10/07/2019
Russia - Decisioni del Santo Sinodo


Valaam, 9 luglio 2019 – Il presidente del Dipartimento sinodale per le relazioni della Chiesa con la società e i media, V.R. Legojda, ha parlato delle principali decisioni prese durante la riunione del Santo Sinodo, tenutasi il 9 luglio sotto la presidenza di Sua Santità Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill nella Chiesa del Santo Principe Vladimir, uguale agli Apostoli, nello skete di san Vladimir del Monastero stavropegico della Trasfigurazione del Salvatore di Valaam.

La riunione del Sinodo si è aperta con un messaggio del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill sulle visite primaziali nelle diocesi della Chiesa ortodossa russa sul territorio della Federazione Russa. Dall'ultimo incontro del Sinodo, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha visitato le eparchie di San Pietroburgo, Kaliningrad e Chernjakhov.

V.R. Legojda ha definito molto importante la dichiarazione adottata durante la riunione del Santo Sinodo sulla situazione in Montenegro. Il testo del documento esprime profonda preoccupazione per il deterioramento della situazione delle diocesi del Patriarcato serbo in Montenegro, dove da diversi anni l'unità dell'Ortodossia ha sofferto delle attività di divisione della cosiddetta «Chiesa montenegrina ortodossa» e chiede alle autorità montenegrine di porre fine alla discriminazione e alla rottura dell'unità della Chiesa ortodossa serba.
«Il Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa ha espresso sostegno fraterno ai vescovi, al clero e a tutti i figli del Patriarcato serbo in Montenegro, che, nonostante le difficili condizioni di oppressione, rimangono fedeli alla verità della Santa Ortodossia», ha affermato V.R. Legojda.

Il capo del Dipartimento per le relazioni della Chiesa con la società e i media ha anche rilevato che durante l'incontro sono state prese importanti decisioni sul personale: «Il Santo Sinodo ha deciso di soddisfare la richiesta del metropolita Nikon di Lipetsk e Zadonsk in merito al suo ritiro in relazione al suo 75° compleanno ed ha espresso la sua sentita gratitudine per i molti anni di servizio. È stato deciso che il vescovo di Lipetsk e Zadonsk, capo della metropolia di Lipetsk, sarà il metropolita Arsenij di Istra, primo vicario di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’, liberandolo dal suo ufficio e ringraziandolo per i suoi molti anni di lavoro nella diocesi di Mosca».

Un'altra decisione importante, secondo V.R. Legojda, riguarda la nomina del vescovo Serafim di Peterhof a presidente del Dipartimento sinodale per la gioventù, vicario della diocesi di San Pietroburgo, liberandolo dalla carica di rettore dell'Accademia Teologica di San Pietroburgo. Sua Grazia Serafim è stato nominato vescovo di Istra, vicario di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’.

A sua volta, è stato deciso di nominare rettore dell'Accademia Teologica di San Pietroburgo lo ieromonaco Siluan (Nikitin), vice rettore del Seminario Teologico Sretensky, esonerandolo dall'incarico. Lo ieromonaco Silouan (Nikitin) è stato eletto vescovo di Peterhof, vicario della diocesi di San Pietroburgo. L'arcivescovo Amvrosij di Vereja è stato nominato vicerettore del Seminario Teologico Sretensky, conservando la carica di rettore dell'Accademia Teologica di Mosca.
V.R. Legojda ha sottolineato l'importanza della decisione di ottimizzare il processo educativo presso l'Accademia Teologica di Mosca e il Seminario Teologico Sretensky.

«Avendo ascoltato la relazione di Sua Santità il Patriarca, il Santo Sinodo ha deciso di formare una commissione con la seguente composizione: l'arcivescovo Amvrosij di Vereja, rettore dell'Accademia Teologica di Mosca, vice rettore del Seminario Teologico Sretensky; l'arciprete Maksim Kozlov, presidente del comitato per la formazione della Chiesa ortodossa russa; il sacerdote David Shupletsov, prorettore per l'opera educativa del Seminario Teologico Sretenskij; l’arciprete Nikolaj Skurat, segretario del Consiglio scientifico del Seminario Teologico Sretenskij. La commissione dovrà presentare una relazione appropriata a Sua Santità il Patriarca prima dell’1 agosto di quest'anno», ha affermato V.R. Legojda.

Il presidente del Dipartimento sinodale per le relazioni della Chiesa con la società e i media ha anche osservato che il Sinodo ha deciso di amministrare alcune diocesi. Ad esempio, lo ieromonaco Ignatij (Golinchenko), chierico della diocesi di Krasnojarsk, è stato eletto alla cattedra di Yenisei e Lesosibirsk, e una nuova diocesi è stata formata nella regione di Samara come parte della metropolia di Samara – Togliatti, separandola dalla diocesi di Samara e Syzran. Vescovo di Togliatti e Žigulëvka è stato eletto il vescovo di Nestor di Kuznetsk e Nikolsky, esonerandolo dalla gestione della diocesi di Kuznetsk. L'amministrazione provvisoria della diocesi di Kuznetsk è stata affidata a Sua Grazia il Metropolita Serafim di Penza e Nižnij Lomov.

«In connessione con la formazione della nuova diocesi, i titoli dei vescovi sono cambiati: il vescovo al governo della diocesi di Samara ha ricevuto il titolo di «Samara e Novokujbyševsk», il vescovo al governo della diocesi di Syzran - «Syzran e Šigony», e il vescovo al governo della diocesi di Togliatti - «Togliatti e Zhiguli», - ha spiegato V.R. Legojda.

Come ha riferito il presidente del Dipartimento per le relazioni della Chiesa con la società e i media, il Santo Sinodo ha anche approvato il documento «Raccomandazioni pastorali per l'attività parrocchiale con i giovani coinvolti nelle sottoculture», preparato dal Dipartimento sinodale per gli affari della gioventù e ha deciso di inviarlo alle diocesi della Chiesa ortodossa russa per utilizzarlo.

«Inoltre, secondo l'ordine corrente, il Santo Sinodo ha approvato i verbali del Sinodo del Distretto metropolitano nella Repubblica del Kazakistan», ha concluso V.R. Legojda.

(Fonte: Dipartimento sinodale per le relazioni della Chiesa con la società e i media / Patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Visita patriarcale a Valaam. Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto: sacerdote Igor Palkin.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono