Gennaio 2020
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Vedi tutti gli eventi >>
HOMEPAGE
PRESENTAZIONE SITO
STORIA
ICONA
AKATHISTOS
ORTODOSSIA
LUOGHI
EVENTI
CONTATTI

Privacy

Informativa sull'uso dei Cookies

 


13/01/2020
Russia - Progressi nei negoziati sulla Libia


Mosca, 13 gennaio 2020 - I negoziati tra le parti in conflitto in Libia che si sono svolti a Mosca si sono conclusi senza la firma di un accordo per un armistizio, ha dichiarato il consigliere del presidente del parlamento a Bengasi Hamid al-Safi.
I negoziati tra i capi dei Ministeri degli Esteri e della Difesa di Russia e Turchia con i rappresentanti delle parti in conflitto in Libia sono durati più di 6 ore. Durante i colloqui è stata discussa la possibilità di firmare un accordo di armistizio tra il governo di unità nazionale del premier Fayez al-Sarraj e il comandante dell'esercito nazionale libico, il maresciallo Khalifa Haftar.
Le parti in conflitto in Libia hanno in programma di rinunciare a tutte le operazioni militari offensive, si afferma nella bozza d'accordo a margine dei negoziati sulla Libia finita a disposizione di Sputnik.
«I partecipanti ai colloqui di pace inter-libici a Mosca hanno concordato... di porre fine a tutte le operazioni offensive e si sforzano di ridurre le operazioni militari in tutte le direzioni», si legge nel documento.

Libia, Lavrov sui negoziati di Mosca

Diverse parti in conflitto in Libia hanno firmato il documento finale ai colloqui a Mosca, ma il comandante dell'Esercito Nazionale Libico, il maresciallo Khalifa Haftar, ha chiesto ulteriore tempo, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
«Il presidente del governo di unità nazionale della Libia, Fayez al-Sarraj, e il presidente del Consiglio di stato Khalid Almishri lo hanno appena firmato», ha detto Lavrov ai giornalisti.
«Il maresciallo Haftar, comandante dell'Esercito Nazionale Libico, e Akil Saleh, presidente della Camera dei deputati di Tobruk, stanno prendendo in considerazione questo documento positivamente ed hanno chiesto un po' di tempo aggiuntivo fino a domani mattina per decidere sulla firma. Spero che questa decisione sia positiva», ha aggiunto il ministro degli Esteri della Federazione Russa.
Per il capo della diplomazia russa, ci sono stati «alcuni progressi» nella giornata di oggi.
«Oggi si sono svolte intense consultazioni con la partecipazione delle parti libiche e con il sostegno dei ministri degli Esteri e della Difesa della Repubblica Turca e della Federazione Russa. È stato esaminato un documento che consentirà di specificare le questioni relative al cessate il fuoco... Oggi possiamo segnalare che sono stati compiuti alcuni progressi», ha detto Lavrov.

Diplomazia turca ottimista su risoluzione politica della crisi libica

Ankara spera che il premier del governo di unità nazionale Fayez al-Sarraj e il comandante dell'Esercito Nazionale Libico, il maresciallo Khalifa Haftar, si impegnino in una tregua in Libia e che sia possibile passare al processo politico, ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu.
«Se Haftar firmerà questo documento domani mattina, a seguito dell'iniziativa proposta dai due presidenti (Putin ed Erdogan - ndr), assicureremo che al-Sarraj ed Haftar si assumano gli impegni necessari e continuino il cessate il fuoco e il processo politico nel quadro degli sforzi della comunità internazionale, all'interno delle Nazioni Unite», ha detto Cavusoglu a margine dei negoziati di Mosca sulla crisi libica.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono