peredelkino - Servizio patriarcale nella 18ª domenica dopo la Pentecoste nello skete di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nella 18ª domenica dopo la Pentecoste nello skete di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nella 18ª domenica dopo la Pentecoste nello skete di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nella 18ª domenica dopo la Pentecoste nello skete di Alexander Nevsky.
Peredelkino - Servizio patriarcale nella 18ª domenica dopo la Pentecoste nello skete di Alexander Nevsky.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono