23/11/2019
Russia - Gli Usa nella crisi politica in Bolivia


Mosca, 23 novembre 2019 - Il direttore del Servizio di intelligence internazionale russo (Svr) Sergej Naryshkin ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno avuto un ruolo nello scoppio della crisi politica in Bolivia.
«Sì, loro partecipano», ha risposto Sergej Naryshkin ad una domanda di Sputnik, se si può parlare di un coinvolgimento americano nella crisi boliviana.
Il capo del servizio segreto russo è convinto che la risoluzione della crisi non arriverà a breve.
«Andrà avanti così per molto tempo», ha osservato Naryshkin.
Secondo il capo dell’Svr, gli Stati Uniti hanno bisogno di questa crisi per «cambiare la direzione politica» in Bolivia.
Evo Morales è stato eletto presidente della Bolivia con un distacco minimo lo scorso 20 ottobre, ma l’opposizione aveva denunciato numerose irregolarità. Prima Morales ha annunciato nuove elezioni, dopodiché sotto la pressione dei militari ha dovuto lasciare il Paese. In seguito anche il governo ha rimesso il mandato. Al momento il Paese sudamericano è guidato dal governo provvisorio con la ex presidente del Senato Jeanine Anez, che sta reprimendo con violenza le proteste. I sostenitori di Morales contestano la transizione del potere ad Anez e chiedono a gran voce le sue dimissioni.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Sergej Naryshkin, direttore del Servizio di intelligence internazionale russo.  @ Sputnik. Eugene Odinokov.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono