01/12/2018
Argentina - Incontro di Russia, India, Cina


Buenos Aires, 20 novembre 2018 - A margine del vertice del G20, Vladimir Putin ha preso parte all’incontro di Russia-India-Cina (RIC) con il primo ministro della Repubblica dell'India Narendra Modi e il presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping.
Vladimir Putin: Vorrei innanzitutto esprimere la mia gratitudine ai partner indiani e cinesi per aver sostenuto l'iniziativa di organizzare un incontro trilaterale.

Noto che Russia, India e Cina sono legate da relazioni amichevoli di lunga durata, si potrebbe dire antiche, che costruiamo sui principi del buon vicinato, dell'uguaglianza dei diritti, del rispetto reciproco.





La volta precedente, i negoziati dei leader degli Stati RIC si sono svolti 12 anni fa - nel 2006 a San Pietroburgo. Sono stati davvero produttivi e uno dei risultati ha portato alla successiva unione dei BRICS.

Da allora, i nostri ministri degli Esteri hanno tenuto consultazioni su base continuativa e sono state mantenute comunicazioni nell'area dei Consigli di Sicurezza, dei giovani e dei circoli accademici.

Riteniamo che il formato RIC abbia grandi prospettive e che la cooperazione nell'ambito della «troika» possa essere un'efficace aggiunta alla cooperazione che viene svolta tra i nostri paesi su base bilaterale e attraverso i BRICS.

Abbiamo proposto di organizzare l'incontro di oggi, perché la situazione nel mondo, i processi che si svolgono nella nostra regione comune, in Eurasia, richiedono un maggiore coordinamento degli approcci dei tre Paesi, principalmente nel settore della sicurezza, costruendo relazioni interstatali costruttive.

Dobbiamo tenere in considerazione l’ampio contributo dei nostri tre Paesi allo sviluppo globale, di cui rappresentano il 30 percento del Pil globale alla parità del potere d'acquisto.

È importante collaborare su questioni chiave nell'agenda economica, anche nel gruppo dei «Venti», difendere congiuntamente i principi di concorrenza leale ed equa nel commercio e nella finanza mondiale, promuovere la formazione di un sistema più aperto di relazioni economiche internazionali, libero da protezionismo e restrizioni politicamente motivate.

E, naturalmente, potremmo impegnarci più attivamente nel collegare importanti progetti di integrazione che sono attuati con la partecipazione dei nostri paesi, come l'Unione economica eurasiatica e l'iniziativa cinese «Una cintura, una strada». Nuove prospettive si presentano per rafforzare i contatti tra i dieci Stati Asean e l'Organizzazione di cooperazione di Shanghai.

Cari amici!

Spero che la nostra conversazione di oggi sia utile, e in futuro potremo dare a questi incontri un carattere regolare. In particolare, potrebbero essere tenuti a margine di importanti vertici ed eventi internazionali.

Naturalmente, è importante continuare il coordinamento trilaterale ad altri livelli, se necessario, per creare ulteriori meccanismi di interazione.

Grazie per l'attenzione.

Narendra Modi (come tradotto): Cari colleghi! Vostre Eccellenze!

Sono lieto di avere l'opportunità di tenere un summit informale tra di noi a Buenos Aires. Dopo il vertice RIC nel 2006 a San Pietroburgo, teniamo il primo summit in questo formato.

Ringrazio il presidente Putin per aver preso l'iniziativa di organizzare questo summit informale, che ci offre l'opportunità di discutere liberamente e onestamente alcune questioni chiave che causano la nostra preoccupazione a livello globale.

Vostre Eccellenze, senza dubbio il mondo di oggi sta vivendo un periodo di gravi cambiamenti e instabilità, accresciute tensioni geopolitiche. Una grave pressione viene esercitata sulla governance globale.

Il multilateralismo e un ordine mondiale basati su regole comuni vengono sempre più respinti da vari gruppi a senso unico, transnazionali e locali, diverse nazioni in tutto il mondo. Lo vediamo: le sanzioni vengono eseguite al di fuori del mandato delle Nazioni Unite e le politiche di protezionismo stanno guadagnando forza.

L'agenda di sviluppo di Doha nell'ambito del Wto ha fallito. Dopo l'accordo di Parigi, non vediamo il livello previsto di impegno finanziario da parte dei paesi sviluppati a favore di quelli in via di sviluppo. Pertanto, la giustizia nell'area climatica è in pericolo oggi. Siamo ancora molto lontani dal raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

Alcune economie deboli sono ancora vulnerabili ai disastri naturali. In un tale contesto internazionale, i poteri chiave, come l'India, la Russia e la Cina, hanno una responsabilità speciale.

Abbiamo più di un terzo della popolazione globale. Dobbiamo sostenere la politica del multilateralismo, operare nel quadro della creazione di un ordine globale multilaterale a tale scopo e anche garantire il rispetto del diritto internazionale.

Nel formato RIC dobbiamo lavorare su quattro aspetti: stabilità regionale e globale, prosperità economica, scambio di esperienze in settori di reciproco interesse e cooperazione su misure per rispondere a nuove sfide emergenti.

Sono d'accordo con il presidente Putin: ogni volta che ci incontriamo a margine degli eventi internazionali, dobbiamo essere in grado di tenere questi vertici nel formato RIC, perché credo che ci sia bisogno che noi tre ci incontriamo e interagiamo più attivamente.

Dobbiamo svolgere un ruolo speciale sulla scena mondiale e anche cercare modi per promuovere lo sviluppo dei nostri Paesi. Vorrei ringraziare il presidente Putin per aver dato nuova linfa a questo formato.

Xi Jinping (come tradotto): Egregi signori!

È un grande piacere per me essere qui insieme al presidente Putin e al primo ministro Modi, per tenere un incontro informale tra i Paesi RIC. Ringrazio la Russia per aver organizzato questo evento.

Cina, Russia e India sono tre grandi Paesi che danno un serio contributo allo sviluppo mondiale. Siamo partner di sviluppo globale, partner strategici, abbiamo interessi coincidenti e obiettivi di sviluppo simili.

Abbiamo anche una responsabilità speciale per il futuro della regione e del mondo nel suo insieme. Ora il mondo sta affrontando nuovi rischi e sfide. Pertanto, lo sviluppo comune e una più stretta cooperazione tra i nostri tre Paesi in questo contesto sta diventando sempre più importante per garantire stabilità e prevedibilità globali.

Negli ultimi 10 anni, i nostri tre Paesi nello spirito di apertura, solidarietà, comprensione reciproca e fiducia hanno partecipato attivamente al dialogo e alla cooperazione.

Siamo riusciti a fare progressi importanti in questo settore. Spero che in questa riunione terremo colloqui ponderati con il primo ministro Modi, il presidente Putin, sulla cooperazione RIC in nuove circostanze, al fine di aumentare il consenso di cooperazione e coordinamento, in modo che insieme possiamo promuovere la pace, la stabilità e lo sviluppo in tutto il mondo.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Buenos Aires - Incontro di Russia, India, Cina.
Buenos Aires – Il presidente Vladimir Putin alla riunione nel formato Russia-India-Cina. A sinistra, il ministro degli Esteri Sergej Lavrov.
Buenos Aires – Il primo ministro indiano Narendra Modi durante l’incontro nel formato Russia-India-Cina.
 Buenos Aires – Vladimir Putin all'incontro nel formato Russia-India-Cina.
 Buenos Aires – Il presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping all'incontro nel formato Russia-India-Cina.
Buenos Aires – Il presidente Vladimir Putin all'incontro nel formato Russia-India-Cina.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono