11/07/2019
Russia - Consacrata chiesa a Valaam


Valaam, 10 luglio 2019 - Durante la visita al Monastero della Trasfigurazione del Salvatore Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha eseguito il rito della piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov sull'isola di San Porfirio dell'arcipelago di Valaam.
Hanno partecipato al servizio: il metropolita Varsonofij di San Pietroburgo e Ladoga; il metropolita Sava di Tver e Kashin, direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il vescovo Pankratij della Trinità, vicario del Monastero di Valaam; lo ieromonaco Naum (Petkovski), il vice capo del deserto di San Serafino di Sarov con i fratelli.





Erano presenti nel tempio: il governatore della regione di Leningrado A.Ju. Drozdenko; il presidente dell'Assemblea legislativa di San Pietroburgo V.S. Makarov; il vicepresidente dell’Unione internazionale dell’Energia O.M. Budargin; i benefattori del Monastero di Valaam.

Al termine del servizio, Sua Santità il Patriarca Kirill si è rivolto ai presenti: «Reverendissimi Vescovi! Cari padri, fratelli e sorelle! Mi congratulo cordialmente con tutti voi per un evento significativo - la consacrazione della Chiesa in onore del nostro santo e padre portatore di Dio, Serafino di Sarov, su questa isola.

Un altro luogo per la preghiera, e quindi per la vita spirituale, è stato costruito nell'arcipelago di Valaam, che è di particolare importanza per la nostra intera Chiesa e per l'intero mondo ortodosso. Questo è il nostro Athos del Nord, un luogo dove per lunghi secoli i monaci hanno pregato il Signore per la pace di tutto il mondo, per il benessere delle sante Chiese di Dio e per tutti quelli che sono nella memoria dei monaci, che chiedono loro di pregare, che danno loro dei biglietti con i nomi dei loro cari. La preghiera di coloro che dedicano la propria vita alla preghiera ha indubbiamente un significato speciale.

Dio conceda che la vita di preghiera sia sempre al centro della vita di questa santa dimora. E ogni nuovo tempio che stiamo costruendo e santificando è la prova del nostro impegno per una tale dimensione della vita spirituale del cristiano ortodosso, e specialmente del monaco. Nel centro della nostra vita dovrebbe esserci il tempio e la preghiera. E poi ogni altra cosa che facciamo, che si tratti di un’attività statale o economica, culturale, educativa o qualsiasi altra, riceverà una speciale benedizione da Dio.

Possa questo piccolo tempio aiutare coloro che verranno in questa isola per rafforzarsi con la fede e offrire le loro preghiere al Signore. Amin.

Ancora una volta mi congratulo con tutti voi per questo importante evento!»

Come dono ai fratelli per la nuova chiesa, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha presentato l’icona di San Silvano l'Athonita.

Quindi, in considerazione dell'aiuto nel restauro del Monastero stavropegico di Valaam, Sua Santità il Patriarca Kirill ha assegnato al governatore della regione di Leningrado A.Ju. Drozdenko la medaglia patriarcale di costruttore del tempio.

***

L'isola di san Porfirio si trova a 4,5 km dal monastero, a sud dell'isola del Battista, tra le baie Grande e Piccola Nikonovskij. La prima menzione del deserto sull’isola è associata al nome dello schemamonaco Porfirij, che visse qui nel deserto nel 1828. Nel 1908 appare qui il deserto di san Feodoreta (Poshekhov).

Lo sviluppo del complesso architettonico-paesaggistico sull'isola avviene nella metà del XIX secolo. A tale scopo, vengono utilizzati tutti i territori adatti per vivere e condurre attività religiose ed economiche. Questi sono solo tre posti situati in cavità tra alti affioramenti rocciosi e con comode baie per l’accesso all'acqua. I deserti esistevano già nella conca occidentale e lo sviluppo attivo dei territori cominciò in quelli meridionali ed orientali.

Nella zona meridionale c'erano un edificio privato in legno ad un piano su una base di mattoni, su una terrazza con un muro di contenimento in pietra e una scala in pietra sul lago (1860-1865); giardino con cespugli di bacche; ghiacciaio; molo.

Nella zona occidentale erano situati: una cappella di legno di san Serafino di Sarov (1855); giardino con cespugli di bacche, fossa di drenaggio e orti sulla terrazza con muri di pietra; molo.

Dopo che la Finlandia ottenne l'indipendenza nel 1918, i primi militari arrivarono a Valaam. Sull’isola di san Porfirio furono costruite fortificazioni e gli edifici dell'eremo vennero usati dal personale militare. Nel settembre del 1944, le unità militari finlandesi lasciarono Valaam, dopodiché l’isola di san Porfirio rimase in stato di abbandono. A metà del XX secolo, tutti gli edifici furono persi a causa di incendi o abbattuti dai pescatori per la legna da ardere.

La costruzione del complesso di edifici dello skete è iniziata nel 2015 e si è conclusa nel 2019. Durante questo periodo fu costruita la Chiesa in onore di San Serafino di Sarov, la cappella del santo principe Alexander Nevsky, una cella privata per i fratelli e un ormeggio. Tutte le costruzioni sono fatte di tronchi e collegate alle reti elettriche e agli impianti idraulici. Il monastero ha realizzato l'abbellimento del territorio dello skete su un'area di oltre 1,5 ettari, sono stati disposti oltre 300 metri di tubi di drenaggio e sono stati sradicati circa 150 metri quadrati di alberi. Tutti gli edifici hanno sentieri lastricati, ricoperti di ghiaia fine e schermature.

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Visita patriarcale a Valaam. Piccola consacrazione della Chiesa di San Serafino di Sarov  sull'isola di San Porfirio. Foto: vescovo Pankratij (Zherdev).
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono