04/10/2018
Russia - Visita al Museo dell'Hermitage


San Pietroburgo, 3 ottobre 2018 - Il presidente russo Vladimir Putin e il cancelliere federale della Repubblica d'Austria Sebastian Kurtz hanno visitato il complesso del Museo statale dell'Hermitage.
I Capi dei due Stati hanno preso parte all'inaugurazione della mostra d'arte del Museo statale dell’Hermitage e del Museo di storia dell'arte di Vienna «Capitali imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali.
Durante la visita al museo si è tenuta anche la cerimonia di trasferimento del bastone da feldmaresciallo dell'Impero russo alla collezione del Museo statale dell'Hermitage. Il bastone, posto in una scatola di vetro, è stato ricevuto dal direttore dell'Hermitage Mikhail Piotrovsky. La cerimonia si è svolta nella Sala del Feldmaresciallo. Il bastone d’oro, un segno simbolico di distinzione tra feldmarescialli e marescialli, è tempestata di diamanti, zaffiri e smalti. Fu realizzato nel 1878 dal gioielliere di Pietroburgo Julius Keybel per l'imperatore Alessandro II.

***

Discorso all'apertura della mostra d’arte «Capitali imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali»

Vladimir Putin: Caro signor Cancelliere federale! Cari amici!

Sono felice di salutarVi al Museo di Stato dell’Hermitage per l'inaugurazione della mostra «Capitali imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali».





Alcuni mesi fa l'abbiamo già presentata a Vienna insieme al Presidente federale d’Austria, dove ha suscitato un vivo interesse non solo tra gli intenditori e gli esperti d'arte ma anche tra tutti gli amanti dell'arte. Ora la mostra è arrivata da noi, in Russia, a San Pietroburgo. Questo progetto luminoso e originale dimostra in modo molto esplicito forti legami nella storia e nella cultura dei due Paesi, in particolare tra le nostre bellissime città: San Pietroburgo e Vienna. Come capitali di grandi imperi hanno assorbito la ricchezza di stili, culture, tradizioni, diventando le perle architettoniche dell'Europa. La mostra si apre con i grandi ritratti delle imperatrici Caterina II e Maria Teresa, le grandi donne del XVIII secolo, grazie ai cui sforzi sono state fondate le collezioni d'arte dell'Hermitage e del Museo di Vienna.

I residenti e i visitatori di San Pietroburgo avranno la possibilità di vedere opere di artisti di spicco, tra cui geni come Botticelli, Rembrandt e van Dyck. Sono certo che i dipinti dei maestri del «Rinascimento del Nord», le cui opere non sono rappresentate nella collezione dell'Hermitage, attireranno l'interesse particolare dei visitatori della mostra.

Permettetemi di sottolineare che gli esperti russi e austriaci hanno una lunga esperienza quando si tratta di progetti comuni e si assistono reciprocamente nella realizzazione di eventi culturali. Per noi è diventata una buona tradizione tenere gli anni incrociati dedicati a temi specifici. Non molto tempo fa abbiamo organizzato l’anno di turismo. È stata un'iniziativa molto significativa ed efficace. L'anno della musica è in corso e il 2019 sarà dedicato agli scambi giovanili.

Vorrei sottolineare che i legami culturali e umanitari e la ricca esperienza che abbiamo accumulato in questo campo forniscono una solida base per le nostre relazioni bilaterali. La Russia apprezza il livello di cooperazione raggiunto tra i nostri Paesi. Va da sé che iniziative come questa mostra contribuiscono ad espandere ulteriormente la nostra cooperazione in modo significativo, arricchiscono il nostro dialogo bilaterale e facilitano i contatti interpersonali, il che è particolarmente importante.

Sono convinto che questa mostra susciterà tanto interesse in Russia quanto in Austria e rafforzerà l'amicizia e la comprensione reciproca tra i popoli dei nostri Paesi.

In conclusione, vorrei ringraziare tutti coloro che hanno preso parte alla preparazione di questo straordinario progetto (il nostro ospite, il signor Cancelliere federale, sta passando le informazioni nella sala vicina), in particolare la compagnia russa Gazprom e l'austriaca OMV, e congratularmi con loro per i 50 anni di cooperazione tra la Russia e l'Austria nel settore del gas. Spero che questa mostra diventi un'esperienza memorabile e stimolante per tutti i suoi visitatori.

Grazie per l'attenzione. Grazie mille.

Sebastian Kurz (come tradotto): Gentili signore e signori! Caro signor Putin!

Ho l'onore di ringraziarVi di cuore per l'invito a San Pietroburgo. Per me è un grande onore essere qui oggi e aprire questa mostra insieme a Voi.

L'arte in tutte le sue manifestazioni è il linguaggio comune dei nostri popoli, e quei magnifici maestri che vediamo oggi hanno ispirato e impressionato persone in Austria e in Russia per secoli.

Sono anche molto lieto che la mostra, che abbiamo aperto congiuntamente con il presidente austriaco Van der Bellen a Vienna, stia aprendo oggi anche a San Pietroburgo.

Le 14 coppie di dipinti che apprezzeremo in questa mostra uniscono non solo tre secoli, ma anche duemila chilometri di distanza, sono testimoni della nostra storia comune.

E ci sono alcuni parallelismi tra arte e politica.

Da un lato, queste coppie di dipinti sono in dialogo tra loro, l'una di fronte all'altra. La stessa cosa succede nelle relazioni politiche.

D'altra parte, l'arte è basata sull'apertura e l'onestà, non importa in quale epoca. L'arte ha sempre rappresentato uno specchio per le persone e per le strutture governative. Può essere bello, ma può anche essere scomodo e critico, a seconda di dove tu sei ora. Ma questa onestà - forse a volte provocatoria - ci aiuta tutti in modo critico a fare una domanda sullo status quo. Questa onestà, come nell'arte, è necessaria anche nel dialogo politico.

A questo proposito, sono molto lieto che, nonostante le nostre diverse opinioni, possiamo sempre essere in dialogo e ci incontriamo con apertura e onestà.

Sono molto grato alla compagnia «Gazprom» e alla società petrolifera OMV, che, come imprese, lavorano bene l'una con l'altra, ma, soprattutto, hanno contribuito a questa mostra congiunta a San Pietroburgo e a Vienna.

Vorrei inoltre ringraziare in particolare gli organizzatori, i direttori che hanno organizzato questa mostra e il direttore del Museo di storia dell'arte di Vienna.

Grazie mille.

Mikhail Piotrovsky: Signor Presidente! Signor Cancelliere!

A nome dei miei colleghi di Vienna e San Pietroburgo, Vi ringraziamo molto per aver visitato per la seconda volta questa meravigliosa mostra (è un pò diversa nell'Hermitage) e quindi dimostrare a tutti che credete in quello di cui stiamo parlando da sempre - che l'arte è un ponte meraviglioso che collega le persone.

Sono molto grato ai nostri colleghi di Vienna, al Kunsthistorisches [Museum], al Museo dell'Hermitage per il loro eccellente lavoro. Questa non è solo una buona mostra: è un brillante esempio di collaborazione, che in realtà non è sempre così semplice tra le persone coinvolte nell'arte.

Sono molto grato agli uomini d'affari, perché l'idea è nata dal business, dai nostri colleghi e amici russi e austriaci. Di solito andiamo dagli imprenditori e diciamo: «Una bella mostra, serve aiuto». Ora l'idea non è nata da noi, e lo riconosciamo, è brillante ed è assolutamente coerente con lo spirito dei rapporti di dialogo e dialogo artistico che si sono sviluppati tra i nostri musei.

Grazie mille. E venite alla prossima mostra, di cui parleremo ora.

(Fonte: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

San Pietroburgo – Il presidente Vladimir Putin con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz e il direttore del Museo di Stato dell’Hermitage Mikhail Piotrovsky (a destra).
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Visita al Museo di Stato dell’Hermitage. Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo - Apertura della mostra d’arte «Capitali Imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali». Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz all'apertura della mostra d’arte «Capitali Imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali».
 San Pietroburgo - Apertura della mostra d’arte «Capitali Imperiali: San Pietroburgo - Vienna. Capolavori di collezioni museali». Con il cancelliere federale d'Austria Sebastian Kurz.
San Pietroburgo – Il bastone del feldmaresciallo dell'Impero russo.
San Pietroburgo – Il bastone del feldmaresciallo dell'Impero russo.
San Pietroburgo – Il bastone del feldmaresciallo dell'Impero russo.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono