05/10/2018
Russia - Forum delle imprese russo-indiane


Nuova Delhi, 5 ottobre 2018 - Durante la sua visita ufficiale in India, il presidente Vladimir Putin, insieme al primo ministro Narendra Modi, ha partecipato alla sessione di chiusura del Forum delle imprese russo-indiane.
Vladimir Putin: Caro signor Modi! Cari amici!
Sono molto lieto di dare il benvenuto ai principali imprenditori di Russia e India. In questo pubblico ci sono più di 100 manager delle più grandi aziende dei nostri Paesi. Ciò sottolinea la serietà dell'intenzione della comunità imprenditoriale di costruire una cooperazione russo-indiana nel commercio e negli investimenti.

Abbiamo ascoltato con grande interesse le relazioni sulle discussioni tenute durante il forum. Sono stati discussi problemi veramente pratici dell'interazione aziendale e l'ultimo oratore ha parlato di cose specifiche: sono stati conclusi numerosi accordi commerciali importanti, sono stati concordati nuovi progetti e iniziative.
Noi, con il nostro amico, il signor Primo Ministro, prestiamo attenzione prioritaria allo sviluppo delle relazioni commerciali e di investimento tra la Russia e l'India. Questo argomento è sempre stato al centro dei nostri colloqui e, naturalmente, anche ieri sera e prima di oggi.






Sono d'accordo con il Primo Ministro sul fatto che una cooperazione economica duratura ed elaborata e contatti economici sono una base affidabile per intensificare le relazioni di speciale partnership strategica privilegiata tra i nostri due Paesi.

Prendiamo atto con soddisfazione della costante crescita del commercio bilaterale. Nel 2017, è aumentato del 21%, pari a $ 9,3 miliardi, ed è aumentato di un altro 20%, questa volta $ 6 miliardi, a gennaio-luglio. A questo ritmo, raggiungerà $ 10 miliardi e oltre. I tassi di crescita non sono male.

Allo stesso tempo, l'impressionante potenziale tecnologico, di risorse e umano dei nostri Paesi consente di raggiungere volumi di scambi e investimenti ancora maggiori. Abbiamo anche un obiettivo: aumentare entro il 2025 il commercio bilaterale a $ 30 miliardi e gli investimenti reciproci a $ 15 miliardi in ciascuno dei Paesi.

Penso che dovremmo sforzarci di più. Questo può essere realizzato se le imprese russe e indiane uniscono gli sforzi. Senza questo, onorevoli colleghi, senza migliorare la cooperazione industriale o creare nuove alleanze tecnologiche e di investimento principalmente nei settori avanzati e ad alta tecnologia, non saremo in grado di raggiungere questo obiettivo.

Tutte queste questioni sono state discusse dettagliatamente oggi in sessioni separate e tavole rotonde al Forum, dove sono state delineate nuove prospettive per diversificare e aumentare il commercio reciproco, facendo investimenti efficaci in settori chiave come l'energia, l'economia digitale, le infrastrutture. Ne abbiamo appena discusso qui e ora, e voi ne avete discusso nelle vostre sessioni.

Credo che tutte le iniziative commerciali utili otterranno supporto dai ministeri e dipartimenti russi e indiani. Le società dei due Paesi saranno attivamente coinvolte nei programmi nazionali di sviluppo industriale e nei grandi progetti infrastrutturali.

Abbiamo convenuto che i governi di Russia e India continueranno a lavorare insieme per rimuovere le rimanenti barriere doganali e amministrative ai flussi reciproci di beni e capitali. Per quanto ne so, questo tema è stato discusso oggi a livello ministeriale e il lavoro è in corso in cinque aree. Spero che sarà completato con successo con l'aiuto di un accordo su un'area di libero scambio tra l'Unione economica eurasiatica e l'India attualmente in fase di sviluppo.

Gazprom e Indian Gail stanno sviluppando una cooperazione reciprocamente vantaggiosa in questo settore. A giugno, il primo lotto di gas naturale liquefatto è stato consegnato in India. L'azienda statale indiana «ONGC» partecipa a un progetto per l'estrazione e la liquefazione del gas nel giacimento «Sakhalin-1», si è unita al sondaggio geologico sulla piattaforma artica russa e ha lavorato per molti anni nel campo della condensa di petrolio e gas di Vankor.

I contratti a lungo termine per Rosneft vengono implementati con successo. L'anno scorso, la compagnia russa ha acquistato la società indiana di raffinazione del petrolio Essar Oil. Questo è il più grande investimento straniero nell'economia dell'India: 12,6 miliardi di dollari.

Come ho già detto, il Primo Ministro e io ne abbiamo discusso oggi, diamo il benvenuto anche ai nostri partner indiani per partecipare al lavoro nell'Artico. Questo è un progetto molto promettente, a lungo termine e molto serio che sembra decenni avanti, con buoni investimenti e con un buon rendimento. Mentre il clima continua a cambiare, in alcuni punti questo è buono, e altrove forse non è così buono, la rotta del Mare del Nord offre opportunità in crescita. Stiamo costruendo una flotta a propulsione nucleare, otto navi a propulsione nucleare, che saranno costantemente messe in funzione. Questo lavoro è in corso. Ciò garantirà forniture affidabili di GNL ai mercati indiani e mondiali. Quindi questo potrebbe essere, sarà certamente un lavoro comune molto interessante.

La Russia sta aiutando l'India a sviluppare la sua industria nucleare. È noto che Rosatom sta costruendo la centrale nucleare di Kudankulam. Si sta considerando la possibilità di costruire un'altra centrale nucleare utilizzando tecnologie russe.

Riteniamo che lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto costituisca un'area promettente di cooperazione russo-indiana. Le aziende russe stanno lavorando a un progetto per modernizzare più di 500 chilometri di ferrovie indiane. Siamo interessati a migliorare il lavoro sistematico sulla creazione del corridoio Nord-Sud: questa rotta ridurrà significativamente i tempi di consegna delle merci dall'India all'Europa.

Ci sono altre aree molto interessanti, promettenti e altamente tecnologiche in cui possiamo lavorare insieme. Esse includono aviazione, spazio e una serie di altre aree, medicina, prodotti farmaceutici.

Parlando a questo pubblico rappresentativo, vorrei porre un'enfasi particolare sul nostro interesse per l'espansione del business indiano in Russia. Stiamo cercando di creare l'ambiente più confortevole per attirare tecnologia e investimenti. Agli investitori sono concessi incentivi significativi, i regolamenti amministrativi sono semplificati e si stanno sviluppando infrastrutture moderne.

La Russia ha un forte potenziale commerciale e industriale. La nostra economia ha mostrato la sua capacità di far fronte alle sfide più complicate e acute. Ci siamo dati nuovi compiti su larga scala per raggiungere una svolta nello sviluppo e nella crescita a lungo termine e nella modernizzazione dell'industria, delle infrastrutture e della sfera sociale.

La performance macroeconomica della Russia sta dimostrando dinamiche positive, che è certamente stata una delle nostre conquiste negli ultimi anni. Abbiamo assicurato la stabilità delle finanze pubbliche, le riserve di oro e valuta del Paese sono in aumento e attualmente disponiamo di un avanzo di bilancio federale.

Permettetemi di aggiungere che anche la situazione nel mercato del lavoro sta migliorando e questo sta creando condizioni favorevoli per il lavoro. La disoccupazione raggiunge il 4,7% e la crescita dei salari reali è dell'8,7% (il dato più alto dal 2012).

Speriamo che la comunità imprenditoriale indiana tragga pieno vantaggio dalle opportunità che si stanno aprendo nel mercato russo. A nostra volta, sosteniamo il desiderio delle aziende russe di lavorare più attivamente in India. Sappiamo e, naturalmente, contribuiremo in ogni modo alla realizzazione dei piani del Signor Primo Ministro nel quadro del suo programma
«Fare in India» in India e naturalmente faremo di tutto per sostenere la sua attuazione. Ne abbiamo parlato oggi per quanto riguarda le diverse industrie, compresa la cooperazione tecnico-militare. Sono sicuro che una stretta cooperazione tra le nostre comunità imprenditoriali e l'ulteriore approfondimento dei legami commerciali e di investimento bilaterali soddisfano gli interessi fondamentali dei nostri Paesi.

Vorrei augurarVi il successo e ringraziare per la Vostra attenzione. Grazie.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Nuova Delhi - Prima del Forum delle imprese russo-indiane.
Nuova Delhi - Prima del Forum delle imprese russo-indiane.
Nuova Delhi – Forum delle imprese russo-indiane. L’amministratore delegato del Fondo di investimento diretto russo Kirill Dmitriev.
Nuova Delhi – Forum delle imprese russo-indiane. Il primo ministro indiano Narendra Modi.
Nuova Delhi – Vladimir Putin ha partecipato al Forum delle imprese russo-indiane.
Nuova Delhi – Vladimir Putin ha partecipato al Forum delle imprese russo-indiane.
Nuova Delhi - Forum delle imprese russo-indiane.
Nuova Delhi – Forum delle imprese russo-indiane. Il ministro dello sviluppo economico Maksim Oreshkin.
Nuova Delhi – Forum delle imprese russo-indiane. Vladimir Putin con il primo ministro dell'India Narendra Modi.
Nuova Delhi - Forum delle imprese russo-indiane.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono