Agosto 2020
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


31/07/2020
Siria - Una Chiesa in onore di Santa Sofia


Hama, 31 luglio 2020 - Nei giorni scorsi in Siria si è iniziato a parlare della possibilità di costruire la propria piccola Santa Sofia alla luce della conversione della chiesa da museo a moschea a Istanbul decisa dalle autorità turche. Secondo i piani, l'opera dovrebbe essere eretta ad Al-Suqaylabiyah, centro della provincia di Hama.
Sputnik ha cercato di chiarire con cosa sono connessi questi piani e se hanno delle sfumature politiche.
A sua volta il comandante del Comitato di difesa nazionale nella città di Al-Suqaylabiyah, Nabeel Abdallah, ha sottolineato che l'idea di costruire una chiesa è, prima di tutto, un simbolo della vita dei cristiani siriani e un progetto di finanziamento privato, e non ha alcuna implicazione di carattere politico.
«Si tratta di un progetto privato, sarà inoltre finanziato privatamente. Anche il terreno su cui è pianificata la costruzione della chiesa è una proprietà privata appartenente ad una famiglia di cristiani siriani, i cui antenati hanno resistito ai turchi negli anni '20, così come tutti i siriani all'epoca. Non aspettatevi un'opera imponente: sarà una piccola chiesa. Non penso che meriti tutto il clamore che hanno cercato di attribuire», ha detto.
Inoltre, secondo il funzionario, la chiesa sarà costruita in memoria di tutte le chiese siriane nella nostra provincia, e nel Paese in generale, che hanno sofferto per colpa dei terroristi in questi anni.
«Speriamo che accanto alla chiesa sia possibile erigere un monumento ai cristiani di Siria che sono stati martirizzati per la loro fede in Cristo, così come a tutti i difensori del Paese che sono morti», ha chiarito.
Nabil Abdallah ha inoltre aggiunto che la costruzione del luogo di culto è stata benedetta dal Patriarca della Chiesa Ortodossa di Antiochia.
Parlando della possibile «traccia russa» nella costruzione della chiesa, condivisa da numerosi media turchi, Abdallah ha continuato.
«No, la Russia non ha nulla a che fare con questo progetto, abbiamo in programma di costruire tutto da soli. Tuttavia alcuni sponsor privati dalla Russia hanno espresso il desiderio di contribuire con finanziamenti, tuttavia non si tratta di aiuti economici ufficiali da Mosca».

Santa Sofia, la storia

Santa Sofia fu costruita dall'imperatore bizantino di fede cristiana Giustiniano I e venne inaugurata il 27 dicembre 537. La chiesa ha rappresentato il tempio più grande del mondo cristiano per oltre mille anni. Dopo la conquista di Costantinopoli da parte degli ottomani e la caduta dell'Impero bizantino nel 1453, la cattedrale fu convertita in moschea, ma dal 1934 l'edificio, con decreto del fondatore del moderno Stato turco, Kemal Ataturk, è diventato museo e ed è stato inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell'Unesco. Ad inizio luglio Santa Sofia è diventata nuovamente una moschea per decisione delle autorità turche, tuttavia il presidente Racep Tayyip Erdogan ha promesso che resterà aperta ai visitatori e turisti ed i simboli cristiani non saranno rimossi.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Il presidente siriano Bashar Assad. © Reuters / Sana. Da: it.sputniknews.com.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono