15/09/2018
Russia - Grave violazione dei principi del Pace


Mosca, 15 settembre 2018 - La Russia pagherà tutto ciò che deve al Consiglio d'Europa non appena la sua delegazione vedrà ripristinati i suoi diritti al Pace (Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa), ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
«Non appena tutto tornerà ai principi fondamentali dello statuto del Consiglio d'Europa, non appena alla nostra delegazione parlamentare verranno ripristinati i loro diritti, senza alcuna eccezione, noi pagheremo tutto quello che dobbiamo al Consiglio d'Europa, questa posizione resta in vigore», - ha sottolineato il capo della diplomazia russa.
Lavrov ha evidenziato che «privare il diritto di voto a qualsiasi delegazione è una grave violazione dei principi fondamentali di funzionamento del Pace». Ha inoltre ricordato che oltre la metà dei giudici della Corte europea dei diritti dell'uomo (Cedu), nonché il nuovo commissario del Consiglio d'Europa, sono stati eletti durante l'esclusione della delegazione russa dal Pace.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov. © Sputnik. Evgeny Biyatov.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono