16/09/2018
Russia - Consacrata la Chiesa di Sant'Innocenzo


Mosca, 16 settembre 2018 - Nella 16ª domenica dopo la Pentecoste, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha eseguito il rito della grande consacrazione della Chiesa di Sant’ Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale a Beskudnikovo (decanato di Znamensky del Vicariato nord di Mosca), e ha celebrato la Divina Liturgia nella chiesa appena consacrata. Questa è la quinta chiesa consacrata dal Primate della Chiesa ortodossa russa negli ultimi quattro anni nel decanato di Znamensky.

Nel 1996, l'amministrazione del distretto amministrativo Nord di Mosca ha presentato l’iniziativa di costruire un tempio a Beskudnikovo. Fin dall'inizio si è deciso di costruire la Chiesa in onore di Sant’Innocenzo, il grande asceta della Chiesa ortodossa russa del XIX secolo, che ha dedicato molti anni all’illuminazione ortodossa dei popoli della Siberia e dell’America. Nel 2018 ricorre il 150° anniversario dell'insediamento di Sant’Innocenzo sulla cattedra di Mosca. Nel 1997 sono iniziati i lavori per la costruzione del tempio. Il rito della piccola consacrazione del tempio è avvenuta il 15 settembre 2006.





Durante il rito della grande consacrazione e la Divina Liturgia hanno concelebrato con Sua Santità il Patriarca Kirill: l'arcivescovo Sergij di Solnechnogorsk, capo della Segreteria amministrativa del Patriarcato di Mosca; il vescovo Paramon di Bronnitsy, vicario del Monastero stavropigiale del Don, responsabile del vicariato nord e nord-ovest di Mosca; l’arciprete Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ a Mosca; l’arciprete Sergij Kulikov, rettore della Chiesa dei Santi Cosma e Damiano in Kosmodemjansky, decano del distretto Znamensky del vicariato nord di Mosca; l’arciprete Mikhail Dudko, rettore della Chiesa di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale a Beskudnikovo, redattore capo del giornale «Mosca ortodossa»; l’arciprete Sergij Dikij, decano del decanato di Tutti i Santi, rettore della Chiesa di San Giorgio il Vittorioso in Koptevo; l’arciprete Andrej Maruschak, sacerdote della Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca; il clero della capitale.

Al servizio divino erano presenti: il deputato della Duma di Stato dell’Assemblea Federale della Federazione Russa, consigliere del Sindaco di Mosca, consigliere del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ sui problemi di costruzione V.I. Resin; il presidente della commissione per gli Affari esteri della Duma di Stato dell’Assemblea Federale della Federazione Russa L.E. Slutsky; il prefetto del distretto amministrativo nord di Mosca V.I. Bazanchuk; il capo dell’amministrazione del distretto Beskudnikovo di Mosca T.Ju. Milejsheva.

Tra i fedeli c’erano filantropi, costruttori e decoratori della nuova chiesa.

Durante la Liturgia ha cantato il coro della Chiesa di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale a Beskudnikovo (diretto da V.A. Krasnov), così come il coro di bambini della scuola domenicale parrocchiale, sotto la direzione di N.A. Sedova.

Il servizio divino patriarcale è stato trasmesso in diretta sul canale televisivo «Unione».





In conformità con le definizioni del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa del 14 settembre 2018, la grande lode è iniziata con la proclamazione di molti anni a Teodoro, Sua Beatitudine il Papa e Patriarca di Alessandria (verbale № 69), le petizioni per l’unità della Santa Ortodossia sono state proclamate durante la litania della «supplica intensa» (verbale № 70):

«Preghiamo anche il Signore e nostro Salvatore affinché mantenga nell'unità e nella fedeltà la Chiesa ortodossa in tutto il mondo e conceda ad essa pace e serenità, amore e armonia, Signore, ascolta e abbi pietà.

«Preghiamo anche per la misericordia e la grazia nella Santa Chiesa ortodossa, tienila lontana da divisioni e scismi, inimicizia e discordia, che la sua unità non possa essere diminuita o scossa, ma che il Tuo santo nome possa essere glorificato, Signore, ascolta e abbi pietà».

Dopo la litania della «supplica intensa» il Primate della Chiesa ortodossa russa ha pregato per la pace in Ucraina.

Nel corso della Liturgia Sua Santità il Patriarca Kirill ha consacrato al sacerdozio il diacono Sergij Pravdoljubov, chierico della Chiesa di Santo Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale a Beskudnikovo.

La predicazione prima della comunione ai Santi Misteri è stata tenuta dal sacerdote Konstantin Fedulov, chierico della Chiesa di San Pimen il Grande nel Nuovo Vorotniki a Mosca.

Dopo il servizio, il rettore della chiesa appena consacrata, arciprete Mikhail Dudko, ha accolto il Primate della Chiesa russa e ha presentato in dono a Sua Santità l'immagine scolpita di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca.

Sua Santità il Patriarca Kirill si è rivolto ai fedeli con la parola primaziale.

Come dono per la nuova chiesa appena consacrata il Primate ha consegnato una copia dell’icona di Smolensk della Madre di Dio, ringraziando il rettore, il clero, i benefattori e parrocchia per i loro sforzi nella costruzione e decorazione del tempio e nello sviluppo della vita parrocchiale. «Il tempio è molto bello, accogliente, progettato in modo straordinario, situato in una zona molto trafficata di Mosca. Penso che le persone riempiranno sempre questo tempio e attraverso la preghiera acquisiranno la pace spirituale e la grazia di Dio», - ha detto Sua Santità Vladyka.

Quindi Sua Santità il Patriarca Kirill ha presentato i premi della Chiesa.

In considerazione delle opere per la costruzione della Chiesa di Santo Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale in Beskudnikovo di Mosca, l'arciprete Mikhail Dudko, rettore del suddetto tempio, redattore capo del giornale «Mosca ortodossa», è stato insignito dell'Ordine di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca e Kolomna, III grado.

In considerazione dell'aiuto alla Chiesa ortodossa russa, il vicepresidente della società «Lukojl» L.A. Fedun è stato insignito dell'Ordine di «Gloria e Onore», III grado.

Sono stati consegnati anche i diplomi patriarcali: al direttore generale della società «Stadio Spartak» A.A. Fedun in considerazione dell’aiuto alla Chiesa ortodossa russa; al capo dell'amministrazione del distretto di Beskudnikovo della città di Mosca T.Ju. Milejsheva, e all’assistente del rettore della Chiesa di Sant’Innocenzo T.V. Ivashkin, in considerazione dell’aiuto nella costruzione della Chiesa di Santo Innocenzo, metropolita di Mosca, podvorje patriarcale in Beskudnikovo di Mosca.

__________


Nel 1996, l'amministrazione del distretto amministrativo Nord di Mosca ha proposto l'iniziativa di costruire un tempio a Beskudnikovo. I piccoli templi vicini durante le feste avevano semplicemente smesso di accogliere tutti coloro che volevano pregare, quindi la consacrazione della nuova chiesa era attesissima. Fin dall'inizio della costruzione, è stato deciso di consacrare il tempio in onore di Sant’Innocenzo, il grande asceta della Chiesa ortodossa russa del XIX secolo, che dedicò molti anni all'illuminazione ortodossa dei popoli della Siberia e dell'America. Nonostante il fatto che Sant’Innocenzo fosse un santo di Mosca, non c'erano templi consacrati in suo onore nella capitale in quel momento.

Nel 1997 sono iniziati i lavori per la costruzione della chiesa, progettata dagli architetti A.V. Bormotov e V.I. Yakubeni, sulla base dei disegni della Chiesa della Santa Trinità nel quartiere Yershovo del distretto di Zvenigorod (architetto A.G. Grigoriev). Secondo il progetto, era stato pianificato di erigere la chiesa superiore più capiente e più bassa. Nel novembre 2000 la Chiesa di Sant’Innocenzo, metropolita di Mosca, è stata assegnata alla Chiesa di San Nicola alla Capanna di paglia. Da quel momento, il rettore della chiesa è stato il sacerdote Mikhail Mikhajlov.

Nel territorio del tempio è stata eretta una croce commemorativa in memoria dei soldati morti in Afghanistan e in Cecenia, che vivevano nel nord di Mosca. Sul piedistallo della croce sono state poste le targhe con i loro nomi.

Il 31 ottobre 2004, nel tempio fu eseguito il primo moleben, e non appena vennero installate porte e finestre, il rettore della chiesa benedisse di continuare il regolare servizio di preghiera durante la domenica e nei giorni festivi. Il 15 settembre 2006 è stata eseguita la piccola consacrazione della chiesa.

Il 15 settembre 2006, quattro campane furono ordinate e donate al campanile temporaneo. Il 18 febbraio 2007, ha avuto luogo la prima lezione della scuola domenicale di Sant’Innocenzo. Il 21 luglio 2007 un'icona con una particella delle reliquie del santo è stata donata al tempio dai discendenti d’America di Sant’Innocenzo di Mosca.

Il 6 ottobre 2008, giorno della festa patronale, si è svolto nella chiesa il primo servizio del vescovo. La Divina Liturgia, il moleben e la processione sono stati guidati dall'arcivescovo Arsenij di Istra.

Nel 2011 sono iniziati nel tempio i lavori di riparazione su larga scala e i lavori di decorazione. Nell'autunno 2012 sono stati posati pavimenti in marmo.

Il 18 marzo 2012 si è svolto presso la chiesa il primo incontro del club giovanile. Dal 1 aprile 2012, ci sono incontri settimanali la domenica dopo la Liturgia. I principali obiettivi e compiti del club sono l'illuminazione cristiana della gioventù, la sua unificazione attraverso il coinvolgimento nella partecipazione attiva alla vita pubblica ed ecclesiale.

Il 4 luglio 2012 sono iniziati gli incontri «Conversazioni evangeliche», dove in un'atmosfera informale e personale viene tenuta una lettura comune e la successiva discussione dei brani del Vangelo.

Nel 2012, come dono al tempio sono state trasferite le particelle delle reliquie di sant’Ambrogio di Milano, di san Gregorio Dialoghista, Papa di Roma, e del martire Nazario di Milano.

Il 20 settembre 2013, l'arciprete Mikhail Dudko è stato nominato nuovo rettore della chiesa per decreto del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill.

Indirizzo del tempio: 127474, Mosca, strada Dmitrov, 66.

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca - Servizio patriarcale nella Chiesa di Sant’Innocenzo di Mosca in Beskudnikovo. Foto di Sergej Vlasov.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono