17/01/2019
Serbia - L'Ordine di Alexander Nevsky a Vučic


Belgrado, 17 gennaio 2019 – Al termine dei negoziati russo-serbi, Vladimir Putin ha presentato al presidente della Repubblica di Serbia Alexander Vučić il premio di Stato della Federazione Russa - l'Ordine di Alexander Nevsky.
Vladimir Putin: Egregio signor Presidente! Cari amici!
Sono sinceramente lieto di presentare al Presidente della Serbia un alto riconoscimento statale della Russia - l'Ordine di Alexander Nevsky.

Il nome di Alexander Nevsky - il grande santo, patrono dei soldati, dei diplomatici, che glorificò la Russia e se stesso con le sue armi e difeso l'indipendenza della madrepatria nella lotta contro gli invasori stranieri - è particolarmente venerato nel nostro Paese.





Nei quasi 300 anni di storia di questo Ordine sono compresi i nomi gloriosi di figure di spicco della Serbia. Tra questi c'è il principe Miloš Obrenović, che guidò la lotta per l'indipendenza serba nel 19° secolo, e Nikolaj Pašić, primo ministro, che guidò il governo serbo durante la Prima guerra mondiale.

Ora il Vostro nome, caro signor Presidente, è meritatamente inserito nella lista onoraria dei cavalieri dell'Ordine di Alexander Nevsky.

Vi conosciamo come un vero sostenitore delle relazioni più strette e più calde tra Russia e Serbia. Grazie al Vostro coinvolgimento personale, la cooperazione russo-serba si sta muovendo con successo in tutte le direzioni e non è soggetta a congiuntura internazionale e politica. Apprezziamo molto la Vostra posizione di principio, caro signor Presidente.

Vi auguro sinceramente, caro signor Presidente, la buona salute, il benessere e nuovi successi al più alto posto di stato.

Grazie per l'attenzione.

Vladimir Putin presenta ad Alexander Vučić l’Ordine di Alexander Nevsky.

Alexander Vučić (parla russo): Caro signor Presidente, caro amico!

Lasciatemi dire solo alcune parole in russo.

Per me e per la Serbia ricevere l'ordine di Alexander Nevsky è un grande onore, ma anche una grande responsabilità del mio futuro lavoro nell'espansione della cooperazione tra Russia e Serbia.

La mia gratitudine - va detto - non è secondo il protocollo: è profonda, sincera. E questo riconoscimento, questo premio è molto importante per me.

Perché l'ho detto - perché ho ricevuto questo ordine dal Presidente della Federazione Russa Vladimir Vladimirovich Putin. Ma perché sottolineo questo fatto? Perché Vladimir Vladimirovich è un leader di grande importanza per la Russia, ha elevato la Russia, ha difeso la sua dignità, ma ha anche difeso gli interessi vitali del popolo serbo.

Il nostro popolo, il popolo serbo, non dimenticherà mai cosa ha fatto Vladimir Vladimirovich nel 2015, quando, per ordine del Presidente della Federazione russa, la Russia ha imposto il veto sulla risoluzione britannica del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, secondo la quale i serbi dovevano essere dichiarati genocidi. Quindi il presidente Putin ha difeso la verità e la giustizia, e quindi abbiamo una grande responsabilità per tutto ciò su cui lavoreremo in futuro.

In secondo luogo, ci sono ottime relazioni politiche tra i nostri Paesi. Certo, abbiamo molte opportunità per aumentare ed espandere la nostra cooperazione sulle questioni economiche.

Non parlerò mai come molti altri politici che parlano solo dell'amore per Pushkin, Tolstoj e Dostoevskij.

Questo premio, il riconoscimento che ho ricevuto oggi, è per me un grande impegno a lavorare sullo sviluppo delle relazioni future tra Serbia e Russia.

Infine, sono orgoglioso della mia Serbia, sono orgoglioso della mia Patria, che ha meritato questo premio. Negli ultimi anni, la Serbia ha mantenuto con successo l'indipendenza, l'integrità territoriale e la neutralità militare. E questo riconoscimento significa per noi che abbiamo anche mantenuto la Serbia come uno stato libero.

Grazie ancora, signor Presidente, per aver apprezzato e compreso la complessità della situazione nel nostro Paese, la nostra Serbia.

Alla fine, vorrei esprimere la mia gratitudine alla mia famiglia, perché tutto ciò che ho detto è, come già detto, un grande onore per me e per la mia famiglia. E vorrei dedicare questo premio a mio padre e alla famiglia Vučić del piccolo villaggio di Chipulich, in cui i serbi hanno sempre amato la Russia tanto quanto la Serbia.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Belgrado - Vladimir Putin ha presentato ad Alexander Vučić  il premo di Stato della Federazione Russa - l'Ordine di Alexander Nevsky - per il suo importante contributo personale al progresso della cooperazione multilaterale con la Russia.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono